HomeEconomyI film Matilda e Barbie mostrano la fattibilità commerciale dell’uguaglianza di genere

I film Matilda e Barbie mostrano la fattibilità commerciale dell’uguaglianza di genere

La famiglia Telly non è stata l’unico fenomeno incentrato sulle donne che ha catturato i nostri cuori nelle ultime settimane. IL Barbie Il film ha catturato lo spirito del tempo e ha mandato in tempesta l’Australia e il mondo. L’umile bambola di plastica, che ha lavorato in più di 200 professioni (compresi recentemente ruoli orientati alle discipline STEM), è diventata un faro rosa brillante di speranza per donne e ragazze.

I dati al botteghino parlano da soli: Barbie È ufficialmente il film di maggior incasso dell’anno e il film di maggior incasso diretto da una donna.

tra Tellez e BarbieCi sono certamente giustificazioni economiche e commerciali per gli sport femminili e i contenuti pro-femministi. I numeri tornano. Non sorprende che una storia simile si stia svolgendo nel mondo degli affari.

Pronto a cambiare?

In qualità di nuovo CEO del Chief Executive for Women (CEW), comincio a chiedermi se siamo finalmente pronti a realizzare un cambiamento reale quando si tratta di realizzare i benefici dell’uguaglianza di genere.

Il settimo mercoledì annuale Censimento dei dirigenti senior delle donne CEO Rilasciato per monitorare i progressi annuali della rappresentanza delle donne nei team di leadership senior delle più grandi società ASX australiane.

Anche se la necessità di team dirigenziali equilibrati tra uomini e donne è chiara, resta il fatto che il 91% degli amministratori delegati in Australia sono uomini. Ci sono più CEO con i nomi David, Mark e Michael del numero totale di CEO donne nell’ASX 300.

Tuttavia, c’è stato un miglioramento nei dati del 2022, che indicavano che ci sarebbero voluti 100 anni per raggiungere la parità di genere nei ruoli di CEO nell’ASX 200. Questo è arrivato a una traiettoria che dura fino a 50 anni. Tuttavia, se continuiamo ad avanzare al ritmo attuale, è molto improbabile che riusciremo a raggiungere l’uguaglianza di genere nel corso della mia vita.

READ  L'export di vino italiano supera i livelli pre-pandemia

Esistono prove evidenti del fatto che accelerare i nostri progressi nel raggiungimento dell’equilibrio di genere alla fine va a vantaggio di tutti. E con tutte le sfide economiche e sociali che il nostro Paese deve affrontare, so che una maggiore partecipazione delle donne alla forza lavoro e una maggiore rappresentanza ai tavoli decisionali è la soluzione ovvia.

Il business case che spinge i leader aziendali ad accelerare il cambiamento è chiaro. Sappiamo che l’uguaglianza di genere porta a maggiori profitti, migliori risultati ESG e performance aziendali superiori.

Tre azioni principali

In qualità di presidente del CEW, invito le imprese australiane a prendere sul serio l’uguaglianza di genere. Inoltre, suggerisco che le aziende australiane intraprendano tre azioni per accelerare il cambiamento e raggiungere l’uguaglianza di genere nel prossimo decennio.

Innanzitutto, stabilisci obiettivi con reale responsabilità. Le aziende con obiettivi di genere con un rapporto pari o superiore a 40:40 hanno tre volte più probabilità di raggiungere l’equilibrio di genere rispetto a quelle senza obiettivi.

In secondo luogo, creare canali di dirigenti e team di leadership con pari rappresentanza di uomini e donne. Anche se otto su dieci di questi ruoli sono occupati da uomini, occorre aumentare la rappresentanza delle donne. Se non riusciamo a farlo, non saremo mai in grado di raggiungere l’equilibrio di genere ai massimi livelli delle imprese australiane.

Infine, dobbiamo assicurarci di avere luoghi di lavoro inclusivi, flessibili e rispettosi che favoriscano le donne leader. Abbiamo bisogno che le donne si sentano supportate per continuare il percorso e prosperare.

Se la febbre di Matilda e il successo al botteghino di Barbie non fossero sufficienti a spronare le aziende australiane a intraprendere azioni concrete per promuovere l’uguaglianza di genere, forse dovrebbero considerare questo fatto: rimuovere le barriere alla piena ed equa partecipazione delle donne all’attività economica può potenzialmente generare 128 miliardi di dollari in valore per l’economia ogni anno.

READ  Icona dei Royal Caribbean Seas: perché tutti parlano di questa foto virale della nave da crociera più grande del mondo

Un futuro in cui ci sia un numero uguale di amministratori delegati come Michael e Matilda, Bob e Barbie, Tom e Tilly, è un futuro economico migliore per tutti noi.

Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News