HomeEconomyIl cognome di un uomo aborigeno è stato scusato dopo aver disboscato...

Il cognome di un uomo aborigeno è stato scusato dopo aver disboscato illegalmente un terreno sull’isola di North Stradbroke per costruire una casa per sua figlia

Un uomo indigeno condannato per aver disboscato illegalmente terra su un’isola pittoresca ha presentato ricorso contro la decisione, affermando che aveva il diritto di farlo sotto titolo indigeno.

Darren Burns, un anziano di Quandamooka, che ha ripulito un appezzamento di terreno sull’isola di North Stradbroke, nel sud-est del Queensland, per costruire una casa per sua figlia, sostiene che si trattava di un’attività culturale tradizionale consentita con titolo nativo, che lo esonera dalle leggi sulla pianificazione.

Ha presentato ricorso alla Corte distrettuale contro una multa di 20.000 dollari imposta dalla Corte distrettuale di Brisbane a febbraio per la rimozione di 2.900 metri quadrati di vegetazione protetta a Point Lookout a North Stradbroke.

Il consiglio comunale di Redland, che ha perseguito Burns per lo sviluppo proibito, ha affermato in una dichiarazione di riconoscere e rispettare il fatto che il sito era di proprietà degli aborigeni ma che lo sgombero era comunque vietato.

“Il Consiglio prende molto sul serio la rimozione illegale delle piante e continuerà a ritenere responsabili tutte le persone responsabili della rimozione illegale delle piante”, si legge in una dichiarazione del consiglio.

READ  Facebook e Instagram hanno avuto una seconda interruzione in una settimana

Gli avvocati del signor Burns sostengono nel suo ricorso che egli stava esercitando i suoi diritti inerenti ai sensi del diritto di proprietà originale Prendi le risorse naturali.

La causa sostiene che il giudice Ross Mack ha commesso un errore nel dichiarare che il progetto era uno sviluppo illegale e che il signor Burns stava in realtà praticando le tradizionali pratiche indigene di gestione del territorio australiane bruciando terreni forestali per ripiantare alberi.

Darren Burns, un anziano e ranger della tribù Quandamooka, fa appello contro la decisione di ripulire illegalmente parte dell’isola di North Stradbroke nel Queensland.

Gli avvocati del signor Burns hanno affermato che l'uomo stava praticando le tradizionali pratiche aborigene di gestione del territorio

Gli avvocati del signor Burns hanno affermato che l’uomo stava praticando le tradizionali pratiche aborigene di gestione del territorio

Sostengono che la successiva crescita dell’area non è stata contestata nella precedente udienza in tribunale.

“In nessun momento il ricorrente (il signor Burns) ha affermato che la costruzione finale dei locali proposti e il successivo utilizzo del terreno fosse un’attività culturale tradizionale aborigena o l’esercizio di qualsiasi titolo indigeno che aveva”, si legge nei documenti dell’appello.

“Ha sempre riconosciuto che avrebbe avuto bisogno dell’approvazione per qualsiasi costruzione necessaria, ma fino ad allora si era impegnato in un’attività culturale tradizionale”.

Gli avvocati del signor Burns hanno chiesto che il loro cliente fosse assolto o che la corte ordinasse un nuovo processo.

Il signor Burns è stato multato di 20.000 dollari a febbraio per aver rimosso 2.900 metri quadrati di vegetazione protetta a Point Lookout (foto)

Il signor Burns è stato multato di 20.000 dollari a febbraio per aver rimosso 2.900 metri quadrati di vegetazione protetta a Point Lookout (foto)

Il consiglio comunale di Redland ha rifiutato di commentare la questione. postino Per quanto riguarda l’appello, hanno detto che è davanti al tribunale.

READ  Il ministro delle finanze spagnolo è in lizza con Vestager per il posto di vertice alla Banca europea per gli investimenti - EURACTIV News

L’appello sarà discusso il mese prossimo.

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News