Uno studente delle superiori inventa un gioco di fitness cognitivo per la malattia di Parkinson

Uno studente di livello A del Regno Unito ha creato un gioco progettato per migliorare la capacità cognitiva delle persone affette da malattia di Parkinson.

Maryam Naveed, 18 anni, di Windsor, nel sud del Regno Unito, ha avuto l'idea del gioco di fitness cognitivo e ha costruito il prototipo nel tempo libero fuori dalla scuola, dove studia matematica, fisica e chimica.

“Ho scoperto per la prima volta il morbo di Parkinson quando ho scoperto che ne era affetto il famoso pugile Muhammad Ali”, afferma Maryam. “Ho effettuato ricerche e ho scoperto che esistono diversi tipi di morbo di Parkinson, oltre ad altri sintomi, come i problemi di memoria. Considerato quanto il morbo di Parkinson influisce sul movimento, volevo progettare un gioco che non solo fosse divertente, ma che servisse anche un esercizio per migliorare il movimento delle mani e degli occhi.
coordinazione.

“Il mio obiettivo era creare un'esperienza coinvolgente e facile da usare, che influenzasse il design del gioco. Il gioco include una griglia di luci LED con interruttori accanto, disposti in una serie di quattro per quattro quando la luce si accende in modo casuale , il giocatore preme l'interruttore associato, spegnendolo. Un'altra luce si accende in modo casuale fino al raggiungimento del limite di tempo specificato (che può essere impostato per durate diverse). “Il gioco tiene traccia del numero di pressioni dei tasti, il che mostra un miglioramento nella coordinazione occhio-mano man mano che questo numero aumenta”, afferma Maryam.

In una demo video del suo gioco di fitness cognitivo su LinkedIn, Maryam descrive il suo interesse nell'applicazione della tecnologia all'assistenza sanitaria e afferma che la creazione del gioco “non solo ha fornito un'esperienza divertente, ma mi ha aiutato a imparare di più sull'elettronica e sulla programmazione”:

READ  La NASA posticipa il volo in elicottero su Marte per l'esame tecnico - Science & Tech

La sua teoria è che attraverso la pratica costante e rendendo il gioco divertente, tale attività può aiutare le capacità cognitive delle persone affette da malattia di Parkinson.

Sebbene le persone affette da malattia di Parkinson non abbiano ancora giocato al gioco, Maryam ha contattato le organizzazioni del Parkinson e offre il codice e le istruzioni per creare il gioco gratuitamente in modo che altri possano creare la propria versione del gioco di fitness cognitivo.

“Ho individuato componenti a basso costo che potrebbero rendere conveniente per chiunque realizzare un gioco”, afferma Maryam, che intende studiare ingegneria dei sistemi informatici all'università una volta terminata la scuola. “Credo che si possano ottenere miglioramenti innovativi quando la tecnologia nel settore sanitario diventa open source, soprattutto per le persone che utilizzeranno la tecnologia per migliorare l'assistenza sanitaria.”

E continua: “Spero che le persone affette da malattia di Parkinson possano utilizzare il gioco di fitness cognitivo e trovarlo un esercizio divertente”.

Puoi saperne di più sul processo di progettazione e maggiori dettagli sulla tecnologia utilizzata da Maryam per creare il gioco di fitness cognitivo sul suo ultimo prodotto Post del blog di LinkedIn.

Scopri di più sui cambiamenti nella memoria e nell'idoneità cognitiva nella malattia di Parkinson sul nostro sito web.

Parkinson's Europe condivide questo articolo solo a scopo informativo; Non rappresenta il punto di vista di Parkinson's Europe né rappresenta un'approvazione da parte di Parkinson's Europe di particolari trattamenti, terapie o prodotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto