HomeTechFTC potrebbe abbandonare la causa contro l'affare da 69 miliardi di dollari...

FTC potrebbe abbandonare la causa contro l’affare da 69 miliardi di dollari di Microsoft e Activision: cosa significa per i giocatori

Si dice che la Federal Trade Commission degli Stati Uniti stia pianificando di ritirare la causa contro l’acquisizione da 69 miliardi di dollari da parte di Microsoft dell’editore di giochi Activision Blizzard, portando il produttore di Xbox un altro passo avanti verso la conclusione dell’accordo.

Il segretario della Federal Trade Commission April Tabor giovedì ha ordinato una sospensione del caso che doveva essere ascoltato davanti al giudice amministrativo dell’agenzia il 2 agosto, secondo un report Da Reuters. Ciò avviene una settimana dopo che la FTC ha perso il suo ricorso presso il tribunale federale per bloccare temporaneamente l’accordo Microsoft-Activision dal procedere fino al termine del processo di diritto amministrativo della commissione.

Microsoft ha rivelato per la prima volta i suoi piani per acquisire Activision nel gennaio 2022. La chiusura dell’accordo trasformerebbe il produttore di Xbox Microsoft in uno dei primi tre editori di videogiochi, proprio dietro la rivale Sony. Activision Blizzard è uno dei più grandi editori di terze parti, con alcuni importanti franchise che darebbero una spinta tanto necessaria al catalogo di giochi di Microsoft, tra cui Call of Duty, Candy Crush e Overwatch.

Microsoft ha tempo fino al 18 ottobre per completare l’accordo con Activision. Le due società hanno posticipato la scadenza a ottobre rispetto alla data originale del 18 luglio, concedendo più tempo per ottenere l’approvazione da parte delle autorità di regolamentazione. Se l’accordo non viene completato, è prevista una commissione di risoluzione o “rottura” pagata da Microsoft ad Activision. La commissione è di $ 3 miliardi, ma salirà a $ 3,5 miliardi il 29 agosto e poi a $ 4,5 miliardi se l’accordo non sarà completato entro il 15 settembre. Il presidente di Microsoft Brad Smith Egli ha detto in un tweet mercoledì che le società sono “fiduciose nelle nostre prospettive per portare questo accordo al traguardo”.

READ  Pixel 8 in arrivo oggi: cosa aspettarsi dai nuovi telefoni di punta di Google

Sebbene Microsoft abbia vinto alcune battaglie relative alle fusioni, ha ancora degli ostacoli da superare. Ecco cosa devi sapere sull’accordo e cosa significa per i giocatori.

Chi è rimasto per accettare l’accordo?

Microsoft deve ancora convincere le autorità di regolamentazione del Regno Unito a firmare l’acquisizione. Ad aprile, l’autorità britannica per la concorrenza e i mercati ha bloccato l’accordo da 69 miliardi di dollari, affermando che avrebbe portato a prezzi più alti e meno opzioni per i giocatori.

L’appello di Microsoft per questa sentenza afferma che la CMA “ha commesso errori materiali nel calcolo e nella valutazione dei dati sulla quota di mercato per i servizi di cloud gaming non prendendo in considerazione le restrizioni del gioco locale (dove i giocatori accedono ai giochi installati sul proprio dispositivo tramite un download digitale o un disco fisico).”

L’autorità del mercato dei capitali condurrà una revisione dell’accordo e prenderà una decisione entro la settimana del 7 agosto, secondo Reuters.

Negli Stati Uniti, la Federal Trade Commission si è opposta all’accordo, affermando che l’acquisizione danneggerebbe la concorrenza all’interno dell’industria dei videogiochi. Ma finora, le sue sfide non hanno avuto successo.

All’inizio di questo mese, un giudice federale ha rifiutato di emettere un’ingiunzione preliminare che avrebbe temporaneamente interrotto l’affare. La Federal Trade Commission stava tentando di sospendere la fusione fino a quando non fosse stato attuato un procedimento di diritto amministrativo interno separato. Ora, secondo quanto riferito, la FTC sta pianificando di ritardare questo problema interno. In passato, la FTC ha ritirato la sua opposizione agli accordi se un giudice federale si rifiutava di emettere un’ingiunzione.

Microsoft ha continuato a negare che l’accordo avrebbe ostacolato la concorrenza all’interno dell’industria dei videogiochi. Ha già ottenuto l’approvazione dall’Unione Europea, dalla Cina, dal Giappone e da altri importanti Paesi.

READ  Damigella d'onore frustrata dal costo "ingiusto" dell'addio al nubilato

Cosa significa questo accordo per i giocatori?

Per gli abbonati Xbox Game Pass, la fusione potrebbe significare che il catalogo di giochi di Activision Blizzard sarà integrato nel servizio, probabilmente in modo simile a come erano i giochi Bethesda quando Microsoft ha acquisito quella società nel 2020.

Non è chiaro come saranno interessati i giocatori che non hanno una Xbox e utilizzano invece una console Sony PlayStation o Nintendo Switch. I critici dell’accordo temono che Microsoft possa rendere i futuri giochi sviluppati da Activision non disponibili su console concorrenti. (Microsoft ha fatto questo per i giochi sviluppati da Bethesda.) Ciò è particolarmente vero per un importante titolo di Activision come Call of Duty.

Microsoft ha già concordato un accordo decennale con Nintendo per portare i giochi Call of Duty sulle sue console, ma secondo quanto riferito Sony ha rifiutato un accordo simile quando è stato introdotto lo scorso anno.

Sony è ancora contro l’acquisizione e Ha presentato istanza alle autorità di regolamentazione in merito alle sue preoccupazioni per l’accordo. Domenica, il capo di Xbox Phil Spencer ha dichiarato che Microsoft e Sony si erano accordate su un 10 anni di “accordo vincolante” Mantenere Call of Duty sulla piattaforma PlayStation. Non è chiaro se l’ultimo accordo sia diverso da quello che Microsoft ha mostrato a Sony l’anno scorso.

All’inizio di quest’anno, Microsoft ha stipulato un accordo di 10 anni con Nvidia che garantisce che la piattaforma di cloud gaming di Nvidia GeForce Now continuerà ad avere accesso ai giochi sia di Microsoft che di Activision.

Microsoft utilizza questi accordi con i suoi concorrenti per dimostrare alle autorità di regolamentazione che non mancherà la concorrenza nel settore dei videogiochi.

READ  Note sulla patch Wild Rift 2.3: quattro nuovi eroi, rielaborazione di Rune e altro ancora

Riccardo Auriemma
Riccardo Auriemma
"Esperto di Internet. Fan della TV. Analista esasperatamente umile. Pioniere di Twitter impenitente. Fanatico del caffè freelance."
Must Read
Related News