SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Suggerimenti per l’Italia per l’impostazione predefinita Post-COVID

L’Italia è passata al default lunedì quando caffè, ristoranti, cinema e teatri hanno riaperto nella maggior parte delle regioni come parte di una fase di rilassamento primaverile delle serrature COVID.

“Finalmente!” Lorenzo Campania, un uomo anziano di un paesino vicino Roma, fa colazione a un tavolo all’aperto vicino alla capitale, centralissima Piazza Venezia.

Quattordici delle 20 regioni del paese sono state designate come zone gialle, il che significa che il rischio di COVID è relativamente basso. Cinque tipi di arancia e uno, Sardegna, rosso.

Nelle Yellow Zones, bar e ristoranti possono servire i clienti all’esterno dopo una sosta totale per circa sei settimane.

Tuttavia, avere un espresso veloce e un garnetto, l’equivalente di un cornetto francese, in piedi sul bancone – un rito mattutino per milioni – sarà ancora vietato per sei settimane.

“Le persone vogliono davvero venire a stare al loro bar per la colazione”, ha detto Loredana Pompey, proprietaria di un bar nel centro di Roma.

Anche i giochi di contatto di gruppo amatoriale all’aperto sono stati nuovamente consentiti. Con la riapertura di piscine e palestre nelle prossime settimane, saranno in vigore rigide regole sociali sulla distanza.

Teatri, cinema, musei e siti del patrimonio culturale sono stati riaperti, sebbene oltre il 50% di questi interni abbia una capacità limitata. Molti avevano anche bisogno di prenotazioni online per controllare il flusso.

Il Colosseo è stato riaperto per i singoli, ma non per i gruppi di turisti.

L’Italia è il primo paese occidentale a essere colpito da COVID all’inizio del 2020 e le autorità sanitarie hanno esortato le persone a stare più attente, indossare maschere e mantenere una distanza sociale.

READ  Gianluca Sambrotta: l'Italia stabilisce un record dopo l'altro | UEFA EURO 2020

“È una nostra responsabilità”, ha detto Elizabeth Bronti, 57 anni, dipendente statale a Roma. “I luoghi sono ora riaperti, il che non significa che tutti siano liberi di fare ciò che vogliono”.

Alcuni ristoranti con sistemazioni all’aperto hanno dichiarato che avrebbero aspettato fino al 1 giugno per riaprire, quando sarebbe stato consentito il cibo al coperto.

“Comprare, cucinare, invitare il personale e preparare tutto da mangiare fuori, e poi non poter entrare quando inizia a piovere”, ha detto Massimiliano Benedetti, 44 anni, di Il Ruscello (The Creek), un ristorante a conduzione familiare nel Borgo umbro di Cecilia.

Nella Zona Gialla, molte scuole, che gestivano un sistema in cui gli studenti alternavano giorni in aula e giorni di apprendimento a distanza per ridurre il numero in loco in un dato momento, hanno permesso a più studenti di tornare.

Come molti, Leandro Paparuzo, uno studente della Isaac Newton’s High School di Roma, era felicissimo di essere tornato a una scrivania, e aveva una passione.

“Spero che questo apprendimento virtuale non sia stato utilizzato dopo COVID. Spero che nasca e muoia in seguito a causa di COVID”, ha detto.

I nostri standard: Principi della Thomson Reuters Foundation.