SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Apple sta spingendo avanti con la privacy delle app, nonostante l’opposizione

L’aggiornamento del software che alimenta quasi un miliardo di iPhone in tutto il mondo è stato lanciato lunedì con una funzione di privacy migliorata che i critici temono possa inacidire il mondo della pubblicità online.

Apple inizierà richiedendo ai produttori di app di dire agli utenti quali informazioni di tracciamento desiderano raccogliere e ottenere il permesso per farlo, e di visualizzare quelle che vengono chiamate “etichette di feed private”.

La mossa di Apple, che è in corso da mesi, ha creato un’enorme spaccatura con Facebook e altri concorrenti tecnologici e potrebbe avere importanti implicazioni per la privacy dei dati e l’ecosistema mobile.

Gli annunci digitali sono la linfa vitale dei giganti di Internet come Google e Facebook e sono accreditati per aver pagato un’abbondanza di contenuti e servizi online gratuiti.

Un aggiornamento al software iOS con dispositivi iPhone, iPad e iPod porta con sé un “App Tracking Transparency Framework” che impedisce alle app di tracciare gli utenti o di accedere alle informazioni di identificazione del dispositivo senza autorizzazione.

Apple questa settimana ha dichiarato in un messaggio online agli sviluppatori: “A meno che tu non ottenga l’autorizzazione dall’utente per abilitare il tracciamento, il valore dell’ID annuncio del dispositivo sarà tutto zero e potresti non tenerne traccia.”

Il requisito, che alcuni sviluppatori hanno adottato in anticipo, si applicherà a tutte le app iOS a partire da lunedì, secondo Apple.

– Cambia agente –

L’analista e stratega di Mobile Dev Memo Eric Siufert ha affermato che il nuovo framework di Apple potrebbe “capovolgere” l’economia delle app insieme alla pubblicità digitale in modo più ampio, descrivendo la nuova politica come un “agente di cambiamento”.

READ  Molti paesi utilizzano stampanti 3D per costruire piccole case in pochi giorni Northern Daily Leader

In un post sul blog, Seufert ha affermato: “È impossibile escludere il fatto che la pubblicità digitale su mobile avvenga attraverso ciò che Apple definisce“ tracciamento ”: rimuovere esplicitamente questa attività dall’ecosistema richiederà un cambiamento del modello operativo mobile. “

Con oltre un miliardo di dispositivi iOS in uso attivo in tutto il mondo, il cambiamento nel sistema operativo mobile che rischia di ostacolare l’efficacia della pubblicità digitale potrebbe essere significativo.

Le piattaforme come Facebook o Google che si basano sugli annunci vengono solitamente pagate solo quando qualcuno esegue un’azione come fare clic su un messaggio di marketing.

Gli annunci stanno diventando irrilevanti perché meno informazioni sugli utenti possono significare meno clic e, quindi, meno entrate.

Le app per dispositivi mobili e Internet in generale hanno prosperato fornendo informazioni, giochi, indicazioni stradali e altro ancora gratuitamente, con annunci che portano denaro per mantenere i data center in funzione e flusso di entrate.

Mentre alcune persone che utilizzano iPhone possono autorizzare il monitoraggio, i professionisti del marketing temono che molti sceglieranno la privacy.

Durante una chiamata sugli utili all’inizio di quest’anno, Facebook ha avvertito che il cambiamento di Apple del suo sistema operativo mobile probabilmente renderebbe più difficile il targeting degli annunci.

Il CEO di Facebook Mark Zuckerberg ha dichiarato nella chiamata che Apple è diventata uno dei maggiori concorrenti della sua azienda, attraverso il suo servizio di messaggistica per smartphone rivale e la sua presa sull’App Store, l’unico gateway per iPhone.

“Apple ha tutti gli incentivi a utilizzare la sua posizione dominante sulla piattaforma per interferire con il funzionamento della nostra e di altre app, cosa che fa regolarmente per favorire le proprie app”, ha affermato Zuckerberg.

READ  Apple ha pubblicato un rapporto sul proprio impatto ambientale per il 2021, definendo gli obiettivi futuri per il regno delle informazioni aziendali / digitali

“Apple potrebbe dire che lo fa per aiutare le persone, ma i passaggi seguono chiaramente i loro interessi competitivi”.

Il gigante dei social media ha affermato che le nuove misure del produttore di iPhone sulla raccolta dei dati e sulla pubblicità mirata danneggeranno le piccole imprese.

Il CEO di Apple Tim Cook ha difeso la mossa, affermando in una recente intervista: “Il principio è che un individuo dovrebbe controllare se viene rintracciato o meno; chi ha i propri dati”.

Le app saranno comunque in grado di indirizzare “annunci contestuali” in base a ciò che gli utenti fanno durante le sessioni, pur conservando le informazioni per se stesse.

Secondo l’analista di strategia creativa Carolina Milanesi, i progressi nell’intelligenza artificiale e nell’analisi dei dati dovrebbero aiutare le piattaforme e, attraverso i loro inserzionisti collegati, a indirizzare in modo efficace l’uso di meno dati sugli utenti.

“Gli inserzionisti dovrebbero rimanere in contatto con le persone senza inseguirle, il che è positivo per il consumatore e per i marchi”, ha detto Milanese.

“Penso che Apple abbia ragione; la trasparenza è sempre qualcosa a cui dovremmo aspirare”.

gc / rl