News

mercoledì
Maggio, 18

Donohue avverte che le tasse sulle società potrebbero essere ridotte di un quinto delle mosse dell’OCSE

Featured in:

Secondo il ministro delle finanze Pascal Donohue, i cambiamenti globali potrebbero ridurre di un quinto l’imposta sulle società di 11,8 miliardi di euro che la repubblica riceve.

Donohue ha dichiarato all’American Chamber of Ireland, i cui membri rappresentano i principali investitori americani, che la repubblica farà la sua parte nelle mosse dell’OCSE per contrastare l’evasione fiscale transfrontaliera.

Ha detto di essere fiducioso che un accordo potrebbe essere raggiunto quest’anno e ha calcolato che costerebbe circa un quinto delle tasse sulle società dello Stato, che sono ammontate a 11,8 miliardi di euro l’anno scorso.

Giovedì gli Stati Uniti hanno proposto un’aliquota d’imposta sulle società minima globale di almeno il 15%, che è superiore all’aliquota statale del 12,5%. La proposta è stata accolta con favore da numerosi governi europei.

Il signor Donohue ha sottolineato di avere riserve su qualsiasi passo verso il coordinamento fiscale globale piuttosto che affrontare una pianificazione fiscale rigorosa.

Ha affermato che qualsiasi modifica approvata dall’OCSE deve tenere conto della stabilità e della certezza di cui le aziende hanno bisogno per investire in futuro.

Allo stesso modo, ha affermato che le normative fiscali dovrebbero continuare a sostenere gli investimenti in ricerca e sviluppo.

“Penso che i piccoli paesi debbano essere in grado di utilizzare la pianificazione fiscale come uno strumento legittimo per compensare ciò che non hanno”, ha detto alla Conferenza mondiale della Camera.

Il signor Donohoe ha aggiunto che questo include le risorse e il patrimonio industriale di cui godono molte delle principali nazioni.

Il ministro ha detto che il governo è ancora impegnato nella tassa del 12,5 per cento della Repubblica sui profitti aziendali.

READ  Il menswear Armani conferma di persona il futuro della Milano Fashion Week | armani

Ha sottolineato che i dipendenti delle società multinazionali nella repubblica pagavano un’imposta sul reddito simile a quella delle loro società sui profitti.

Tuttavia, il ministro ha sottolineato che non è stato tutto a senso unico. “L’Irlanda è la nona fonte di investimenti interni negli Stati Uniti e 110.000 persone lavorano per aziende irlandesi in più di 1.000 località in tutti i 50 stati”, ha affermato.

Gli investitori statunitensi nella repubblica includono Pfizer, che inizierà a produrre vaccini Covid-19 qui entro la fine dell’anno, il gigante dei chip per computer Intel e il gruppo di software Microsoft.

Più di 180.000 persone lavorano in 800 aziende americane nella repubblica, mentre circa 140.000 persone dipendono indirettamente da queste aziende per l’occupazione.

Accoglienza europea

Nel frattempo, venerdì la proposta degli Stati Uniti di stabilire un’aliquota fiscale minima globale per le società del 15% è stata accolta con entusiasmo in altre parti d’Europa.

“Questo è davvero un grande progresso”, ha detto il ministro delle finanze tedesco Olaf Schultz al suo arrivo per un incontro con i suoi omologhi europei a Lisbona, pochi minuti dopo che il suo omologo francese ha offerto una risposta positiva. “Avremo davvero la possibilità che quest’estate quell’accordo e quello su cui abbiamo lavorato per così tanto tempo possano realizzarsi”.

L’ultimo passo nella corsa verso un accordo tra 139 paesi è inferiore al tasso del 21% precedentemente proposto dagli Stati Uniti per i guadagni all’estero per le proprie società, un livello che alcuni paesi hanno trovato eccessivo.

I negoziati dell’OCSE sono stati bloccati per anni in livelli sempre crescenti di complessità tecnica, conflitti transatlantici e tensioni commerciali. L’accordo in arrivo solleva la prospettiva di fatture molto più grandi per le aziende globali.

READ  Euronext riceve l'approvazione dal consorte italiano per l'acquisizione della fonte di scambio

“La questione principale non è il numero, anche se possiamo vivere al 15 per cento – può essere un buon compromesso tra le aspettative di tutti i membri dell’OCSE”, ha detto il ministro delle finanze francese Bruno Le Maire all’arrivo alla riunione di Lisbona. .

“La questione chiave è definire un quadro globale per le tasse digitali e le tasse minime”.

Il commissario all’Economia dell’Unione Europea Paolo Gentiloni ha detto che è un passo avanti per raggiungere un accordo, e così ha fatto il ministro dell’Economia italiano Daniele Franco. Il signor Donohue non ha affrontato la questione pubblicamente a Lisbona.

Due funzionari dell’Eurozona hanno affermato durante la riunione che l’offerta degli Stati Uniti troverà ampio sostegno nella più ampia Unione Europea. “Il tasso del 15 per cento sarà accettabile per tutti gli Stati membri dell’UE, compresi Lussemburgo e Irlanda”, ha detto un funzionario.

Parlando ai giornalisti a Tokyo, il ministro delle finanze giapponese Taro Aso ha affermato che la proposta degli Stati Uniti rappresenta un progresso, sebbene siano necessari ulteriori colloqui. Ha detto che si aspetta un passaggio verso accordi globali, inclusa una tassa digitale, alla riunione estiva del G20, ma che gli accordi finali potrebbero non aver luogo fino alla fine dell’anno.

Camera americana

Separatamente, un sondaggio condotto dalla Camera americana e pubblicato venerdì ha mostrato che quattro irlandesi su cinque credono che le società statunitensi siano importanti per il futuro della repubblica, mentre il 94% afferma che queste società saranno vitali per la ripresa economica.

Circa tre quarti degli intervistati ha affermato che le tasse basse hanno aiutato ad attrarre le multinazionali qui, ma il 63% ritiene che la qualità dei lavoratori irlandesi sia la ragione principale per cui le aziende statunitensi hanno investito qui.

READ  Fonti: la Gran Bretagna preme per sanzioni contro i talebani durante la riunione del G7

Tuttavia, il 63% degli intervistati ha sottovalutato il numero di persone che lavorano per le aziende statunitensi, affermando che era inferiore a 100.000 e non il numero effettivo di 180.000.

Il presidente della Camera americana Gareth Lambie, presidente e vicepresidente del gigante dei social media Facebook in Irlanda, ha detto che il sondaggio ha mostrato che il pubblico sostiene il contributo delle aziende americane al paese. Rapporto aggiuntivo: Bloomberg

Find us on

Latest articles

- Advertisement - spot_imgspot_img

Related articles

40 La migliore hp 250 g5 del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore hp 250 g5? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore mac black friday del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore mac black friday? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore ps4 lettore multimediale del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore ps4 lettore multimediale? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore samsung galaxy s4 del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore samsung galaxy s4? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore autofocus del 2022 – Non acquistare...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore autofocus? I professionisti hanno compilato un elenco dei...

40 La migliore panasonic microonde del 2022 – Non...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore panasonic microonde? I professionisti hanno compilato un elenco...