SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Un programma di educazione allo stile di vita aiuta ad aumentare l’attività fisica da moderata a intensa

I ricercatori del Rush Institute for Healthy Ageing hanno scoperto che D-CLIP, un programma di educazione allo stile di vita per la prevenzione del diabete nelle persone dell’Asia meridionale con prediabete, ha aumentato l’attività fisica da moderata a vigorosa (MVPA) fino a quasi un’ora alla settimana.

I risultati del loro studio sono stati pubblicati online il 28 febbraio sulla rivista medica Ricerca sul diabete e pratica clinica Sarà presentato nell’edizione di aprile della rivista.

Lo studio D-CLIP, che coinvolge 573 persone con prediabete di Chennai, India, mira a implementare e valutare l’efficacia, il rapporto costi-benefici e la sostenibilità di un intervento sullo stile di vita culturalmente appropriato ea basso costo per la prevenzione del diabete di tipo 2 in India. .

Questi interventi sullo stile di vita includevano la formazione per migliorare la qualità della dieta e ridurre l’assunzione alimentare mantenendo i diari alimentari settimanali, attenendosi agli obiettivi individuali per l’assunzione totale di grassi, riducendo le dimensioni delle porzioni e aumentando l’assunzione di cibi ricchi di fibre. Inoltre, un team di modifica dello stile di vita, tra cui un allenatore di salute, un istruttore di fitness e un peer leader della comunità di volontari, ha lavorato con ogni partecipante.

Utilizzando i dati di questo studio, che è l’abbreviazione di Diabetes Community Lifestyle Improvement Program, i ricercatori di Rush hanno esaminato se l’intervento del programma ha aumentato il valore di MVPA. L’MVPA è stato misurato mediante un questionario somministrato ai partecipanti allo studio sei, 12, 18, 24, 30 e 36 mesi dopo l’inizio del programma.

Si ritiene che l’Asia meridionale sia particolarmente a rischio di sviluppare il diabete. L’India ha il secondo maggior carico di diabete, dopo la Cina, ma si prevede che diventerà un leader mondiale nel diabete entro il 2030 ”.

Christopher Ford, Ph.D., autore e ricercatore principale dello studio, The Rush Institute for Healthy Ageing

I ricercatori di Rush hanno utilizzato una metodologia chiamata modelli a effetti casuali per esaminare la relazione tra il gruppo che partecipa a D-CLIP e le probabilità di riportare più di 150 minuti settimanali di MVPA, rispetto al gruppo di controllo.

READ  Gli astronomi stanno scoprendo quella che potrebbe essere una delle stelle più antiche dell'universo conosciuto

Hanno anche esaminato l’effetto dell’intervento sull’MVPA settimanale. I modelli di ricerca sugli effetti stocastici consentono la valutazione di un campione completo di dati per le differenze di sottogruppi senza la necessità di suddividere i dati in sottoinsiemi.

I ricercatori hanno scoperto che D-CLIP ha aumentato l’assunzione media settimanale di MVPA di 56,7 dopo sei mesi e di 34,3, 23,6 e 24,3 minuti a settimana rispettivamente a 12, 18 e 24 mesi.

“Abbiamo scoperto che l’intervento ha aumentato significativamente l’attività fisica aumentando la deambulazione, la durata dell’esercizio e il numero di sessioni di esercizio a settimana”, ha detto Ford. “I risultati di questo studio mostrano che gli interventi sullo stile di vita per la prevenzione del diabete nell’Asia meridionale a rischio di sviluppare il diabete possono aumentare significativamente l’attività fisica”.

L’esame dei dati nello studio D-CLIP potrebbe avere un impatto importante che va oltre il modo in cui viene prevenuto il diabete nell’Asia meridionale.

“Lo studio del diabete in Asia meridionale potrebbe fornire informazioni sulle raccomandazioni nazionali per la prevenzione del diabete in India e potrebbe anche avere implicazioni per il trattamento e la prevenzione del diabete a livello globale”, afferma Ford. “I risultati di questo studio possono essere importanti per i responsabili delle politiche sanitarie globali”.

Fonte:

Riferimento alla rivista:

Ford, CN, Et al. (2021) Cambiamenti dell’attività fisica da moderati a vigorosi in uno studio controllato randomizzato di intervento sul diabete tra le persone dell’Asia meridionale con prediabete – lo studio D-CLIP. Ricerca sul diabete e pratica clinica. doi.org/10.1016/j.diabres.2021.108727.