HomeWorldCosa ha realizzato AUKUS nell’ultimo anno?

Cosa ha realizzato AUKUS nell’ultimo anno?

Questa è la seconda storia di una serie in due parti su come la US Submarine Force è stata coinvolta nell’Alleanza tripartita AUKUS. clicca qui Per leggere la prima storia.

L’Australia non lo accetterà Il primo sottomarino a propulsione nucleare fino al 2032Ma l’Australia e gli Stati Uniti stanno già addestrando gli ufficiali e i marinai che gestiranno la nave d’assalto classe Virginia e i civili che ne manterranno la manutenzione.

“Abbiamo otto anni e mezzo per crearne uno australiano [commanding officer] In genere ci vogliono 16 anni, ha affermato Dan Packer, direttore delle forze sottomarine navali presso AUKUS.

Considerati i rischi – con gli Stati Uniti che vendono per la prima volta una nave a propulsione nucleare a un altro paese e l’Australia che fa la sua prima incursione nel settore dell’energia nucleare – Packer ha affermato che è importante non affrettare la formazione e lo sviluppo degli ufficiali. Ha osservato che deve procedere deliberatamente, con pochi tempi morti tra una missione e l’altra in mare.

L’Australia ha otto ufficiali nel gruppo di addestramento inaugurale a partire dal 2023. Tre di questi otto entreranno in un percorso di addestramento accelerato e uno di loro sarà alla fine il primo ufficiale comandante australiano di classe Virginia, anche se la Marina non è ancora interessata a questo. . Decidere chi sarà, ha detto Packer durante una crociera del 4 aprile a bordo del sottomarino classe Virginia Delaware.

“Finiranno l’oleodotto quest’anno. E poi andranno sulla loro prima barca per un viaggio di due anni. E poi, ‘Li riporteremo a Groton'”, ha detto. [Connecticut], per tornare alla sede del dipartimento, e poi ritorneranno direttamente su un’altra barca. Normalmente le persone si alternano tra mare e spiaggia, ma i tour in spiaggia sono stati in gran parte eliminati dal programma di allenamento accelerato.

Questi tre ufficiali intraprenderanno quindi un tour di due anni in Australia, frequentando corsi di comando australiani e statunitensi – e poi, nel 2032, uno di loro sarà l’ufficiale in comando del sottomarino che salperà dagli Stati Uniti all’Australia, abbassando la portata degli Stati Uniti. bandiera. , issa la bandiera australiana e diventa l’ammiraglia di una flotta australiana sovrana a propulsione nucleare.

READ  I brasiliani fluttuano per le strade allagate mentre i fiumi si gonfiano nell'Amazzonia

“Attualmente, la forza sottomarina australiana conta circa 800 membri. “Lo porteremo a 3.000”, ha detto Packer. “Comprendiamo esattamente quante persone dobbiamo accogliere [into the American training pipeline]. Quest’anno ospiteremo 17 ufficiali, 37 arruolati nucleari e 50 arruolati non nucleari. Lavoreremo per aumentare questo numero ogni anno”.

La parte impressionante di questo piano di formazione non è la quantità, ha affermato Packer. È un dato di fatto che questi marinai e ufficiali saranno pienamente integrati negli equipaggi dei sottomarini d’attacco statunitensi fino al momento in cui l’Australia non potrà stabilire una propria linea di addestramento in patria.

Ad un certo punto, ha detto, la Marina americana avrà 440 australiani su 25 sottomarini d’attacco, con ciascun equipaggio composto da due o tre ufficiali australiani, sette arruolati nucleari e nove marinai non nucleari.

“Questo è qualcosa che non è mai successo prima”, ha aggiunto. “Li integriamo al 100% nel nostro equipaggio, da una prospettiva completa e assoluta. Faranno tutto ciò che facciamo noi” mentre lavorano a bordo dei sottomarini.

Vittorie a breve termine in uno sforzo a lungo termine

La formazione del personale in uniforme è solo una parte di un’ondata di attività industriali, legislative e di acquisizione che hanno avuto luogo da quando è stato elaborato il piano AUKUS in tre fasi nel marzo 2023.

I leader hanno avvertito di avere pazienza Durante una recente tavola rotondaHa affermato che i tre paesi, che hanno processi legislativi e di bilancio separati, stanno tutti cercando di lavorare in parallelo per gettare le basi per un’alleanza sottomarina trilaterale di successo.

READ  Si ritiene che le ossa di Tryphon Beach appartengano a un marinaio naufragato

“È molto facile lasciarsi prendere dal panico a breve termine. Questi sono obiettivi a lungo termine”, ha affermato il vice ammiraglio Martin Connell, comandante della Royal Navy britannica.

Ha aggiunto che i prossimi traguardi di AUKUS non possono aspettare finché tutti i soldi e i poteri non saranno a disposizione; “Dobbiamo agire in modo sensato” e portare a termine tutto ciò che può essere fatto ora, mentre il resto passa attraverso gli organi legislativi e i processi di bilancio.

Ad esempio, nell’industria, “si possono vedere i componenti che entreranno nel SSN-AUKUS” alla fine degli anni ’30, ha detto, riferendosi al progetto del sottomarino d’attacco che sia il Regno Unito che l’Australia costruiranno.

Il ministro australiano dell’Industria della Difesa, Pat Conroy, ha aggiunto durante la sessione che il suo Paese si è già impegnato a spendere 4,7 miliardi di dollari australiani (3,1 miliardi di dollari americani) per ridurre il ritardo nella fabbrica Rolls-Royce, che costruisce centrali nucleari.

“Quando le persone si sentono frustrate, dico che attualmente vengono prodotte parti per un sottomarino che non sarà in acqua [until] 2042. Credo che il bilancio e la volontà del governo ci siano; “Dobbiamo solo implementarlo in modo coerente e sistematico”, ha affermato.

Ci sono molti altri elementi che sono stati realizzati lo scorso anno:

  • A dicembre, gli Stati Uniti e l’Australia hanno finalizzato un caso di vendita militare estera per l’acquisto di attrezzature per l’addestramento sottomarino, compresi i simulatori, per supportare la creazione nel 2027 della Western Rotary Submarine Force presso la base australiana HMAS Stirling. Secondo una dichiarazione congiunta rilasciata ad aprileAd aprile sono stati assunti i primi pullman. I sistemi supporteranno i marinai statunitensi assegnati alla forza di rotazione e i marinai australiani che impareranno a gestire imbarcazioni di classe Virginia prima della vendita del 2032.
  • Il Congresso degli Stati Uniti ha approvato diverse misure vitali nel Fiscal 2024 National Defense Authorization Act, tra cui l’AUKUS Submarine Transfer Authorization Act che consente la vendita di imbarcazioni in Australia. Anche l’Australia ha adottato alcuni importanti passi legislativi: l’Australian Offshore Nuclear Power Safety Bill 2023 e l’Australian Offshore Nuclear Power Safety (Disposizioni transitorie) Bill 2023 sono stati presentati al Parlamento australiano a novembre ma devono ancora essere approvati.
  • Nel mese di marzo, il primo gruppo di 20 dipendenti dell’industria australiana ha completato tre mesi di formazione presso il cantiere navale navale e l’impianto di manutenzione intermedia a Pearl Harbor, nelle Hawaii.
  • A gennaio, 37 marinai australiani hanno fatto rapporto alla compagnia sottomarina americana Emory S. Land a Guam per prepararsi allo schieramento della nave sull’HMAS Stirling – dove quest’estate condurrà la prima manutenzione disponibile su un sottomarino americano con una squadra di manutenzione congiunta statunitense e australiana.
  • Packer ha affermato che, sebbene il presidente degli Stati Uniti Joe Biden avesse dato l’ordine di vendere sottomarini a propulsione nucleare all’Australia, c’era ancora un po’ di fastidio per gli effetti di secondo ordine, inclusa la necessità di fornire all’Australia “attrezzature di crittografia o librerie di guerra elettronica o di targeting”. dati. o anche BatimetriaPacker e il suo team stanno lavorando con altre agenzie governative per aprire la strada alla condivisione di questi elementi e informazioni sensibili con l’Australia, in modo che possano utilizzare appieno i sottomarini che acquisteranno e riceveranno nel prossimo decennio.
Italo D'Amore
Italo D'Amore
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News