SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Daniel Ricciardo cade nelle qualifiche del Gran Premio dell’Azerbaigian, Max Verstappen, Lewis Hamilton, Lando Norris

Sabato c’è stato il caos al Gran Premio dell’Azerbaigian, con diverse vetture che si sono schiantate durante una caotica sessione di qualifiche a Baku.

Lance Stroll e Antonio Giovinazzi sono andati a sbattere contro il muro alla curva 15 in Q1, costringendoli a uscire dalle qualifiche e mandando la loro vettura in fondo alla griglia per la gara di domenica.

Trasmetti in streaming tutte le prove, le qualifiche e le gare del FIA Formula One World Championship™ 2021 in diretta e on demand su Kayo. Nuovo per Kayo? Prova subito 14 giorni gratis>

Ma purtroppo l’australiano Daniel Ricciardo ha subito la stessa sorte alla fine del secondo quarto, andando a sbattere contro un muro alla curva tre.

Nel frattempo, Charles Leclerc della Ferrari ha preso il comando in vista della gara di domenica, affiancato dal campione di Formula 1 Lewis Hamilton in prima fila.

x 1

È stato Lance Stroll a cadere per primo vittima della famigerata curva 15, bloccando il canadese prima di lanciare la sua ruota anteriore destra nel parafango e causando una bandiera rossa.

Passò appena un minuto prima che Stroll colpisse la barriera.

L’incidente di Stroll ha dato al pilota della Williams George Russell e al suo team di meccanici un’opportunità d’oro per preparare la sua auto dopo aver perso potenza e aver perso olio. L’auto ha richiesto un cambio completo dell’unità di potenza e la gravità della situazione ha richiesto che il collega meccanico Russell, Nicholas Latifi, si impegnasse e aiutasse a preparare l’auto per la qualifica.

È stato a dir poco un duro sforzo da parte di tutte le persone coinvolte per portare la macchina di Russell in pista per dargli una possibilità di qualificazione. Il britannico non si è mai qualificato dal suo compagno di squadra e cercherà di continuare questa tendenza a Baku.

READ  Manchester City e Chelsea si preparano per l'ultima prova della finale di Champions League

Anche Antonio Giovinazzi dell’Alfa Romeo è caduto in fallo nel 15° round, togliendosi dalle qualifiche appena sei minuti dopo l’inizio della prima sessione.

Stroll e Giovinazzi partiranno dal fondo della griglia, con grande dispiacere dei loro team manager e meccanici.

Dieci piloti hanno avuto la fortuna di segnare il tempo prima che Giovinazzi si autoeliminasse dalle qualifiche.

Ma per i restanti otto, questa è stata l’ultima possibilità della berlina poiché il tempo a disposizione ha fornito solo un’opportunità significativa per registrare un tempo di qualifica competitivo.

Q2

La Q2 è scesa con una partenza calda direttamente dai box.

Sergio Perez della Red Bull si stava preparando a uscire dai box, ma l’Aston Martin di Sebastian Vettel è caduta proprio davanti a lui, e il messicano non ne è stato contento.

Per un fugace momento, sembrò che anche l’auto di Esteban Ocon avrebbe condiviso lo stesso destino con Stroll e Giovinazzi, ma le sue ruote baciarono a malapena il parafango e ne uscirono relativamente illese.

A meno di un minuto dalla fine della sessione, Ricciardo ha schiantato la sua McLaren contro un muro alla curva 3, provocando un’altra bandiera rossa.

“Un’enorme delusione per Daniel e noi, soprattutto dopo il passo in avanti che abbiamo visto di poter fare questo fine settimana”, ha dichiarato il team principal della McLaren Andreas Seidl. Sky Sport.

L’errore fatale di Ricciardo ha distrutto il giro del pilota veterano Sebastian Vettel, che ha espresso la sua frustrazione dopo che gli è stato detto di aver terminato P11.

Q3

Se pensavi che il caos si sarebbe fermato nel terzo quarto, ti sbaglieresti di grosso.

READ  Bob Fulton, Funerali di Stato, Ray Hadley, Die, Great Rugby League

Ma altre due vetture sono finite nel muro alla curva 15, quando Yuki Tsunoda su Alpha Torri e Carlos Sainz su Ferrari hanno imposto la quarta bandiera rossa a Baku.

Il caos tardivo ha visto Charles Leclerc della Ferrari strappare il primo posto nella seconda gara di fila con l’aiuto delle bandiere rosse.

“Era preciso come pensavo”, ha detto Leclerc dopo la sessione.

“Non mi aspettavo di essere competitivo come lo siamo oggi, pensavo di migliorare prima della bandiera rossa, ma sono comunque contento”.

Nel frattempo, Max Verstappen della Red Bull era nel bel mezzo di un giro molto veloce quando la sessione si è conclusa prematuramente, il che gli ha sicuramente impedito di prendere il centro della scena.

“Stupido qualificato per essere onesto. Comunque, questo è quello che è”, esasperato Verstappen.

“Succede sempre, ma non mi interessa… è un circuito cittadino, quindi può succedere”.

La quarta bandiera rossa durante le qualifiche ha eguagliato il record di tutti i tempi per una sessione di Formula 1.

Rete del Gran Premio dell’Azerbaigian

Riga 1: Charles Leclerc (Red Bull) / Lewis Hamilton (Mercedes)

Riga 2: Max Verstappen (Red Bull) / Pierre Gasly (AlphaTauri)

Riga 3: Carlos Sainz (Ferrari) / Lando Norris (McLaren)

Quarta fila: Sergio Perez (Red Bull) / Yuki Tsunoda (AlphaTauri)

Quinta fila: Fernando Alonso (Alpino) / Valtteri Bottas (Mercedes)

Riga 6: Sebastian Vettel (Aston Martin) / Esteban Ocon (Alpino)

Riga 7: Daniel Ricciardo (McLaren) / Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)

8° fila: George Russell (Williams) / Nicholas Latifi (Williams)

9a fila: Mick Schumacher (Haas) / Nikita Mazepin (Haas)

Riga 10: Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo) / Lance Stroll (Aston Martin).

READ  Daniel Ricciardo si scontra con il compagno di squadra Lando Norris