SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Il personale sanitario delle Figi risultato positivo al COVID-19 ha chiesto di continuare a lavorare mentre l’epidemia peggiora outbreak

Mentre le Fiji continuano a combattere l’epidemia, il suo governo ha ordinato agli operatori sanitari asintomatici risultati positivi al COVID-19 di continuare a lavorare.

In una lettera distribuita dal ministero della Salute, ai dipendenti contagiati è stato chiesto di continuare il loro lavoro in “bolle” sicure dal coronavirus senza ulteriori dettagli.

Agli operatori sanitari che sono contatti primari o secondari dei pazienti COVID è stato anche detto che devono continuare a lavorare con misure di controllo delle infezioni.

Questa guida arriva mentre le autorità delle Fiji spostano la loro strategia COVID-19 dalla fase di eliminazione alla fase di mitigazione in parti del paese in cui la trasmissione si sta diffondendo nella comunità.

Più di 300 persone sono morte dopo aver contratto il COVID-19 nelle Figi e solo questa settimana sono stati scoperti quasi 6.000 nuovi casi, in uno dei focolai di coronavirus in più rapida crescita al mondo.

Una violazione della quarantena ad aprile ha scatenato una variante delta altamente contagiosa nella nazione del Pacifico, terminando un anno senza trasmissione alla comunità.

La pandemia ha devastato il turismo, la più grande industria delle Figi, e ha portato a una massiccia sottoccupazione in tutto il paese.

Ma gli esperti medici hanno stimato che fino a un terzo dei decessi per COVID nelle Figi potrebbe non essere denunciato.

Le autorità non stanno più testando tutti con sintomi di COVID-19, solo quelli in gruppi a rischio, comprese le persone con più di 50 anni, quelle con una malattia cronica o le donne in gravidanza.

L’epidemia ha travolto gli ospedali, con letti di emergenza allestiti nella palestra nazionale sia per i pazienti COVID che per i pazienti non COVID.

“Conseguenze pericolose” mentre le Fiji cambiano strategie

Un uomo controlla un posto di blocco della zona di contenimento del COVID-19
Altri poliziotti sono scesi in strada per sedare i disordini civili durante l’epidemia.(

Un uomo controlla un checkpoint della zona di contenimento COVID-19. Foto: Kurt Petersen

)

Basharat Munshi, presidente della Fiji Medical Association, ha affermato che la decisione del governo di passare a una strategia di mitigazione significa che la trasmissione nella comunità è ora accettabile e le autorità stanno affrontando le “gravi conseguenze” del virus.

Di conseguenza, ha affermato, alcuni operatori sanitari verranno infettati poiché più risorse vengono concentrate sulla cura dei pazienti.

“I dipendenti sono umani e si ammaleranno”, ha detto il dottor Munshi.

Ritiene che la direttiva emanata dal Ministero della Salute per la prosecuzione del lavoro dei dipendenti asintomatici sia più diretta alle cliniche con carenza di personale.

“È anche una chiamata al giudizio. Quindi, se qualcuno è un po’ malato, con alcuni sintomi, allora ovviamente deve essere isolato”, ha detto il dott. Munshi.

ABC ha contattato il Ministero della Salute delle Fiji per un commento, ma non ha ancora risposto.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, frecce sinistra e destra per la ricerca, frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 5 minuti 52 secondi

Norman Swan afferma che il test rapido dell’antigene potrebbe essere considerato per aprire l’economia

Scarica il modulo…

READ  La variante Delta del Covid-19 provoca scompiglio a livello globale negli Stati Uniti, nel Regno Unito e in Cina