HomeentertainmentChastain contro Sarsgaard, Ethan Hawke e Michael Keaton in diretta

Chastain contro Sarsgaard, Ethan Hawke e Michael Keaton in diretta

L’edizione 2023 del Toronto International Film Festival è iniziata il 7 settembre e durerà fino al 17 settembre.

memoria

memoria

memoria, l’ultimo film del regista messicano Michel Franco, debutta all’AA Meeting. “Mi ricordo”, dice ogni membro mentre ricorda la sua relazione con Sylvia (Jessica Chastain). Ha 13 anni, una madre single con una figlia adolescente. Vivono in un brutto quartiere ma in un appartamento pulito con molte serrature e un sistema di sicurezza ad alta tecnologia. Sylvia lavora in un asilo nido per adulti e ha uno stretto rapporto con sua sorella, che insiste affinché partecipi alla riunione del liceo. Silvia resiste. Scopriremo il motivo entro la fine del film. Sola e sobria, ha lasciato presto la festa, seguita da un (presunto) ex collega. Sylvia aspetta fuori dal suo appartamento tutta la notte e al mattino, quando chiama un numero che ha trovato nel suo portafoglio, scopre che il suo nome è Saul (Peter Sarsgaard) e che soffre di demenza precoce.

Le offerte portano a memoria. Come Sylvia, Chastain è tesa e triste. È apertamente risoluta nel proteggersi dai pericoli, ma è anche guidata dal desiderio. Il suo linguaggio del corpo è duro e chiuso ma tradisce un desiderio profondamente radicato di essere amata. Sarsgaard, che ha vinto un premio di recitazione per il ruolo a Venezia, interpreta Saul con sensibilità. Prende la confusione e i vuoti di memoria di Saul e li rivolge verso l’interno. Lui è silenzioso e la sua concentrazione vacilla. Tuttavia, la sua performance è piena di vulnerabilità, un’apertura che oscilla tra la disperazione e la calma. Il film presenta ottime interpretazioni da parte dei personaggi secondari, in particolare Merit Wever, che interpreta la sorella di Sylvia, Olivia, e l’esasperante brava Jessica Harper nei panni della loro madre, una severa casalinga dell’era “Al passo con i Jones”.

Per un film che sembra particolarmente pronto per un Oscar, memoria Evita molte insidie. Il percorso della narrazione spesso conduce lungo strade inaspettate, e i realizzatori tendono ad essere più moderati che ampollosi. Tuttavia, lo scenario, che si basa così tanto su questioni di memoria e identità, si adatterebbe meglio a una forma più espressiva e meno realistica. Il tono sembra fuori posto e la progressione narrativa a volte può sembrare goffa e persino imbarazzante. (Justin Smith)

La memoria attualmente non ha una data di rilascio.

Knox se ne va

Knox se ne va Recensione TIFF
Knox se ne va

Sebbene non ci sia nulla di nuovo in termini di attori diventati registi, la lineup del TIFF 2023 include non meno di 10 attori, molti dei quali per la prima volta. Tra questi c’è il primo film mediocre di Michael Keaton Knox se ne va, su un killer professionista che perde la memoria. Un progetto vanitoso che permette a Keaton di interpretare un genio brillante con un lavoro malato, dandogli anche l’opportunità di interpretare il ruolo “impegnativo” di un uomo con una malattia in rapido peggioramento. Knox se ne va Sembra un film TV di serie B. Il film si apre con musica jazz che sembra essere stata presa direttamente da un archivio esente da diritti d’autore, e John Knox va in un ristorante dove mangia regolarmente con il suo amico e socio in affari. Si prendono in giro a vicenda per le loro cattive abitudini e danno alcune delle performance più emozionanti che vedrai in un film importante quest’anno.

READ  Cinema sotto le stelle - Bollettino di Manila

Niente a riguardo Knox se ne va Si sente premuroso o ben pensato. Strutturato in modo simile a Nolan souvenir, il film può essere inteso come un mistero elaborato in cui ci si aspetta che il pubblico rimanga con il fiato sospeso per vedere come tutti i diversi fili si uniscono. Tuttavia, il film non assomiglia alla realtà e non si appoggia al mondo del cinema nero. Sembra un episodio di basso profilo di un programma televisivo poliziesco di livello C guardato da mezza America ma di cui probabilmente non hai mai sentito parlare. Ufficialmente il film manca di eleganza e di intenti. I personaggi sono sottili e sembrano le fantasie di un ragazzo appena uscito dal liceo che ha visto un film di gangster ambientato da Scorsese e lo ha frainteso. I personaggi adulti sembrano irreali, le loro lotte sono completamente separate da qualsiasi realtà emotiva. Se il film è guardabile, è perché presenta un cast pieno di carisma, in particolare Al Pacino, Marcia Gay Harden e James Marsden in ruoli secondari comodi, se non sottosviluppati. Tuttavia, la maggior parte del cast sembra rigida, incluso Keaton. E’ un film deprimente e senza senso. saltalo. (Justin Smith)

Knox Goes Away attualmente non ha una data di uscita.

Mutazione umana 3

Recensione TIFF di Human Surge 3
Mutazione umana 3

Mutazione umana 3, il viaggio ipnotico di Eduardo Williams nel mondo digitale, offre una straordinaria esplorazione del nostro mondo interconnesso. In questo viaggio cinematografico, tre gruppi di amici provenienti da angoli remoti del mondo – Sri Lanka, Taiwan e Perù – vagano attraverso i loro ambienti misteriosi, intrecciando gradualmente le loro storie in una passeggiata collettiva. La scelta di Williams di saltare il tradizionale sequel e di andare direttamente al “3” esemplifica la sfida del film alle norme stabilite.

La forma del film è accattivante quanto il suo contenuto, girato utilizzando una telecamera pionieristica a 360 gradi e fondendo realtà, fantasia e surrealismo. Williams trasforma questo aggeggio in uno strumento di narrazione, creando un paesaggio onirico coinvolgente. Il dialogo, che sembra sconnesso ma a volte inquietante e profondo, permea il film. Il sound design, che, secondo Williams, viene catturato in modo naturale ma manipolato artificialmente e migliorato in post-produzione, ha una sensazione quasi binaurale 3D che rende i suoni ambientali e i paesaggi sonori molto presenti e chiari all’interno dell’ambiente spaziale 3D. I personaggi attraversano spazi fisici virtuali e le loro conversazioni riecheggiano la dissonanza e la connessione della nostra era digitale. Il gusto di Williams sta nel presentare il mondo digitale non come una mera illusione, ma come una realtà parallela alle proprie realtà.

READ  Sony fissa le date di uscita di "Wolfs" e "Artemis"

Mutazione umana 3 Va oltre la narrazione tradizionale, confondendo i confini tra documentario e finzione. La narrativa frammentata del film sfida gli spettatori ad abbracciarne la bellezza disordinata. Una sinfonia di esperienze visive e uditive, il film cattura l’essenza del nostro mondo interconnesso, quasi come un dialogo fisico simile a una chat room tra persone provenienti da tutto il mondo ma esistenti nello stesso spazio fisico virtuale. È un viaggio non convenzionale attraverso paesaggi che diventano reali e virtuali, riecheggiando la nostra esistenza nel 21° secolo, dove gli schermi mediano le nostre percezioni. Per coloro che cercano la narrazione tradizionale, questo capolavoro rivoluzionario potrebbe rappresentare una sfida. Ma per chi vuole esplorare le acque inesplorate del cinema contemporaneo, Mutazione umana 3 È un’esperienza incantevole e che altera la mente.

La creatività di Eduardo Williams è un invito a sognare, ad abbracciare le possibilità del cinema mentre si evolve, riflettendo il panorama in continua evoluzione della nostra era digitale. In un mondo in cui i confini sono sfumati e gli schermi modellano la nostra realtà, Mutazione umana 3 È una testimonianza delle possibilità illimitate del cinema. (Chico Perez Smith)

Human Surge 3 non ha attualmente una data di rilascio specifica

Gatto selvatico

Recensione TIFF di Wildcat
Gatto selvatico

Sovvertendo i cliché biografici familiari, Ethan Hawke interpreta sua figlia Maya Gatto selvatico – Esame della vita e dell’opera dell’autrice Flannery O’Connor. In parte autobiografico, il film è anche diviso in brevi estratti da varie antologie, portando sullo schermo la pungente narrativa gotica di O’Connor. All’inizio è difficile non sentirsi schiacciati contro il muro. Il film sembra semplice, riducendo la poesia a qualcosa di piuttosto letterale e concreto. Il confine tra artificio e naturalezza viene enfatizzato eccessivamente mentre i “personaggi” rompono la quarta parete, passando attraverso varie linee di dialogo, con un’enfasi sulla penna di O’Connor, la scrittrice che si fa strada attraverso la storia. A prima vista, il film, di una sgradevole tonalità di cobalto e azzurro cielo, sembra eccessivamente ambizioso: sembra impossibile che né la prosa di O’Connor né il suo genio possano tradursi sullo schermo.

Tuttavia, man mano che il film avanza, ti avvolge. Maya Hawke regala una delle migliori performance dell’anno. Si sente come una donna combattuta. È risoluta e timida, una credente tormentata dal dubbio, una scrittrice che desidera la solitudine e una donna che desidera la connessione. Hawke cattura sia la sua vulnerabilità che la sua forza, con la sua voce lamentosa, devota, profonda e bella. Man mano che il film procede, esamina l’impatto della diagnosi di lupus di O’Connor e della sua spiritualità sul suo lavoro. Il film brilla in questi momenti, scambiando facili spiegazioni di causa ed effetto per creare qualcosa di spinoso e sradicato dalla chiara causalità. Piace Gatto selvatico Esamina come l’idea della sofferenza diventa centrale nel suo lavoro e nella sua fede, mentre il lavoro di O’Connor diventa sempre più evidente. Sebbene gravemente imperfetto, c’è qualcosa di originale e genuino nell’approccio di Hawke al materiale. È un film che non sempre funziona, ma quando lo fa cattura la sensualità tormentata e il carattere imperfetto di O’Connor. (Justin Smith)

READ  L'industria cinematografica italiana si unisce per esprimere la propria preoccupazione per i ritardi nei finanziamenti pubblici che hanno bloccato la produzione

Nessuna chimera

Recensione TIFF La Chimera
Nessuna chimera

In un panorama culturale ossessionato dall’assorbimento dell’arte come contenuto, il pubblico è addestrato a consumare l’arte come una bestia insaziabile, e gli artisti che preferiscono intraprendere la strada pittoresca sono minacciati dal loro piacere, convenzione e conformità. Con l’ultimo, Nessuna chimera, presentato in anteprima all’inizio di quest’anno a Cannes, la regista italiana Alice Rohrwacher ci accompagna in uno di questi viaggi. Il film segue un gruppo di becchini che saccheggiano antichi cimiteri nella campagna italiana, guidati da un vero inglese, Arthur (Josh O’Connor), che si strugge per il suo amore perduto. Piace Nessuna chimera In apertura, Arthur è stato recentemente rilasciato dalla prigione. Va a vivere con la madre della sua amante (interpretata dalla sempre deliziosa Isabella Rossellini), e ripete i suoi misteriosi crimini spirituali.

Il film è stato girato in diversi formati cinematografici, tra cui 35 mm, 16 mm e Super 16, confondendo il confine tra la veglia e la vita da sogno, così come tra passato e presente (il film è ambientato negli anni ’80, ma può essere immaginato, colorato costumi a parte, in qualunque… Un tempo prima dei cellulari). Evocando l’atmosfera di un circo e gli stilemi burleschi delle commedie per bambini, il regista Rohrwacher ci trascina nella storia romantica di emarginati sociali in cerca della loro grande occasione. Sembra che la sfortuna non sia mai dalla loro parte, ma ciò non impedisce loro di godersi la vita al massimo. Pur traboccando di canti e danze, il film ha un filo malinconico mentre Arthur vaga saccheggiando tombe alla ricerca dell’impossibile: l’amore perduto. Il film tratta del potere dell’aggressività nell’evocare forti emozioni e di come tutte le cose belle della vita siano in bilico tra sacro e profano: un film poetico ma accessibile sull’amore, la perdita e la memoria. (Justin Smith)

L’uscita di La Chimera è prevista per l’autunno del 2023.

Per saperne di più sul Toronto International Film Festival, visita TIFF sito web.


Per ulteriori informazioni su film e TV, visita il nostro sito Web su film e TV dividere.

Graziella Fazio
Graziella Fazio
"Pioniere televisivo a misura di hipster. Risolutore di problemi. Introverso umile e irritante. Lettore. Studente. Esperto di pancetta sottilmente affascinante."
Must Read
Related News