HomescienceI satelliti Starlink in esaurimento potrebbero portare alla riduzione dell’ozono

I satelliti Starlink in esaurimento potrebbero portare alla riduzione dell’ozono

Nuovo studio Uno studio della University of Southern California pubblicato la scorsa settimana ha scoperto che i satelliti Starlink di SpaceX potrebbero ridurre lo strato di ozono della Terra. I ricercatori hanno stimato il danno potenziale causato dall’incendio dei satelliti dei servizi Internet nell’atmosfera e dal rilascio di ossidi di alluminio. Grazie alla sua crescente costellazione artificiale, SpaceX potrebbe emettere più di 1.000 tonnellate di ossido di alluminio ogni anno, con un aumento del 646% rispetto ai livelli naturali.

SpaceX ha attualmente poco più di 6.000 satelliti Starlink in orbita attorno al pianeta. Ogni iterazione è diventata sempre più pesante, con l’ultimo modello che pesa 2.760 libbre. Ogni satellite è progettato per uscire dall’orbita e bruciare nell’atmosfera al termine della sua vita utile, che varia dai cinque ai sette anni. SpaceX prevede di raddoppiare il numero di satelliti aspiranti fino a sette volte il totale attuale in orbita. Sì, 42mila satelliti in orbita.

La parte più spaventosa è che non sappiamo esattamente quanti danni potrebbe causare questa enorme costellazione. Lo studio dice, “Gli impatti ambientali dei ritorni satellitari sono attualmente poco compresi”. Se il servizio si espandesse come sperato, più di 8.000 satelliti sopra di noi potrebbero disintegrarsi ogni anno.

Come ricorderete dagli anni ’80 e ’90, lo strato di ozono è essenziale per la nostra sopravvivenza. Assorbe i raggi ultravioletti provenienti dal sole. Secondo l’Agenzia per la Protezione dell’Ambiente, Un’eccessiva radiazione UV ridurrebbe significativamente i raccolti e interromperebbe la catena alimentare marina. Ciò si aggiunge al cancro della pelle e all’indebolimento del nostro sistema immunitario. Mentre SpaceX ha risposto alle preoccupazioni della FAA secondo cui le persone potrebbero essere esposte ai detriti satellitari, ha aperto la porta a una catastrofe ambientale che potrebbe porre fine all’umanità come la conosciamo.

READ  La ricerca potrebbe fornire nuovi modi per diagnosticare e curare il cancro intestinale

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News