Vita sulla luna di Saturno? Lo studio ha trovato un elemento chiave degli elementi costitutivi biologici

La navicella spaziale Cassini ha visto una delle lune di Saturno, Encelado, sparare getti dal suo polo sud. Gli scienziati hanno utilizzato lo spettrometro di massa ionica e neutra (INMS) su Cassini per studiare i composti presenti in questi getti. Hanno trovato acqua (H2O), anidride carbonica (CO2), metano (CH4), ammoniaca (NH3) e idrogeno (H2) nel materiale escreto. Rilevare componenti minori nei jet è difficile perché molte combinazioni possono corrispondere ai dati dell’INMS.

Uno studio recente ha trovato alcuni importanti composti su Encelado che lo rendono abitabile. Hanno scoperto composti come HCN, C2H2, C3H6 e C2H6, che contribuiscono a rendere un luogo abitabile.

Questo studio congiunto Harvard-NASA, condotto da Jonah Peter, uno studente della Griffin Graduate School of Arts and Sciences, ha trovato cianuro di idrogeno, un gas tossico che è anche una molecola chiave nell’origine della vita, all’interno di un pennacchio di vapore acqueo che emana dalla superficie della luna.

Peter è uno studente laureato in biofisica e ha svolto molte ricerche mentre lavorava al Jet Propulsion Laboratory della NASA con i coautori Tom Nordheim e Kevin Hand. Pietro ha detto, “I nostri risultati mostrano che Encelado ospita alcune delle molecole più importanti necessarie per formare gli elementi costitutivi della vita e mantenerla attraverso reazioni metaboliche”.

“La vita richiede elementi costitutivi come gli amminoacidi e l’acido cianidrico è una delle molecole più importanti e versatili necessarie per formare questi composti”.

Il cianuro di idrogeno è uno strumento versatile per produrre amminoacidi perché le sue molecole possono essere disposte in molti modi.

Gli scienziati hanno anche scoperto che l'oceano nascosto di Encelado, sotto la sua superficie ghiacciata, contiene una fonte vitale di energia sotto forma di composti organici. Alcuni di questi composti presenti sulla Terra sono utilizzati come combustibile dagli organismi viventi.

READ  L'astronauta in pensione Peggy Whitson, 61 anni, tornerà nello spazio con uno speciale volo SpaceX

Encelado non solo soddisfa le condizioni fondamentali per la vita, ma ci fornisce anche informazioni su come si sono formate le complesse molecole necessarie alla vita e sui processi chimici coinvolti.

esaurire Egli ha detto, “Il nostro recente lavoro rivela prove di ulteriori fonti di energia che sono molto più potenti e diversificate rispetto alla produzione di metano: abbiamo trovato una serie di composti organici che sono stati ossidati, suggerendo che ci sono molti percorsi chimici per sostenere la vita nell’oceano sotterraneo di Encelado Questo perché l'ossidazione aiuta nel rilascio di energia chimica.

Anche se non è certo che la vita possa avere inizio su Encelado, recenti ricerche forniscono potenziali percorsi chimici verso la vita che gli scienziati possono sperimentare in laboratorio.

Riferimento alla rivista:

  1. Peter, JS, Nordheim, TA & Hand, KP Rilevamento di HCN e diversa chimica redox nel pennacchio di Encelado. Nat Astron (2023). ID digitale: 10.1038/s41550-023-02160-0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto