SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Gli astrofisici dicono che il nostro universo potrebbe effettivamente essere finito

Navigare nell’universo può essere più sbalorditivo di quanto pensassimo.

Se il nostro universo assume la forma di una torta vuota 3D finita, possiamo immaginare un veicolo spaziale che viaggia in una direzione e alla fine finisce dove è iniziato. secondo Iniziale Scienze dal vivo rapporto.

“Possiamo dire: ora conosciamo le dimensioni dell’universo”, ha affermato nel rapporto Thomas Bouchert, un astrofisico dell’Università di Lione presso il Centro di ricerca di astrofisica con sede in Francia. Questa idea non è stata ancora provata, ma fornirà indizi nuovi ed esotici sul comportamento, la struttura e il destino ultimo dell’universo.

Mondo della ciambella

Se viviamo in un mondo a forma di ciambella, le prime due cose che sappiamo sono le seguenti: L’universo è finito, e molto più piccolo di quanto pensassimo (solo tre o quattro volte più grande di quello che possiamo vedere attualmente). Questo è importante, nonostante la portata limitata del nostro studio telescopico. Ciò potrebbe anche significare che l’universo alla fine collasserà su se stesso, invece di espandersi verso l’esterno per sempre, leggi Scienze dal vivo Rapporto. Questa è una domanda che genera molto, ma ci sono molte prove che danno credito all’ipotesi della “grande ciambella”. Per mappare la topologia dell’universo, gli astrofisici hanno misurato le perturbazioni nel fondo cosmico a microonde (CMB), il rumore di fondo ambientale dell’inizio dell’universo, al Big Bang.

“In uno spazio infinito, ci sono perturbazioni di temperatura della radiazione CMB a tutti i livelli”, ha detto Bouchert in una e-mail a WordsSideKick.com. “Tuttavia, se lo spazio è finito, mancano lunghezze d’onda maggiori del volume dello spazio”. I ricercatori hanno scoperto che esiste un limite superiore alla grandezza dei disturbi nell’universo. A meno che non ci sia un errore nell’analisi, significa che l’universo si chiude su se stesso, perché l’universo che si apre all’infinito può Supporto per i disturbi CMB di ogni dimensione. Ma anche se l’universo fosse finito e di forma circolare, l’astronave non sarebbe in grado di “rotolare” nella posizione iniziale dopo aver attraversato la superficie dell’universo. Questo perché l’universo si sta ancora espandendo più velocemente della velocità della luce, il che significa che – a parte la scoperta di un mezzo per viaggiare più veloce della luce – nessuno può arrivare al punto di partenza.

READ  Il meteorite di Winchcombe verrà visualizzato in pubblico

Disturbi cosmici su larga scala che mancano dai dati

I satelliti WMAP della NASA e Planck dell’ESA hanno aiutato gli scienziati a costruire le loro mappe della CMB, rivelando un numero straordinario di perturbazioni mancanti su larga scala. Avendo concluso che la dimensione finita delle perturbazioni significa una ciambella 3D, o tre ruoteSecondo il suo nome sportivo. “Abbiamo trovato una corrispondenza molto migliore con le fluttuazioni osservate, rispetto al modello cosmologico standard che si pensa sia infinito”, ha aggiunto Bouchert nel rapporto. “Possiamo modificare le dimensioni dello spazio e ripetere questa analisi. Il risultato è una dimensione ottimale dell’universo che corrisponde al meglio alle osservazioni della CMB”.

“Ovviamente, la risposta del nostro articolo è che l’universo finito corrisponde alle osservazioni meglio del modello infinito”, ha detto Bouchert. “Se la teoria dell’universo trigonale (o grande ciambella) sarà confermata in seguito, gli astrofisici potrebbero un giorno affermare che finalmente conosciamo il dimensione dell’universo.” , se inizierà o quando crollare su se stesso, e altro ancora.