HomescienceGli scienziati assistono all'improvviso risveglio di un buco nero supermassiccio

Gli scienziati assistono all’improvviso risveglio di un buco nero supermassiccio

Gli scienziati hanno osservato con stupore il risveglio di un enorme buco nero al centro di una galassia lontana.

Uno studio quinquennale sulla galassia che si è misteriosamente illuminata nel 2019 ha osservato cambiamenti mai visti prima nella galassia. Si ritiene che il cambiamento sia causato da un enorme buco nero nel nucleo della galassia che divora il gas nei suoi dintorni, provocando l’illuminazione della galassia.

Diventa più luminoso

Esistono enormi buchi neri al centro della maggior parte delle galassie, inclusa la Via Lattea, ma di solito sono “dormienti” e non direttamente visibili. La galassia, chiamata SDSS1335+0728, è ora classificata come contenente un nucleo galattico attivo, una regione luminosa e compatta alimentata da un enorme buco nero. Altri motivi per cui le galassie si illuminano improvvisamente – come una supernova (una stella che esplode) o una stella che viene fatta a pezzi da un buco nero – sono stati esclusi perché la galassia è rimasta luminosa per troppo tempo. Quasi cinque anni dopo essere stato illuminato nel dicembre 2019, visto dal telescopio Zwicky Transient Facility in California, è ancora più luminoso.

attualmente

L’opportunità di osservare l’improvvisa trasformazione di un nucleo galattico attivo in tempo reale è la prima volta per gli astronomi. “Immaginiamo di aver osservato per anni una galassia lontana, e che sia sempre sembrata tranquilla e inattiva”, ha detto Paula Sanchez Saez, astronoma dell’Osservatorio Europeo Australe in Germania e autrice principale dello studio. pubblicato In Astronomia e astrofisica. “All’improvviso, [core]

Inizia a mostrare drammatici cambiamenti di luminosità, a differenza di qualsiasi evento tipico che abbiamo visto prima.

Evento unico

Oltre a diventare più luminosa nelle lunghezze d’onda ottiche della luce, la galassia ora irradia più luce nelle lunghezze d’onda ultravioletta, ottica e infrarossa, dicono i ricercatori. A febbraio ha iniziato anche a emettere radiografie. Gli astronomi non hanno mai visto nulla di simile prima. “L’opzione più ovvia per spiegare questo fenomeno è vedere come [core] “La galassia sta iniziando a mostrare (…) attività”, ha affermato la coautrice Lorena Hernandez García del Millennium Institute for Astrophysicals e dell’Università di Valparaiso in Cile. “Se così fosse, questa sarebbe la prima volta che vediamo un enorme buco nero attivarsi in tempo reale”.

via Lattea

Ciò che accade a SDSS1335+0728 suggerisce che lo stesso è possibile nella Via Lattea, dove il suo enorme buco nero, Sgr A*, potrebbe risvegliarsi.

La galassia, situata a 300 milioni di anni luce di distanza nella costellazione della Vergine, è stata studiata dal 2019 utilizzando il Very Large Telescope dell’ESO e il Southern Astrophysical Research Telescope (SOAR) nel deserto di Atacama in Cile, l’Osservatorio W.M Keck alle Hawaii e due missioni spaziali della NASA telescopi. L’Osservatorio Neil Girls Swift e l’Osservatorio a raggi X Chandra.

Seguimi Twitter/X E Instagram.

Prendi i miei libri Osservare le stelle nel 2024, Programma di osservazione delle stelle per principiantiE Quando sarà la prossima eclissi?

Ti auguro cieli sereni e occhi spalancati.

READ  I meteoriti al forno forniscono indizi sulle atmosfere planetarie: ScienceDaily
Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News