SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Un programma di attività fisica basato sulla comunità può aiutare diversi gruppi di sopravvissuti al cancro

I ricercatori dell’MD Anderson Cancer Center dell’Università del Texas hanno riferito oggi che i sopravvissuti al cancro al seno che hanno partecipato alla vita attiva dopo il cancro, un programma di gruppo basato sull’evidenza di 12 settimane, hanno aumentato significativamente la loro attività fisica e la capacità di svolgere le attività di base della vita quotidiana. cancro. I risultati mostrano che il programma può fungere da modello per fornire un programma di attività fisica basato sulla comunità a minoranze svantaggiate dal punto di vista medico e sopravvissuti al cancro.

Dopo una diagnosi di cancro, il funzionamento fisico dei sopravvissuti diminuisce molto più velocemente rispetto ai loro coetanei della stessa età e sesso che non hanno il cancro, il che può in definitiva influenzare la loro capacità di rimanere indipendenti e mobili. Abbiamo dimostrato che questo programma basato sull’evidenza può essere implementato con successo attraverso un modello comunitario per aiutare diversi gruppi di sopravvissuti al cancro a migliorare il funzionamento fisico dopo aver completato il trattamento del cancro”.

Karen Bassen Ingquist, Ph.D., Professore di Scienze Comportamentali e autore senior dell’articolo

Il programma ha misurato i cambiamenti nei punteggi del test di camminata di sei minuti dei partecipanti e nei punteggi del test di sit-up di 30 secondi dalla linea di base al completamento del programma. Questi test delle prestazioni fisiche misurano le attività di base della vita quotidiana. Le ripetizioni medie da seduto a in piedi sono aumentate del 19%, da 12,5 a 14,9; La distanza media a piedi di sei minuti è aumentata del 10%, da 428 metri a 470 metri. L’attività fisica auto-riferita è quasi raddoppiata, da 172,8 minuti di attività fisica da moderata a vigorosa a settimana al basale a 344,6 minuti a 12 settimane di follow-up. I partecipanti hanno anche riportato un aumento dell’8% della qualità fisica della vita e un miglioramento del 6% della salute mentale, come misurato dal questionario sulla qualità della vita.

READ  I microbi intestinali arcaici possono fornire indizi sulle malattie moderne

La vita attiva dopo il cancro non è un programma di esercizi supervisionati. I facilitatori basati sulla comunità seguono un curriculum di 12 settimane che offre diversi esercizi a basso impatto, abilità cognitive/comportamentali e una risorsa di sopravvivenza ogni settimana per aiutare i partecipanti ad aumentare la loro attività fisica a casa, imparare come costruire abitudini sane e affrontare le sfide della sopravvivenza.

“Uno dei motivi per cui questo modello funziona è che ci concentriamo sull’incontro con le persone ovunque si trovino, insegnando loro le abilità per sviluppare i propri obiettivi e consentendo loro di andare avanti al proprio ritmo”, ha affermato Bassen Engquist. “Sappiamo che non tutti sono pronti o interessati ad andare in palestra. Abbiamo bisogno di modelli per fornire questi servizi a tutti i sopravvissuti al cancro, in particolare alle persone che non ne hanno meno accesso. La vita attiva dopo il cancro fornisce un facile inizio per convincere le persone a pensare a come la vita attiva li avvantaggia e integra l’attività fisica nella loro vita quotidiana”.

I risultati sono riportati in cancro Si basa su 127 sopravvissute al cancro al seno che hanno completato il programma tra il 2014 e il 2017. Durante questo periodo, 34 gruppi di vita attiva dopo il cancro (per 12 settimane con lo stesso gruppo) sono stati completati in istituzioni sanitarie, organizzazioni comunitarie e chiese di tutto il mondo . Zona di Houston.

Il team di ricerca si è concentrato sul reclutamento di sopravvissuti al cancro di minoranza e meno abbienti perché questa popolazione tende a fare meno esercizio e ha meno accesso alle risorse per l’attività fisica. Il programma è gratuito e offerto ai sopravvissuti al cancro al seno che hanno completato il trattamento del cancro primario.

READ  5 nuovi casi COVID locali; Ricercare le origini dell'eruzione variabile del delta di Melbourne; Il blocco continua mentre la polizia ferma i viaggi nelle aree

Il tasso di reclutamento del programma è stato del 45%, simile ad altri programmi di esercizi per i sopravvissuti al cancro. Dei 187 partecipanti che si sono iscritti al programma, il 74% ha completato almeno la metà delle sessioni. Il 68% che ha completato l’intervento di 12 settimane è stato incluso nell’analisi dei risultati.

I partecipanti erano tutte donne, con un’età media di 59,6 anni, e il 65% erano minoranze e/o sopravvissute al cancro al seno. I partecipanti erano 30,6% bianchi, 31,2% neri, 26,9% ispanici e 11,1% altri. Alcune lezioni sono state tenute in spagnolo per accogliere il 15,5% dei partecipanti di lingua spagnola. Quasi la metà aveva un’assicurazione privata, mentre il 51% era coperto da Medicare, Medicaid o dal programma di assistenza finanziaria per l’assistenza sanitaria della contea di Harris o non era assicurato.

I ricercatori di MD Anderson hanno sviluppato il curriculum e formato facilitatori delle organizzazioni comunitarie per condurre sessioni e misurare i risultati del programma.

“Era importante lavorare con i partner della comunità per fornire un modo per diffondere il programma più ampiamente”, ha affermato Bassen Engquist. “Cerchiamo di lavorare con organizzazioni che hanno una comprovata esperienza di lavoro all’interno di questa comunità e possono renderlo rilevante per le persone che servono”.

Il programma si basa su un approccio di intervento sull’attività fisica che il team ha precedentemente testato in uno studio randomizzato. Dal 2017, Active Living After Cancer si è ampliato per includere i sopravvissuti a tutti i tipi di cancro e si è ampliato per servire le comunità di El Paso, Beaumont e Tyler in Texas. A causa della pandemia di COVID-19, la vita attiva dopo il cancro è stata quasi abbandonata da marzo 2020 e più di 1.000 sopravvissuti al cancro hanno ora completato il programma.

READ  Il telescopio spaziale Hubble si spegne per un problema al computer

“Abbiamo imparato molto sull’esercizio fisico e sui benefici per i sopravvissuti al cancro negli ultimi 20 anni e il nostro compito ora è applicare questa conoscenza”, ha affermato Bassen Ingquist. “Speriamo che la vita attiva dopo il cancro serva da modello per fornire questi servizi a tutti i sopravvissuti al cancro, in particolare alle persone che hanno meno accesso alle risorse per una vita sana”.

Fonte:

Riferimento alla rivista:

Tammy Morey, IM, et al. (2021) Vita attiva dopo il cancro: adattamento e valutazione di un programma comunitario di attività fisica per le minoranze e le sopravvissute al cancro al seno con problemi medici. cancro. doi.org/10.1002/cncr.33904.