HomeWorld"In guerra fino alla morte": l'Ucraina elimina il limite di servizio, facendo...

“In guerra fino alla morte”: l'Ucraina elimina il limite di servizio, facendo arrabbiare le truppe esauste | Notizie della guerra tra Russia e Ucraina

Kiev, Ucraina – Dopo quasi due anni di servizio militare in prima linea nella guerra russo-ucraina, il marito di Alina è “arrabbiato” per la nuova legge sulla mobilitazione.

Il parlamento ucraino ha approvato la legge giovedì dopo mesi di discussioni e quasi 4.300 revisioni.

Alina ha detto che suo marito, che ha chiesto di rimanere anonimo, e i suoi compagni d'armi sono sbalorditi dall'abolizione dei limiti di servizio. Le precedenti versioni della legge prevedevano il licenziamento dopo 36 mesi di servizio.

Senza limiti – con il fallimento del contrattacco dello scorso anno e gli aiuti militari occidentali ritardati di mesi – si rendono conto che il loro servizio potrebbe finire solo con la loro disabilità o la morte.

“Il governo li ha insultati e maltrattati”, ha detto ad Al Jazeera Alina, che vive a Kiev con due bambini.

“Non sono eterni. Vogliono vedere i loro figli crescere e averli a casa”, ha detto.

La clausola di smobilitazione è stata annullata su richiesta degli alti ufficiali ucraini, che hanno sottolineato la grave carenza di soldati in prima linea, soprattutto nell’Ucraina orientale.

“Il nemico ci supera da sette a dieci volte”, ha detto mercoledì ai legislatori il comandante delle forze congiunte Yuri Sudol, esortandoli ad approvare la legge.

Ma il presidente Volodymyr Zelenskyj non ha annunciato una mobilitazione ufficiale per paura di reazioni violente e proteste, e ha preferito concentrarsi sulla legge.

Un veicolo blindato russo è esposto a Kiev, la capitale dell'Ucraina [File: Mansur Mirovalev/Al Jazeera]

La legge è stata approvata con 283 voti su un parlamento composto da 450 membri, soprattutto grazie al sostegno del Servo del popolo, il partito di Zelenskyj che domina il parlamento ucraino.

La legge aumenta i salari per il servizio in prima linea e le indennità in caso di morte per le famiglie, ma gli oppositori politici di Zelenskyj criticano l'abolizione dei limiti di servizio.

READ  L'ex presidente sudafricano Jacob Zuma incarcerato dopo essersi arreso alla polizia

“C’è così tanto che rende la legge una frustata senza alcun incentivo”, ha scritto Volodymyr Ariev, un parlamentare di Solidarietà Europea, un partito incentrato sull’ex presidente Petro Poroshenko. “È stato scritto dal governo per trattare i difensori come una risorsa, non come eroi”.

Alcune ore dopo l’approvazione della legge, il Parlamento ha esortato il governo a sviluppare un ulteriore progetto di legge sulla smobilitazione e la rotazione dei soldati in prima linea.

Come previsto, l’abolizione dei limiti di servizio ha fatto arrabbiare i soldati esperti, soprattutto quelli che hanno iniziato il loro servizio nel 2014, quando Mosca appoggiò i separatisti filo-russi nell’Ucraina sudorientale e li aiutò a formare due “repubbliche popolari” separatiste.

“Diventerò consapevolmente e volontariamente parte della categoria di cittadini più corrotti del mio Paese”, ha scritto su Facebook Artem Osipyan, uno psicologo diventato soldato.

“Chi sarò allora? Dovrò sempre rimanere un soldato? La mia vita era così banale? Cosa renderebbe la vita degli altri più significativa e meno degna di sacrificio della mia?”, si chiedeva retoricamente.

Anche i soldati più giovani trovano il processo di cancellazione piuttosto confuso.

Poco dopo l’inizio dell’invasione su larga scala dell’Ucraina da parte della Russia nel 2022, Taras si arruolò per tre anni di servizio militare.

“Doveva essere come un lavoro – tre anni e poi è finito”, ha detto ad Al Jazeera l’occhialuto 23enne con una barba rada sul viso abbronzato.

Come tutti gli altri soldati in servizio attivo, deve nascondere il suo nome e i dettagli del suo servizio.

“Sembra che servirò fino alla vittoria” sulla Russia, ha detto Taras con un sorriso tirato.

READ  SEG Plaza in Cina è stata ispezionata dagli ingegneri dopo essere stata scossa, costringendo le persone a fuggire

Per le famiglie dei soldati, l’incertezza del congedo è frustrante e frustrante.

La moglie di un soldato di stanza nella città orientale di Kramatorsk ha detto ad Al Jazeera: “Non devi essere in guerra per morire, devi sapere quando finisce il tuo servizio”.

Suo marito si è arruolato nell'esercito nel 2015 ma si è dedicato al volontariato dopo aver subito lesioni che gli hanno impedito di camminare.

È tornato in servizio nel 2022 e rimane in prima linea dopo aver riportato sei contusioni, aver sviluppato problemi alla vista e di digestione e aver trascorso settimane in ospedale.

“Saranno lì fino all'ultimo uomo in piedi. Letteralmente, l'ultimo uomo”, ha detto sua moglie.

Anche l’incertezza sui confini del servizio respinge le potenziali reclute.

Nel giro di poche ore dall’invasione su larga scala iniziata nel febbraio 2022, i volontari si sono affollati negli uffici di reclutamento, soprattutto nelle regioni centrali e orientali, e alcuni sono dovuti addirittura recarsi nell’Ucraina occidentale per reclutare.

Ma l’entusiasmo del pubblico è diminuito dopo le notizie di pesanti perdite e di condizioni miserabili nelle trincee e nelle caserme militari, a causa della corruzione di ufficiali e fornitori.

La Legge sulla Mobilitazione prevede la creazione di un registro elettronico al posto dell'obsoleto sistema cartaceo che ha portato alla corruzione.

Negli ultimi due anni, la polizia e gli investigatori hanno denunciato l'arresto di dozzine di funzionari di reclutamento.

Alcuni di loro hanno raccolto milioni di dollari in contanti e hanno acquistato costosi immobili in Ucraina e in Europa.

Ogni uomo in età da combattimento avrà 60 giorni per registrarsi di persona o tramite l'anagrafe elettronica, e chi non lo farà sarà considerato renitente alla leva.

READ  Feste religiose, cremazioni ed epidemie

Gli uomini devono tenere sempre con sé i documenti di registrazione.

Alcuni soldati sostengono che la mobilitazione dovrebbe andare di pari passo con una migliore formazione delle reclute.

“Il nemico è forte, ha abbastanza risorse, abbastanza persone – se possono essere chiamate così”, ha detto ad Al Jazeera un soldato di stanza nella regione meridionale di Kherson.

“Abbiamo bisogno di persone meglio addestrate, che capiscano cosa faranno e per cosa si stanno iscrivendo”, ha detto.

La coscrizione forzata è già diventata una piaga in tutta l’Ucraina.

In molte aree rurali, vengono reclutati la maggior parte degli uomini in età da combattimento, mentre nei centri urbani i potenziali soldati evitano di comparire in pubblico o di utilizzare i trasporti pubblici a causa delle pattuglie da parte dei funzionari di reclutamento e degli agenti di polizia.

Alcuni uomini sono invitati a recarsi negli uffici di leva per fornire i propri dati personali, ma non escono mai in abiti civili.

Tetiana Bozko, che lavora in una mensa ospedaliera nel nord di Kiev, ha detto ad Al Jazeera: “Cinque uomini che conosco sono andati all'ufficio di reclutamento e non sono tornati” perché sono stati immediatamente inviati alle basi di addestramento.

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News