HomescienceGli scienziati insegnano alle api a giocare con i Lego

Gli scienziati insegnano alle api a giocare con i Lego

Esempi di cooperazione tra insetti compaiono spesso, ma il cervello di queste piccole creature ha qualcosa a che fare con il lavoro di squadra o è solo un comportamento innato? Curiosi di rispondere a questa domanda sui bombi, i ricercatori finlandesi hanno ottenuto dei fischietti alati per giocare con uno dei giocattoli più famosi al mondo, i Lego.

Purtroppo per coloro che apprezzano la buona costruzione dei Lego, le api non costruiscono elaborate arnie con i Lego. Ma mentre armeggiavano con i mattoncini, le loro azioni hanno rivelato qualcosa di affascinante nelle loro dinamiche di collaborazione. Sembra che abbiano dimostrato di essere consapevoli delle azioni dei loro partner e di aver calibrato le proprie azioni in risposta.

“Siamo rimasti sorpresi da come i bombi tengano conto dei movimenti dei loro partner quando coordinano i loro movimenti nei compiti, dimostrando una straordinaria intelligenza sociale”, ha detto in un’intervista Olli Lukola, un ecologo comportamentale dell’Università di Oulu. Lucula è l’autore principale di un nuovo studio sulla ricerca sulle api Pubblicato il 1 maggio sulla rivista Atti della Royal Society B. Gli scienziati affermano che questi risultati approfondiscono la nostra comprensione del comportamento dei calabroni e potrebbero avere applicazioni in campi come la robotica e l’agricoltura.

James Durie, un biologo australiano, non coinvolto nello studio, ha descritto i risultati come “molto entusiasmanti”.

“Questo studio fa parte di una lunga serie di esperimenti comportamentali che dimostrano che le api sono capaci di alcuni compiti davvero complessi, come l’apprendimento e il comportamento”, ha detto in un’intervista Dorey, docente all’Università di Wollongong. “La ricerca mostra che il complesso comportamento cooperativo degli insetti sociali può andare oltre le azioni innate o innate e che sono persino in grado di apprendere comportamenti tipicamente associati ad animali come primati e delfini”.

Trucco interessante

Ricercatori finlandesi hanno addestrato un gruppo di bombi a lavorare in coppia per spingere i pezzi, siano essi di polistirolo o di Lego, e un altro gruppo ad agire da solo durante lo spostamento dei pezzi. Nel primo equipaggio, gli scienziati hanno osservato che quando ritardavano l’ingresso di un partner nell’area designata, gli insetti arrivati ​​per primi impiegavano più tempo a spingere il blocco rispetto alle api che avevano imparato a spingere i blocchi da sole. In altre parole, gli insetti cooperativi sembrano preferire aspettare che i loro colleghi arrivino a raggiungerli.

Nel video del fenomeno qui sotto, due api piegate sembrano mostrare una forza pari a quella di Arnold Schwarzenegger quando manovrano un blocco. In realtà, il peso dei blocchi non aveva importanza perché i ricercatori controllavano il movimento dei Lego utilizzando dei magneti situati sotto i pezzi e la superficie su cui poggiavano.

I principali risultati della ricerca, ha detto Lucula, sono che i bombi hanno sufficiente flessibilità cognitiva per imparare a lavorare insieme quando cercano il cibo, cosa che di solito fanno da soli, e che “la loro cooperazione è socialmente influenzata e può essere attivamente coordinata, nel senso che possono comprendere i bisogni del proprio partner.” “. ruolo nella cooperazione”.

La ricerca si basa su Precedenti studi sui calabroni Ciò suggerisce che le api possono comprendere la cooperazione a un certo livello, ha detto Lucula. “I meccanismi cognitivi alla base della cooperazione degli insetti non sono stati ancora esplorati, quindi abbiamo mirato a cambiarlo”, ha aggiunto.

ForbesEcco le prove fossili che i ragni fingono di essere formiche

Oltre al compito di spingere con i Lego, un’altra sfida dettagliata nello studio prevedeva che le api dovessero toccare contemporaneamente una porta alla fine di un tunnel trasparente per accedere al nettare gratificante. Così facendo, hanno rivelato dinamiche simili a quelle osservate quando si spinge la massa. La prima ape ad arrivare era più propensa, rispetto all’ape di controllo, ad allontanarsi dalla porta se la sua compagna era bloccata, per poi tornare indietro quando vedeva la sua compagna dirigersi nella giusta direzione. Gli scienziati affermano che saranno necessarie ulteriori ricerche per indagare esattamente a cosa tengono i bombi nelle attività cooperative e quanto bene comprendono il ruolo del loro partner.

Tuttavia, lo studio si aggiunge a un numero crescente di prove che suggeriscono che l’umile ape potrebbe essere più intelligente di quanto normalmente si attribuisce. Uno studio ha dimostrato che le api mellifere Comprendere il concetto matematico astratto di zeroMentre un altro li mostrava Utilizzare gli strumenti per difendersi dagli attacchi Sulle loro colonie.

“Sono sempre stupito da ciò che le api possono imparare”, ha detto Dorey, che può immaginare di applicare tale ricerca all’agricoltura. Sottolinea che è possibile addestrare le vespe parassite a rispondere a odori specifici, il che può aiutare a controllare meglio i parassiti.

“Allo stesso modo, è possibile addestrare le api su una varietà di segnali – visivi, olfattivi e sonori – che potrebbero avere applicazioni anche in ambienti agricoli per incoraggiare le api a visitare specifiche piante coltivate”, ha detto Dorey. “Chiaramente, ricerche come questa ci aiutano anche a comprendere gli animali con cui condividiamo il mondo e forse ad applicare maggiori protezioni a quegli animali”.

READ  Una soluzione coraggiosa che affronta il cambiamento climatico, la perdita di biodiversità e l’ingiustizia
Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News