HomeTechCSIRO e Google collaborano per creare prototipi di inverter grid shaping -...

CSIRO e Google collaborano per creare prototipi di inverter grid shaping – Rivista indiana pv

Gli scienziati dell’Australian National Science Agency e il reparto di ricerca e sviluppo di Google nel settore dell’elettricità hanno sviluppato un nuovo inverter intelligente che, secondo loro, è quasi due volte più veloce e circa il 50% più efficiente rispetto agli inverter commerciali esistenti.

Dalla rivista pv australia

Un team di scienziati della Commonwealth Scientific and Industrial Research Organization and Tapestry, parte di Google

Il nuovo prototipo dell’interruttore, che si basa sulla tecnologia di intelligenza integrata utilizzata nei veicoli elettrici e nei droni a guida autonoma, è dotato di sensori di segnale e filtraggio del segnale, nonché di software di modellazione di griglie e microreti, ha affermato l’Organizzazione per la ricerca scientifica e industriale del Commonwealth.

Gli scienziati hanno affermato che ciò consente agli inverter di comunicare con altri dispositivi sulla rete come pannelli solari, batterie e generatori tradizionali per rilevare con maggiore precisione tensioni e correnti, oltre ad agire su queste informazioni per mantenere la stabilità della rete.

John Ward, direttore della ricerca sui sistemi energetici del CSIRO, ha dichiarato: “Questa capacità è fondamentale poiché i generatori alimentati a carbone e gas escono dal sistema e risorse rinnovabili più dinamiche e imprevedibili come il solare e l’eolico entrano nella rete.

“A differenza dei loro predecessori meno agili, gli inverter di rete sono in grado di comunicare con la rete. Possono determinare con precisione quando la distribuzione di energia deve essere aumentata”, ha aggiunto.

I team hanno affermato che i test di laboratorio hanno dimostrato che il loro prototipo può coordinarsi con i dispositivi in ​​rete per mantenere la stabilità, può essere più economico del 50% da produrre e non compromette l’efficienza di conversione. Il prototipo ha le dimensioni di un laptop e produce 300 kilowatt, che si traducono in una capacità di 164 inverter attualmente disponibili sul mercato.

READ  Struttura trasformabile 4D ispirata alla struttura di una stella marina

Leo Casey, capo scienziato di Tapestry che ha progettato il prototipo dell’interruttore intelligente, ha affermato che l’aumento di capacità è dovuto al passaggio dal silicio utilizzato negli interruttori tradizionali al carburo di silicio, una mossa che ridurrebbe anche i costi grazie alla sua capacità di resistere a temperature elevate temperature di funzionamento e una tensione migliore rispetto ai dispositivi a base di silicio.

Contenuti popolari

“Abbiamo progettato un inverter che ha una densità di potenza superiore di circa il 50% con tempi di risposta più rapidi di circa il 50% e un’efficienza del 99%, il tutto a un costo che è circa la metà di quello di un inverter commerciale tradizionale”, ha affermato.

La fase successiva del progetto includerà l’esplorazione di opportunità di partnership con le società di distribuzione di energia per implementare gli inverter sul campo per testare le loro prestazioni nel mondo reale.

Stephen Craig, capo della Smart Energy Mission presso l’Organizzazione per la ricerca scientifica e industriale del Commonwealth, ha affermato di aspettarsi che gli operatori delle reti di distribuzione elettrica e gli enti esterni come gli operatori delle centrali elettriche virtuali siano interessati alla tecnologia, considerando che la tecnologia degli inverter di rete sarà vitale per gestire il flusso di energia rinnovabile nella rete elettrica tradizionale per evitare… eccesso di offerta, rispondere alla domanda ed eliminare le interruzioni.

“L’Australia è attualmente ricca di energia rinnovabile, ma gran parte di essa viene sprecata a causa della nostra incapacità di sfruttarla in modo efficace”, ha affermato. “In futuro, avremo bisogno di una tecnologia in grado di migliorare la stabilità della rete, aumentare l’efficienza, integrare lo stoccaggio dell’energia e consentire il monitoraggio e il controllo remoto”.

Riccardo Auriemma
Riccardo Auriemma
"Esperto di Internet. Fan della TV. Analista esasperatamente umile. Pioniere di Twitter impenitente. Fanatico del caffè freelance."
Must Read
Related News