HomeWorldIl mistero permanente della piramide, risolto » Explorersweb

Il mistero permanente della piramide, risolto » Explorersweb

Togliamo subito qualcosa di mezzo. Le piramidi non furono costruite dagli alieni, né da una civiltà perduta e tecnologicamente avanzata. Gli antichi egizi utilizzavano una bassa tecnologia ma un’ingegneria molto precisa e una grande forza lavoro.

Ma perché gli egiziani non hanno lasciato molte testimonianze in giro dettagli Tra i loro principali progetti di costruzione, ci sono ancora alcuni misteri irrisolti su come esattamente siano stati realizzati.

Uno di questi enigmi riguarda la posizione e la logistica: perché gli egiziani costruirono 31 piramidi lungo una stretta striscia di deserto relativamente lontana dal fiume Nilo? Dopotutto, utilizzare un fiume navigabile per trasportare e gestire le enormi quantità di pietre, lavoratori, animali, cibo e acqua necessari per innalzare le loro enormi tombe sarebbe molto più semplice che trasportare tutto questo via terra.

Sarebbe stato molto più semplice se ci fosse stato un corso d’acqua nelle vicinanze, non credi? Immagine: Shutterstock

Affluente del Nilo

I ricercatori credono da tempo che la risposta risieda in un teorico corso d’acqua che ha cessato di esistere in un lontano passato.

Ma “nessuno era sicuro della posizione, della forma, delle dimensioni o della vicinanza di questo enorme corso d’acqua al sito effettivo delle piramidi”, ha detto Iman Ghoneim dell’Università della Carolina del Nord a Wilmington. BBC.

Ghoneim fa parte di una squadra che crede di aver finalmente risolto il mistero. Utilizzando una serie di tecniche, tra cui mappe storiche, carote di sedimenti, indagini geofisiche e immagini satellitari radar, gli scienziati hanno scoperto un ramo lungo 64 chilometri del fiume Nilo che scomparve migliaia di anni fa, ma che probabilmente scorreva ancora con forza quando le piramidi furono distrutti. 31. Costruito.

READ  Uomo con Covid-19 che si finge moglie per viaggiare da Jakarta

Scienziati Hanno pubblicato la loro ricerca Nella rivista Comunicazioni sulla Terra e l’Ambiente.

Mappa che mostra il ramo perduto del fiume Nilo

Mappa: Iman Ghoneim et al., Università della Carolina del Nord Wilmington

Il team ha dichiarato estinto il ramo AhramatParola araba che significa piramide. Il corso d’acqua perduto aveva un ingresso principale che avrebbe reso il trasporto e lo scarico di pietre e lavoratori molto più semplice rispetto all’alternativa, il trasporto di blocchi attraverso il deserto.

Vecchia siccità

Tuttavia, come gli antichi egizi sapevano meglio di chiunque altro, Tutte le cose belle devono finire. Nel loro articolo, i ricercatori ipotizzano che una siccità iniziata circa 4.200 anni fa potrebbe aver causato il prosciugamento dell’Ahramat. Ma prima di scomparire, probabilmente ha cambiato rotta.

“Quindi i re della IV dinastia dovettero fare scelte diverse [about pyramid location] La coautrice Susan Onstein dell’Università di Memphis ha dichiarato: Avviso scientifico.

Mappa di Wadi El Haram e dell'antico percorso del ramo ormai estinto del fiume Nilo

Mappa, illustrazione, foto: Iman Ghoneim et al., Università della Carolina del Nord Wilmington

Quindi questo è il puzzle della piramide in fondo. Ora, se solo potessimo risolvere il problema Rampa a spirale e rampa lineare discussione!

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News