SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

In che modo Games Workshop è diventato più redditizio di Google | giochi da tavolo

ioÈ iniziato in un piccolo appartamento a West London, con tre amici che vendevano giochi da tavolo e due fan per posta; Games Workshop ora vale più di Marks & Spencer e Asos ed è più redditizio di Google.

Questa settimana, la società con sede a Nottingham, che produce il marchio di giochi di ruolo fantasy Warhammer, ha annunciato questa settimana che Tutti i suoi dipendenti riceveranno un bonus di £5.000 Eppure le vendite e i profitti sono aumentati durante la pandemia.

Gestita da Kevin Rowntree, un ex contabile che evita la stampa, l’azienda annovera Ed Sheeran, l’attore veloce e furioso Vin Diesel e Superman tra i suoi fan: l’attore britannico Henry Cavill, che interpreta l’eroe dei fumetti sullo schermo, ha rivelato la sua l’amore per Warhammer in un post su Instagram durante il lockdown. L’anno scorso, ha ammesso la sua passione per la raccolta di figurine per Games Workshop, definendola una “crepa di plastica”.

Consenti contenuti Instagram?

Questo articolo include contenuti forniti da Instagram. Chiediamo il tuo permesso prima di caricare qualsiasi cosa, poiché potrebbero utilizzare cookie e altre tecnologie. Per visualizzare questo contenuto, Fai clic su “Consenti e continua”.

L’azienda è stata fondata più di quattro decenni fa quando gli amici John Peck hanno detto Ian Livingston E Steve Jackson ha iniziato a creare i propri giochi da tavolo in legno e ha creato una newsletter sui giochi. Hanno trovato i loro piedi quando il creatore americano di Dungeons & Dragons ha chiesto loro di diventare il distributore numero uno del gioco nel Regno Unito.

Il primo Games Workshop è stato aperto ad Hammersmith nel 1978 e ha iniziato a produrre modelli di giochi di guerra in miniatura prima ancora, nel 1983, di creare Warhammer, che organizza battaglie sanguinarie tra orchi ed elfi.

Tra questi “soldati” di giochi aggiornati basati su un misto di fantascienza e il mondo fantastico di elfi e orchi, Warhammer è ora un marchio globale dietro libri, videogiochi, riviste, cartoni animati e programmi TV pianificati. L’azienda ha 523 negozi in tutto il mondo, dove i fan possono imparare a creare e disegnare modelli o giocare.

I collezionisti costruiscono grandi poteri con modelli di giocattoli in plastica in miniatura, che possono costare oltre £ 100 ciascuno. Le miniature possono essere costituite da centinaia di pezzi che devono essere assemblati tra loro e poi dipinti con colori come “carne” e “osso”.

Un cliente usa un metro a nastro per giocare a Warhammer nel negozio London Games Workshop di Londra.
Un cliente usa un metro a nastro per giocare a Warhammer nel negozio London Games Workshop di Londra. Fotografia: Alami

Questo può essere usato per scontri sul campo di battaglia da tavolo a casa o in occasione di eventi, anche se alcuni fan non giocano mai e invece competono per mostrare le loro versioni creative dei modelli.

La lunga storia del gioco “Science” è un’altra fonte di guadagno attraverso libri, riviste e contenuti online che tengono informati i fan. Il gruppo sta sviluppando Eisenhorn, Serie TV di fantascienza e fantasy in diretta con Frank Spotnitz, produttore americano di The X Files.

Gli ultimi calcoli mostrano che l’anno scorso la società ha generato vendite per 361 milioni di sterline e un margine di profitto operativo del 43%, superiore al margine del proprietario di Google Alphabet Group di circa il 25%.

Progettare, realizzare e vendere la stragrande maggioranza dei suoi prodotti internamente significa che il gruppo non ha bisogno di cedere una parte dei profitti a terzi come proprietari di fabbriche o rivenditori.

Prezzo delle azioni Games Workshop.
Prezzo delle azioni Games Workshop. Foto: Refinitiv

Nelle ultime settimane, la notizia del successo dell’azienda ha spinto alcuni ex lavoratori a sollevare preoccupazioni sui bassi salari per l’esercito di creatori che creano giochi e progettano nuove miniature. Coloro che si lamentano del loro trattamento sembrano essere andati avanti diversi anni fa e l’azienda ora paga regolarmente bonus sui dividendi e offre un programma di risparmio azionario ai dipendenti regolari.

Livingston, che ha appena scritto un libro nei suoi primi anni, afferma che il successo di Warhammer è “Metaverse”: un mondo in cui i fan possono immergersi completamente.

La rivista White Dwarf di Games Workshop, che originariamente aveva iniziato a scrivere sui giochi di ruolo adorati dai fondatori, si è rivelata un colpo di genio, contribuendo a creare domanda da parte di una fedele base di fan.

“I soldatini semplificati sono tradizionalmente diventati un hobby. Puoi sempre comprare qualcosa, che sia stilizzato, una lattina di vernice o un regolamento”, dice.

Livingston, che ha venduto la sua partecipazione in Games Workshop nel 1991 ed è ora presidente dello sviluppatore di videogiochi britannico Sumo Group, afferma che il gruppo ha anche beneficiato di una maggiore cultura geek, guidata in parte dal successo degli imprenditori tecnologici dietro simili. Google e Facebook. Internet ha anche reso più facile per gli aspiranti fan di giochi complessi trovarsi e imparare a giocare.

Secondo la società di dati di consumo Statista, il settore globale dei giochi da tavolo di cui Warhammer fa parte varrà 12 miliardi di dollari (8,6 miliardi di sterline) entro il 2023, rispetto ai 7,2 miliardi di dollari del 2017, con i nuovi arrivati ​​in grado di raccogliere fondi dagli appassionati. come Kickstarter.

Si prevede che questo fine settimana almeno 10.000 appassionati di giochi parteciperanno al NEC Conference Centre di Birmingham per la prima fiera del gioco del Regno Unito in due anni e più di 200 espositori presenteranno i loro giochi.

Iscriviti all’e-mail quotidiana di Business Today

Kate Evans, Games Expo afferma: “Vediamo sempre più famiglie ogni anno. Le persone cercano di divertirsi con più soldi e più socializzare, mentre parlano tra loro”.

Negli ultimi anni, l’interesse per i giochi da tavolo è aumentato non solo attraverso l’aumento dell’interesse per le attività domestiche durante la pandemia, ma anche attraverso il dramma di Netflix Stranger Things, in cui i personaggi ammirano Dungeons & Dragons, e spettacoli di YouTube come Tabletop, con Will Wheaton.

“Ci dicevano che eravamo nerd o nerd o selvaggi da guardare con disprezzo. È stato piuttosto bello ora”, dice Livingston. “C’è un enorme risveglio nei giochi da tavolo. Le persone si divertono a socializzare e a connettersi con le persone mentre si pugnalano a vicenda alle spalle”.

READ  Il nuovo MacBook Pro di Apple nasconde un problema imbarazzante