HomeWorldI democratici discutono della forma fisica di Biden mentre il settimo rappresentante...

I democratici discutono della forma fisica di Biden mentre il settimo rappresentante lo invita a ritirarsi dalla corsa Notizie di politica

I colloqui a porte chiuse evidenziano divisioni partitiche sulla possibilità che Biden venga eletto contro Donald Trump.

I legislatori del Partito Democratico si sono incontrati in privato per discutere della vacillante candidatura alla rielezione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden mentre persistono dubbi sulla forma fisica e mentale del presidente.

I colloqui a porte chiuse di martedì hanno evidenziato le divisioni in corso all’interno del partito sull’eleggibilità di Biden dopo la sua disastrosa performance nel dibattito del mese scorso contro il rivale repubblicano Donald Trump.

Nelle dichiarazioni ai giornalisti prima e dopo l’incontro, eminenti democratici, tra cui il leader della maggioranza al Senato Chuck Schumer, hanno affermato il loro sostegno a Biden.

“Sono con Joe”, ha detto ripetutamente Schumer in risposta alle domande sull’idoneità di Biden alla carica.

“Stiamo cavalcando con Biden”, ha detto ai giornalisti Jim Clyburn della Carolina del Sud.

Anche se i colloqui sembravano porre fine alla possibilità di una rivolta di massa contro la candidatura di Biden, non sono riusciti, almeno per il momento, a presentare un fronte unito.

Dick Durbin dell’Illinois ha detto che “resta da vedere” se Biden rimarrà nella lista.

Quando è stato chiesto se i democratici fossero tutti sulla stessa lunghezza d’onda, Steve Cohen del Tennessee ha risposto: “Non siamo nemmeno sullo stesso libro”.

Dopo ore di colloqui, Mikie Sherrill, il rappresentante democratico del New Jersey, è diventato il settimo democratico eletto a chiedere pubblicamente a Biden di ritirarsi dalla corsa.

“So che il presidente Biden e il suo team erano veri funzionari pubblici che mettevano il Paese e gli interessi della democrazia al primo posto nelle loro considerazioni”, ha detto Sherrill in una nota.

READ  Un ristorante di Maiorca crolla nelle Isole Baleari, in Spagna, uccidendo almeno 4 persone

“Poiché so che il presidente Biden ha profondamente a cuore il futuro del nostro Paese, gli chiedo di annunciare che non si candiderà alla rielezione e ci assisterà nel processo di selezione di un nuovo candidato”.

Mentre Lori Trahan, rappresentante della Camera dei rappresentanti del Massachusetts, si è astenuta dal chiedere a Biden di dimettersi, ha affermato che “nulla di ciò che è accaduto negli ultimi 12 giorni indica” che gli elettori vedono Biden come il miglior candidato per sconfiggere Trump.

“Una seconda presidenza Trump causerà un danno irreparabile alle donne e al nostro Paese, e il presidente Biden deve agire con urgenza per ripristinare la fiducia degli americani in modo da poter vincere a novembre”, ha affermato Trahan in una nota.

Biden, 81 anni, ha cercato di rafforzare il sostegno all’interno del suo partito da quando la sua vacillante performance nel dibattito del 27 gennaio ha sollevato preoccupazioni di lunga data sulla sua età e salute.

Lunedì Biden ha dichiarato in una lettera ai democratici al Congresso di essere “fermamente impegnato a restare in questa corsa, a portarla fino alla fine e a sconfiggere Donald Trump”.

“Ho ascoltato le preoccupazioni delle persone: le loro paure, la loro buona volontà, la loro ansia per la posta in gioco in queste elezioni”, ha detto Biden.

“Posso rispondere a tutto questo dicendo in modo chiaro e inequivocabile: non mi ricandiderei se non credessi assolutamente di essere la persona più adatta per battere Donald Trump nel 2024”.

Biden si trova ad affrontare una strada difficile verso la rielezione, poiché recenti sondaggi d’opinione indicano che Trump è in testa a livello nazionale e negli stati indecisi che decideranno l’esito.

READ  La Marina indonesiana trova oggetti da un sottomarino perduto e non c'è speranza di trovare sopravvissuti

Martedì, il rapporto apartitico Cook Policy Report ha trasformato gli stati di Arizona, Georgia e Nevada da “swing” a “repubblicani inclinati”.

In un sondaggio Reuters/Ipsos pubblicato la scorsa settimana, il 59% degli elettori democratici registrati ha affermato che Biden è troppo vecchio per la carica, mentre uno su tre ha affermato che dovrebbe abbandonare la corsa.

Se Biden si facesse da parte, ciò spingerebbe la corsa verso un territorio inesplorato.

La stagione delle primarie presidenziali americane è già terminata, con i membri del partito che solitamente votano per il loro candidato preferito, anche se il candidato del partito non sarà deciso fino alla Convenzione Nazionale Democratica del mese prossimo.

Dato che Biden ha ottenuto la maggioranza dei delegati del partito, è improbabile che sarà costretto a dimettersi contro la sua volontà.

Si prevede che la vicepresidente Kamala Harris sarà l’alternativa più probabile a Biden in caso di ritiro, anche se nei sondaggi di opinione non se la passa molto meglio contro Trump.

Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News