SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

I partecipanti all’Apple Entrepreneur Camp rompono le barriere nei viaggi di programmazione

quando Shifter Lab L’affermato musicista e fondatore del jazz Matt Garrison ha sognato per la prima volta un’esperienza di musica digitale collaborativa completamente nuova, raggiungendo amici e colleghi musicisti che potevano programmare. Il loro tempo era limitato perché si stavano concentrando sui propri progetti, ma Garrison ha continuato. Sapeva che era essenziale per lui comprendere le basi della programmazione per guidare lo sviluppo della sua applicazione.

“Ho detto, insegnami a programmare e lo costruirò da solo”, dice Garrison. “Fammi vedere come si fa. Perché penso che come artista oggi quando hai una sfida tecnologica, devi romperla e spingerla.”

Lavorando inizialmente in Objective-C e successivamente in Swift, Garrison e il suo team hanno collaborato a un’app chiamata TuneBend, un nuovo modo per i musicisti di mescolare, registrare e infine vendere in un ecosistema per un imprenditore musicale. TuneBend combina la passione di Garrison per la musica, la tecnologia e l’imprenditorialità; Garrison gestisce la sua attività, ShapeShifter Lab, che è un luogo di musica e spazio per spettacoli a Brooklyn, New York.

“Sono sempre stato affascinato dai computer e dalla tecnologia”, afferma Garrison. “Ora capisco come entrarci dentro per sviluppare un arazzo digitale di modi per presentare la musica. Penso che siamo uno dei pochi luoghi di musica che costruiscono davvero codice sul sito.”

Matt Garrison, partecipante all’Apple Entrepreneur Camp e musicista jazz professionista, sta creando una nuova app musicale collaborativa chiamata TuneBend.

Primo piano di Matt Garrison che suona la tastiera.

Matt Garrison è il fondatore e direttore di ShapeShifter Lab, un luogo di musica e spazio per spettacoli a Brooklyn, New York.

In tutto il mondo, la programmazione è diventata la lingua ufficiale degli imprenditori di oggi. Rimuove gli ostacoli e fornisce potenti piattaforme per i nuovi creatori di affari per coinvolgere i clienti con esperienze e servizi all’avanguardia. Per condividere le opportunità sbloccate dal codice, questi sviluppatori creano app di apprendimento della programmazione per comunità che sono tradizionalmente trascurate. Attraverso applicazioni che apprendono le basi del codice e promuovono l’espressione creativa, gli imprenditori cercano di coinvolgere una più ampia comunità di futuri sviluppatori e creatori. Il loro senso di scopo è spesso il risultato dei loro viaggi di codifica, a partire da quando e come hanno iniziato a lavorare ai loro primi progetti digitali.

READ  La versione di Final Fantasy 14 su PS5 avrà 3 modalità grafiche: 4K, 1440p e 1080p

Tutti i miei amici programmatori maschi hanno imparato da bambini e non c’era niente sul radar. Volevo cambiarlo per la prossima generazione.

Samantha John, fondatrice di Hopscotch

Campana La fondatrice Samantha John voleva creare un’app che stimolasse l’immaginazione dei programmatori. Hopscotch è un’app per l’apprendimento del codice che consente ai bambini di imparare a pensare in modo creativo e apprendere le basi del codice costruendo i loro giochi, le arti e le storie. I bambini e gli adolescenti possono diffondere la loro creatività nella comunità Hopscotch completamente organizzata dove possono giocare e imparare insieme. John ha appreso per la prima volta il potere del codice attraverso i corsi universitari, ma ha notato che molti dei suoi amici maschi avevano imparato a programmare presto.

“Volevo creare qualcosa per me!” Dice John. “Tutti i miei amici programmatori maschi hanno imparato da bambini, e questo non era niente sul radar. Volevo cambiarlo per la prossima generazione.”

Per sviluppare ulteriormente le loro applicazioni e saperne di più su nuovi strumenti e risorse efficaci per la loro attività, hanno partecipato Garrison e John Apple Entrepreneur Camp.

Lanciato nel 2019, Apple Entrepreneur Camp è un laboratorio tecnologico immersivo progettato per aziende basate su app fondate e guidate da sviluppatori con background sottorappresentati nel campo. I gruppi iniziali includevano 100 donne innovative e le loro squadre provenienti da 42 paesi. Nell’ambito dell’iniziativa per la giustizia e l’uguaglianza razziale dell’azienda, Apple ha accolto il primo gruppo di fondatori e sviluppatori neri all’inizio di quest’anno.

“È stato fantastico lavorare nel nuovo campus Apple e accedere a tutte le risorse presenti”, afferma John. “Penso che la mia parte preferita sia stata quando ho lavorato su un bug nel Web GL con il vero ingegnere che lo mantiene per Apple.”

READ  Google uccide l'app AR "Misurazione"
Samantha John, fondatrice di Partridge, in piedi contro il muro.

Samantha John, partecipante all’Apple Entrepreneur Camp, ha creato Hopscotch, un’app per i giovani programmatori per migliorare la loro creatività e la risoluzione dei problemi.

Samantha John usa l'app Hopscotch sul suo iPad.

Hopscotch è un modo divertente per i bambini di apprendere le basi della programmazione costruendo i loro giochi, storie e arti.

ImagiLabs I fondatori Dora Balvi, Beatrice Ionasco e Paula Douza hanno partecipato all’Apple Entrepreneur Camp. Gli sviluppatori, originari della Svezia, si sono incontrati durante gli studi di informatica alla New York University di Abu Dhabi, dove hanno scoperto un interesse condiviso per le esperienze digitali incentrate sull’interazione uomo-computer. ImagiLabs nasce da una realtà industriale: la scarsità di donne nella tecnologia. Pertanto, la missione di imagiLabs è ispirare le ragazze a sviluppare i loro superpoteri di programmazione. ImagiLabs fornisce una comunità di supporto con l’app imagiCharm, estensioni intelligenti e social network, così le ragazze possono imparare a programmare con gli amici.

All’Apple Entrepreneur Camp, Palfi, Ionascu e Dozsa hanno trovato l’opportunità di condividere idee ed esperienze con altre startup e fondatori. L’esperienza ha confermato la loro convinzione che, affinché la tecnologia vada a vantaggio di tutti, il mondo avesse bisogno di innovatori più diversificati.

“Gli studi hanno scoperto che all’età di 12 anni, ragazzi e ragazze condividono un interesse simile per l’informatica”, afferma Dora Balvie, CEO e fondatrice di ImagiLabs. Tuttavia, all’età di 14 anni, questo beneficio varia, con il vantaggio che sale al 47% per i ragazzi, ma fino al 12% per le ragazze. Riteniamo che ciò sia dovuto alla mancanza di attività rilevanti create con e per le ragazze. La nostra app e imagiCharm possono colmare questa lacuna. “

I fondatori di ImagiLabs Paula Dorza, Beatrice Ionascu e Dora Palfi collaborano su Mac, iPad e Whiteboard.

I fondatori di ImagiLabs Paula Dorza, Beatrice Ionascu e Dora Palfi vogliono offrire alle ragazze di tutto il mondo capacità rivoluzionarie nella programmazione in modo che crescano fino a diventare imprenditrici, inventori e responsabili del cambiamento.

Primo piano di una donna che usa imagiLabs per creare qualcosa con quadrati rosa su sfondo nero.
L'immagine di ImagiCharm mostra un'immagine di cuore rosa, arancione e blu creata con imagiLabs.

Da sinistra a destra: imagiLabs è un’app di crittografia e rete che consente a una comunità di ragazze di programmare. ImagiCharm è un’estensione intelligente che le ragazze possono personalizzare ogni giorno utilizzando l’app imagiLabs.

Dall’alto al basso: imagiLabs è un’app di crittografia e rete che consente a una comunità di ragazze di programmare. ImagiCharm è un’estensione intelligente che le ragazze possono personalizzare ogni giorno utilizzando l’app imagiLabs.

Apple Entrepreneur Camp offre un laboratorio tecnologico pratico, una guida individuale a livello di codice da parte di esperti e ingegneri Apple, oltre a tutoraggio, ispirazione e approfondimenti dai principali leader Apple. Al termine del laboratorio, i partecipanti ricevono supporto continuo e diventano parte di una comunità in crescita che aiuta a creare e costruire imprese. Nel 2020, Apple ha ampliato l’Apple Entrepreneur Camp per includere gruppi di fondatori e sviluppatori neri.

READ  Resident Evil 4 ora ha un duplice utilizzo nella realtà virtuale

“Il primo posto in cui ho sentito parlare del campo degli affari è stato al WWDC lo scorso anno”, dice Garrison. “Tim Cook si è avvicinato e ha parlato dell’idea di trovare un buon percorso verso l’uguaglianza razziale, che la codifica potrebbe fare la sua parte. I miei amici hanno detto: ‘Potresti essere perfetto per questo. Lei ha accettato.'”

Con TuneBend che sarà disponibile questo autunno, Garrison rilascerà per la prima volta una versione iniziale più piccola dell’app durante il WWDC 2021. L’app chiamata “Matt Garrison” conterrà gli ingredienti principali di TuneBend e offrirà un assaggio di ciò che verrà. Garrison voleva raccogliere feedback attraverso questa prima iterazione della sua visione e costruire più funzionalità nel tempo per coinvolgere gli utenti a tutti i livelli: disordine digitale con le infinite possibilità della musica e del codice.

/ Rilascio generale. Questo materiale proviene dallo stabilimento originale e può essere di natura cronologica ed è modificato per chiarezza, stile e lunghezza.