HomeTechIl grande lancio dell'intelligenza artificiale di Apple sembra molto più piccolo

Il grande lancio dell’intelligenza artificiale di Apple sembra molto più piccolo

L’intelligenza di Apple
mela

  • Apple ha fatto scalpore quando ha presentato Apple Intelligence, la sua offerta di intelligenza artificiale, all’inizio di questo mese.
  • Ma Apple Intelligence è disponibile solo sugli ultimi modelli di iPhone.
  • Probabilmente non sarà disponibile presto in alcuni dei mercati più grandi dell’azienda.

In uno dei suoi prodotti più impressionanti della storia recente, Apple ha presentato con grande entusiasmo all’inizio di questo mese il suo nuovo software di intelligenza artificiale, chiamato Apple Intelligence.

Ma la diffusione delle nuove tecnologie sembra essere molto più limitata dell’hype implicito.

Apple Intelligence è disponibile solo sui telefoni più nuovi e costosi dell’azienda. Potrebbe non raggiungere nemmeno alcuni dei mercati più grandi di Apple.

Apple Intelligence sarà integrata nel tuo iPhone, iPad e Mac per aiutarti a scrivere, esprimerti e svolgere le tue attività senza sforzo. Apple è orgogliosa.

Ma la tecnologia, che arriverà in versione beta questo autunno, debutterà solo su iPhone 15 Pro, iPhone 15 Pro Max, iPad e Mac con M1 e versioni successive.

Si trova ad affrontare ostacoli anche in Cina, uno dei mercati più importanti del produttore di iPhone. Apple Intelligence utilizza ChatGPT, un prodotto OpenAI non consentito in Cina poiché le autorità di regolamentazione di Pechino danno priorità agli sviluppatori di intelligenza artificiale cinesi. Apple sta negoziando con le aziende cinesi locali per cercare di trovare un’altra strada per entrare nel mercato, ha riferito in precedenza Business Insider.

Apple sta inoltre rinviando il rilascio di Apple Intelligence nell’UE a causa del controllo normativo. L’Unione Europea ha messo in guardia Apple all’inizio di quest’anno per garantire che i prodotti dell’azienda siano conformi al Digital Markets Act, un tentativo da parte del blocco di ritenere responsabili i “guardiani” della tecnologia chiave e promuovere una sana concorrenza. Apple ha affermato che sta lavorando “per trovare una soluzione che ci permetta di fornire queste funzionalità ai nostri clienti nell’Unione Europea senza compromettere la loro sicurezza”. Lo ha riferito la CNBC.

READ  Apple potrà salvare il Vision Pro?

Al di là delle normative, le aziende tecnologiche stanno anche imparando cosa vogliono e cosa non vogliono gli utenti dall’intelligenza artificiale. Aziende come Meta e Google hanno dovuto affrontare la reazione negativa degli utenti su quanto fossero invadenti e utili le loro nuove funzionalità di intelligenza artificiale.

Alcuni utenti di Facebook e Instagram sono rimasti frustrati da Meta AI, ad esempio, una funzionalità installata nella barra di ricerca dalla quale è impossibile disattivare. Allo stesso modo, Google ha implementato le risposte generate dall’intelligenza artificiale nella ricerca e poi le ha ridotte dopo che il suo bot ha suggerito agli utenti di consumare colla.

Quindi forse il lancio limitato di Apple è la soluzione migliore per ora.

Riccardo Auriemma
Riccardo Auriemma
"Esperto di Internet. Fan della TV. Analista esasperatamente umile. Pioniere di Twitter impenitente. Fanatico del caffè freelance."
Must Read
Related News