HomeWorldIncontro di opposizione: 26 partiti indiani sono in trattativa per affrontare il...

Incontro di opposizione: 26 partiti indiani sono in trattativa per affrontare il premier Modi

  • Scritto da Sherilan Mullan
  • Notizie della BBC, Bombay

fonte dell’immagine, Festa del Congresso

didascalia foto,

Alcuni rapporti dicono che Sonia Gandhi (a sinistra) potrebbe essere nominata capo del Fronte Unito

I leader dei 26 partiti di opposizione indiani si stanno incontrando per consolidare la loro strategia per affrontare il partito del primo ministro Narendra Modi nelle elezioni generali previste per il prossimo anno.

Vi partecipano alti leader dell’opposizione, tra cui la deputata Sonia Gandhi e il primo ministro di Delhi Arvind Kejriwal.

I rapporti dicono che il gruppo potrebbe anche scegliere un leader per l’alleanza martedì.

Questo è il secondo grande incontro dell’opposizione nella corsa alle elezioni.

Dovrebbero discutere questioni come la condivisione dei seggi – il numero di seggi che ogni partito concorrerà – e una piattaforma comune per le elezioni durante l’incontro di due giorni nella città di Bengaluru (ex Bangalore) nello stato meridionale del Karnataka.

Ma affrontare il Bharatiya Janata Party – che nel 2019 ha vinto più di 300 seggi nella camera bassa del parlamento indiano composta da 543 membri – sarebbe una sfida formidabile anche per l’opposizione per lo più unita.

Il BJP governa circa 15 stati (l’India ha 28 stati e otto territori amministrati a livello federale) da solo o come parte di una coalizione. È il partito politico più ricco dell’India con un reddito dichiarato di ₹ 19,17 miliardi ($ 233,67 milioni; £ 178,4 milioni) nel 2021-22. Il suo più grande punto di forza nelle elezioni nazionali è la popolarità di Modi, che è stato in grado di influenzare anche gli elettori che avrebbero potuto scegliere un partito diverso nei sondaggi statali.

READ  Potremmo vedere un ciclone tropicale la prossima settimana?

Nel frattempo, i partiti di opposizione sono alle prese con le proprie sfide.

Rahul Gandhi, il leader del partito del Congresso, è stato squalificato come membro del parlamento a marzo dopo essere stato giudicato colpevole e condannato al carcere in un caso di diffamazione relativo ai commenti fatti sul titolo di Modi durante una manifestazione elettorale nel 2019. A meno che il suo legale l’appello ha successo, non può contestare le elezioni di quest’anno.

Molti partiti di opposizione sono anche in contrasto tra loro in stati come il Bengala occidentale e Delhi a causa delle diverse ideologie politiche.

Tuttavia, gli osservatori affermano che i forti sentimenti anti-BJP uniscono l’opposizione, spingendola a superare le loro divergenze.

Lunedì, il presidente del Congresso Mallikarjun Kharge ha affermato che i partiti di opposizione “lavoreranno a stretto contatto per far avanzare l’agenda della giustizia sociale, dello sviluppo inclusivo e del benessere nazionale”.

“Vogliamo liberare il popolo indiano dalle politiche tiranniche e antipopolari basate sull’odio, la divisione, la disparità economica e il saccheggio”, ha aggiunto.

I rapporti dicono che Sonia Gandhi potrebbe essere scelta come capo della coalizione, ma non c’è ancora una conferma ufficiale.

Nel frattempo, l’Alleanza Nazionale Democratica guidata dal BJP terrà martedì un incontro di 38 alleati nella capitale, Delhi.

Lunedì, il capo del Bharatiya Janata Party JP Nada ha criticato l’incontro dell’opposizione, affermando che la sua istituzione si basava su “una politica egoista”.

BBC News India è ora su YouTube. clicca qui Per iscriverti e guardare i nostri documentari, spiegazioni e servizi.

Leggi altre storie sull’India dalla BBC:

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News