SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Calcio contro la Cina, qualificazioni ai Mondiali 2022, notizie, punteggio, risultati, Tom Rojic, Aaron Moi, classifica Gruppo B, video, highlights

La squadra australiana ha iniziato la fase finale di qualificazione per la Coppa del Mondo 2022 in grande stile, battendo la Cina 3-0 per estendere la sua striscia di vittorie consecutive a nove partite per la seconda volta nei suoi 99 anni di storia.

Dopo un avvio lento allo stadio climatizzato Khalifa International di Doha, l’Australia ha segnato due volte in poco più di due minuti prima della mezz’ora in un attacco veloce.

E il terzo gol del sostituto Mitch Duke, appena un minuto dall’inizio della partita, ha fatto un risultato confortevole in un record che sarebbe stato più che unilaterale se il Soukirus fosse stato più efficace sotto porta.

La partita sembrava una potenziale buccia di banana, dato che la Cina è andata dietro a una serie di cinque vittorie consecutive e aveva 12 giorni per prepararsi rispetto alle sole due sessioni australiane.

Ma la Cina ha sorprendentemente sottoperformato e la squadra di Socceroos sotto minaccia non è stata minacciata in una performance elettrizzante che ha visto il terzino Callum Elder fare il suo debutto e il ritorno delle superstar Tom Rogic e Aaron Mooy per la prima volta dal 2019.

Guarda le qualificazioni della Coppa del Mondo FIFA 2022 CONMEBOL dal vivo in esclusiva con beIN SPORTS, disponibile su Kayo. Nuovo per Kayo? Prova subito 14 giorni gratis >

Ronaldo batte il record per salvare il Portogallo | 00:50

L’Australia è partita male, premiando ripetutamente la Cina nei primi 10 minuti. Ma la ruggine è svanita dopo che la squadra australiana si è mossa sempre più in avanti, trovando buchi nella difesa cinese grazie a un po’ di grinta.

Una palla da 40 metri del difensore centrale Trent Sainsbury ha incontrato un tiro potente di Auer Mabel al 24′, che non è riuscito a superare il portiere al primo tentativo. Ma Adam Taggart ha raccolto il portiere storto, tagliandolo sul secondo palo di Mbele per sparargli in casa acrobatica.

READ  Il nepalese è in dubbio per il polso rotto del Giro Ditalia

Mabel ha avuto la fortuna di evitare un rigore in porta, alzando le scarpe vicino alla testa del difensore cinese più vicino, ma era euforico dopo il suo quinto gol in 18 partite.

“La amo davvero ogni volta che gioco per il mio paese”, ha detto dopo la partita.

Il suo scatto dal fianco sinistro dietro i difensori centrali è stato un punto culminante durante lo stallo, rivelando che il suo rapporto con Sainsbury era direttamente dal campo di allenamento. “Ci siamo allenati a correre dietro. È un peccato non essere riuscito a finirlo la prima volta quando ha messo il bellissimo passaggio filtrante”.

Ha aggiunto: “Siamo qui per fare la storia, quindi è davvero positivo per i libri, ma ne abbiamo ancora di più e quindi siamo solo all’inizio. Sono entusiasta di quello che faremo. È davvero bello che stia iniziando da mostrare perché siamo qui per fare la storia”.

Poi è stata l’altra ala di Martin Boyle a ricevere un lancio lungo da Tom Tojek, si è lanciato in avanti e si è scatenato dal limite dell’area di rigore nell’angolino basso.

L’Australia è stata piuttosto dominante, con Andy Harper che ha dichiarato nel suo commento che la Cina sembra: “più simile a uccidere per strada”.

Era il quarto gol di Boyle in appena otto partite con i verdeoro.

Gli attaccanti australiani sono stati schierati per tirare ancora e ancora, poiché la Cina non è riuscita a riconfermare il possesso della palla e minacciare il portiere Matt Ryan in alcun modo serio.

La tecnologia Video Assistant Referee ha annullato la richiesta di colpire un fallo di mano con un calcio di rigore australiano, mentre la squadra australiana ha perso una serie di opportunità per aumentare la differenza grazie a giocatori che hanno scelto di tirare piuttosto che giocare con i loro compagni di squadra in posizioni migliori all’interno del rigore la zona.

READ  Dettagli inquietanti dopo la morte della prospettiva NBA

La Cina ha risposto con un doppio cambio alla fine del primo tempo, con Xizhe Zhang al posto di Hao Junmin e il difensore in difficoltà Yu Dabao sostituito da Gang Wang. La Cina ha continuato a suonare i cambiamenti, ottenendo altri tre cambiamenti di un’ora.

L’Australia continua a minacciare ma non riesce a sfondare, prima che Boyle e Adam Taggart uscissero per Aaron Mooy e Mitch Duke rispettivamente al 69′.

Appena un minuto dopo essere entrato, Duke ha martellato a casa da sei yard dopo aver bloccato il tiro di Mabel che è andato dritto all’attaccante veterano. Mabel è stato giocato all’interno dell’area sulla sinistra con un semplice passaggio di Tom Rogic, con la difesa porosa della Cina che ha bloccato ancora una volta il centro.

L’estremo Callum Elder ha fatto il suo debutto dopo essere stato portato in campo al 78′, sostituendo Aziz Bahish. Jimmy Jeju ha preso il posto di Jackson Irvine. Ma a quel punto, la Cina stava in gran parte pregando per il fischio finale.

L’Australia ha continuato a collezionare colpi – 21 in tutto – ma Graham Arnold spera in un terzo posto più accurato dopo un risultato scadente e una decisione che ha assicurato che il risultato fosse rispettabile.

L’Australia si reca quindi ad Hanoi per la partita di martedì sera con il Vietnam.

Nel frattempo, l’Oman ha sbalordito il Giappone con un punteggio di 1-0, uno sconvolgimento colossale che ha già messo a conoscenza il gruppo di qualificazione – e ha lasciato la squadra giapponese costellata di stelle alla ricerca di una grande vittoria sulla Cina.

READ  I Rabbitos del South Sydney schiacciano i Brisbane Broncos 46-0, Bain Haas nel rapporto

Anteprima completa: 10 partite per l’Australia per prenotare un posto in Qatar

Notizie sulla squadra

Graham Arnold ha nominato una rosa allargata di 27 uomini per affrontare la Cina e l’incontro di martedì prossimo con il Vietnam.

Ciò include il ritorno di cinque stelle, tra cui Aaron Mooy e Tom Rogic, che non indossano la maglia verdeoro dalla fine del 2019.

Ci sono anche tre potenziali giocatori per la prima volta: il portiere Paul Izu, il linebacker Callum Elder e il linebacker Ryan Stryn. Compreso questo trio, 14 dei 27 giocatori della squadra hanno fatto meno di 10 presenze con l’Australia, il che è indicativo dell’impegno di Arnold per rinnovare e approfondire l’unità del calcio.

La squadra australiana è tornata sulla linea d’attacco del 4-2-3-1 prediletta da Arnold.

Matt Ryan indossava i guanti nonostante non giocasse dopo essere stato ferito dopo il suo trasferimento alla Real Sociedad in Spagna.

In difesa, l’unico rappresentante della A-League Ryan Grant è partito da terzino destro, con una coppia difensiva centrale composta da Harry Sutter e Trent Sainsbury, e Aziz Bahish a sinistra.

A centrocampo, due hub di Agden Hrotik e Jackson Irvin hanno installato Tom Rogic al centro del loro centrocampo offensivo.

Sulle fasce, Awer Mabil e il risplendente Martin Boyle hanno supportato Adam Taggart come centravanti.