SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Speciale Gulte: 100 anni di Satyajit Ray

“Abbiamo tutti bisogno di guardare i film di Satyajit Rai e rivederli più e più volte. Se li prendiamo tutti insieme, sono uno dei nostri più grandi tesori”.Martin Scorsese

“Non guardare i film della Rai è come vivere senza vedere il sole o la luna”.Akira Kurosawa.

Le parole di registi di fama mondiale dimostrano quanto sia geniale Satyajit Ray. È il primo regista indiano che ha influenzato il mondo del cinema con i suoi film. Oggi segna il centenario della nascita di Satyajit Ray. In questa occasione, Gault celebra le opere del leggendario regista che da decenni accende la passione per il cinema.

Ray è nato e acquistato a Calcutta. È stato influenzato dalle opere di Rabindranath Tagore sin dalla sua infanzia. Era anche uno studente di Shanti Niketan di Tagore. Ray ha iniziato la sua carriera come visualizzatore in una società di pubblicità. Fu il film italiano del 1948 di Vittorio de Sica, The Bicycle Thieves, che influenzò Ray a entrare nei film. L’ha visto a Londra quando è andato lì per un viaggio.

“Durante la mia permanenza a Londra, ho seguito le lezioni dei ladri di biciclette e il nuovo cinema del realismo”, ha scritto Ray nel suo libro Our Movies, Their Films. Ha iniziato rapidamente a sviluppare la storia di Pather Panchali e ha finito di elaborarla durante il suo viaggio di ritorno in India in nave.

Al suo ritorno in India, Ray Bather ha portato Banchali con un nuovo cast e una nuova troupe che non avevano esperienza di lavoro nei film. Ray ha scelto la narrativa del realismo sociale per realizzare i suoi film. Ray ha impiegato cinque anni per completare questo film. Infine, è stato rilasciato nel 1955. Bather Panchalli ha gareggiato per la prestigiosa Palma d’Oro al Festival di Cannes. Ha vinto il Best Human Document Award e l’OCIC Award (Menzione Speciale) al festival. Così, Ray ha lasciato un’impronta nel mondo del cinema.

Da allora, tutti i film di Ray hanno riflesso gli elementi socialmente realistici della società. Pather Panchali è la prima parte della famosa trilogia di Apu ed è seguita da Aparajito e Apur Sansar. Altri film Rai che hanno influenzato il mondo del cinema sono Charolatha, Devi, Nayak, Aguntak, Ganachatro e Gelsager.

READ  Melissa Leung scherza sul fatto di essere stata chiamata "mamma" in cucina

La Rai ha presentato tutti i suoi film in bengalese. Il suo unico film indiano era Shatranj Ke Khilari. La Rai è meglio conosciuta per la sua collaborazione con il leggendario attore bengalese Sumitra Chatterjee. Entrambi hanno lavorato insieme in 14 film.

Alla Rai è stato assegnato il Padma Shri Award nel 1958, Padma Bhushan nel 1965, Dada Saheb Falk Prize nel 1984, Padma Vibhoshan nel 1976 e Barat Ratna nel 1992. La Rai è stata anche onorata con l’Honorary Academy Award nel 1991. È l’unico indiano regista di aver vinto questo premio.

La Rai ha influenzato anche molti registi occidentali. Il regista americano Wes Anderson ha dedicato a Ray il suo lungometraggio The Darjeeling Limited. Tangerine e la fama di The Florida Project Sean Baker hanno anche rivelato che i film della Rai lo hanno influenzato molto. Molti registi indiani sono anche influenzati dai film della Rai e dal suo stile di regista. Ray è morto nel 1992.

Sebbene non sia tra noi ora, la sua eredità rimarrà per sempre nella storia del cinema indiano.

Satyajit Ray vive!

Per quelli di voi che volevano vedere i classici di Ray online, ecco un thread di Twitter compilato da un utente di Internet. controlla.

Fare clic qui per ottenere i film consigliati su OTT (elenco degli aggiornamenti giornalieri)