HomesportPunti di discussione di Imola, risultati, McLaren riduce il divario con la...

Punti di discussione di Imola, risultati, McLaren riduce il divario con la Red Bull, Daniel Ricciardo, Oscar Piastri, Max Verstappen, ultimi aggiornamenti

Solo un’altra pole e vittoria per Max Verstappen? non esattamente.

Nonostante lo stesso risultato sulla carta, il Gran Premio dell’Emilia Romagna si distingue dalle altre sconfitte subite da Verstappen in questa stagione.

Tutte le prove libere, le sessioni di qualifica e le gare del FIA Formula One World Championship™ 2024 vivono in 4K. Sei nuovo a Kayo? Inizia oggi la tua prova gratuita >

In Australia la sua vettura è stata ritirata a causa di un guasto ai freni. A Miami il suo vantaggio è stato ribaltato dalla safety car.

Ma a Imola lui e la Red Bull Racing non avevano il passo per ripartire come fanno ormai da anni.

Dalle prove del venerdì alle qualifiche fino al giorno della gara, la RB20 non ha avuto il suo solito vantaggio.

Basti pensare ai risultati di Sergio Perez. Dopo un inizio di stagione aggrappato a Verstappen, è sceso all’11° posto in griglia e ad uno poco brillante ottavo al traguardo.

L’unica spiegazione per il vantaggio in pole di 0,074 secondi di Verstappen su Oscar Piastri e la sua magra vittoria di 0,725 secondi su Lando Norris è la pura superiorità individuale.

Ecco perché il Gran Premio dell’Emilia-Romagna potrebbe tramontare con l’avvio della stagione 2024.

Questo è stato un fine settimana in cui la McLaren era una vera contendente per la vittoria. Questo è stato un fine settimana in cui la Ferrari ha creduto di vedere segnali di ritmo sostenuto.

Questo è stato un fine settimana in cui la Red Bull Racing è apparsa in gran parte sottotono per la prima volta da anni.

“Penso che sia naturale per la McLaren e la Ferrari fare un grande passo avanti. Ora tutto è molto vicino”, ha detto Verstappen.

Questo era ben lungi dall’essere un’altra pole e una vittoria per Max Verstappen.

IMOLA WRAP: l’epica carica finale di Norris non è sufficiente mentre Verstappen ottiene un’emozionante vittoria in F1; Piastri impressiona

La vittoria di Max Verstappen a Imola è stata ben lontana dal suo solito stile dominante. (Foto di Mark Thompson/Getty Images)Fonte: Getty Images

La McLaren è sicura di vincere ovunque

A meno di un secondo la McLaren si è staccata dalla Red Bull Racing dopo 63 giri di gara.

In un Gran Premio che non ha visto interruzioni da parte della safety car e un solo pit stop per pilota, questo è stato il riflesso più puro possibile delle prestazioni di gara.

Naturalmente, Imola è una delle 24 piste del programma, ma viene dopo le ottime prestazioni della McLaren a Shanghai e Miami, due layout radicalmente diversi.

Sta iniziando a somigliare molto a una tendenza, e positiva per giunta.

“Ci stiamo arrivando”, disse Norris. “Non sono abbastanza fiducioso per dire che stiamo lottando e gareggiando là fuori [Red Bull Racing] Al 100%… ma siamo più vicini di quanto lo siamo mai stati e sono più fiducioso.

READ  Punteggio Sud Africa vs Nuova Zelanda, punteggio, highlights, secolo di Quinton de Kock, statistiche, ultime notizie

“È bello sapere che eravamo così vicini, e anche con i loro aggiornamenti e con quelli della Ferrari, siamo stati comunque migliori questo fine settimana: molti segnali positivi.”

Tuttavia, Piastri si è sentito più importante nella sua valutazione dopo il suo primo fine settimana con la suite completa di aggiornamenti della McLaren.

Ha detto a Sky Sports: “Sono fiducioso: “Sento che dobbiamo essere abbastanza fiduciosi per dire ovunque andremo possiamo provare a lottare per vincere.

“Penso che alcune delle condizioni che abbiamo affrontato negli ultimi due fine settimana fossero la sostanza dei nostri incubi meno di 12 mesi fa, e ora sono state probabilmente le nostre due gare più forti da quando ho lavorato con la squadra, quindi personalmente penso che possiamo essere altrettanto fiduciosi ovunque andiamo, il che è una posizione molto entusiasmante.

Ha aggiunto: “Naturalmente abbiamo una concorrenza molto agguerrita come Red Bull e Ferrari, ma siamo nella mischia e penso che possiamo sicuramente combattere con loro”.

A 17 gare dalla fine, questo fa ben sperare per la stagione, anche se è troppo presto per dire se ciò possa incidere anche sulla battaglia per il campionato.

Norris crede che la McLaren stia colmando il divario sulla Red Bull. (Foto di Clive Rose/Getty Images)Fonte: Getty Images

Le strade di Piastri sprecano l’occasione

Devi dispiacerti per Piastri.

Nelle ultime due settimane, il suo compagno di squadra Norris è stato al centro del mondo della Formula 1, ma ci sono forti argomenti per dire che l’australiano è stato il migliore.

È stata la safety car a spingere Norris in avanti e alla vittoria a Miami. A Imola Piastri aveva una buona forma con Norris ma il suo debutto in prima fila è stato vanificato da un errore di squadra che lo ha visto bloccare inavvertitamente Kevin Magnussen durante le qualifiche. Ciò lo ha portato a perdere tre posizioni in griglia su un circuito che rende estremamente difficili i sorpassi.

“Sappiamo che Oscar ha pagato l’importo [price for] “Il problema lo abbiamo avuto ieri in qualifica, altrimenti sarebbe salito sul podio anche lui”, ha detto a Sky Sports il caposquadra Andrea Stella.

In un universo parallelo, era Piastri, non Norris, a puntare alla vittoria nel fine settimana. Dato che è stato il più veloce tra i piloti della McLaren – e probabilmente anche a Miami – chi può dire se il risultato sarebbe stato diverso.

“Alcune persone partiranno questo fine settimana, soprattutto dalla nostra parte del box”, ha detto Piastri.

“Penso che l’intero fine settimana sia stato davvero positivo per la squadra e per me, penso di essere stato fiducioso nel primo giro di prove e di aver fatto delle qualifiche davvero buone.”

Ma con tanto tempo rimasto nella stagione e con la McLaren in buona forma, l’australiano ha visto il lato positivo di una dura prova che lo ha lasciato con un libro dei record non all’altezza del suo livello.

READ  Tennis: Skari e Krijkova agli ottavi del Roland Garros nei panni di Djokovic e Nadal, Notizie sportive

“Penso che sia molto incoraggiante”, ha detto. “Miami è stata una pista sulla quale abbiamo faticato molto in passato, e siamo stati incredibilmente forti in passato e qui siamo stati molto forti ancora.

“Penso che possiamo essere abbastanza fiduciosi ovunque andremo che saremo in qualche modo davanti.

Vedremo se la Red Bull ritroverà più velocità, ma è molto entusiasmante per il futuro”.

Piastri è stato molto sfortunato ultimamente. (Foto di Lars Baron/Getty Images)Fonte: Getty Images

La Ferrari è a corto di forze?

Per il secondo round consecutivo, Charles Leclerc ha concluso il Gran Premio al terzo posto, e per il secondo round consecutivo il suo risultato sul podio è apparso un po’ piatto.

La Ferrari ha iniziato la stagione come la rivale più diretta della Red Bull Racing, ma poi a Miami è stata la McLaren a vincere la gara.

Certo, la gara della Florida è stata un po’ strana – è una pista strana e il risultato dipendeva dai tempi della safety car – ma a Imola c’erano meno posti in cui nascondersi, soprattutto perché la Ferrari ha portato un grosso pacchetto di upgrade in questa gara che è chiaramente cercando di adattarsi molto alla RB20 di Red.

La tempistica degli aggiornamenti ha permesso un confronto diretto con la McLaren, che ha aggiornato completamente entrambe le vetture in Italia.

A Imola, però, è stata la McLaren a dare battaglia alla Red Bull Racing.

La Ferrari è ora la terza squadra più veloce?

Leclerc non era convinto e ha indicato come prova un tag con i dati chiave.

“Guardando al fine settimana, sono un po’ più ottimista e positivo rispetto a come mi sentivo ieri”, ha detto dopo aver terminato a otto secondi dal ritmo. “Ieri… ci siamo resi conto che era solo al momento del lancio [acceleration] McLaren e Red Bull stanno facendo qualcosa di speciale con il lancio del loro motore e hanno tutto [the time] c’è solo.

“Mi dà ottimismo, perché se riusciamo a sistemare la partenza, penso che siamo in qualifica, e in gara non credo che ci sia molto che ci separa in una giornata come questa”.

Ha anche lasciato intendere che la Ferrari ha ancora dei vantaggi da ottenere dal suo ultimo pacchetto di aggiornamento, che il team ha insistito per tutto il fine settimana mirava più a migliorare la fiducia del pilota che ad aggiungere carico aerodinamico.

“Dobbiamo continuare a lavorare e provare a massimizzare il potenziale della vettura”, ha detto.

“Ci sono ancora alcune cose da sbloccare: è ancora relativamente nuova, il che significa migliorare la macchina, quindi ci sono alcune cose che possiamo fare per migliorarla.”

READ  Obiettivi di impegno di due anni Honda / JAS Factory - Sportscar365
La Ferrari è rimasta indietro rispetto alla McLaren nella corsa per battere la Red Bull? (Foto di Rudy Carisifoli/Getty Images)Fonte: Getty Images

L’impressionante corsa di Tsunoda continua a mettere pressione su Ricciardo

Questo è stato un buon fine settimana per Daniel Ricciardo. È stato anche un confronto con la realtà.

Alla fine, si è qualificato tra i primi 10 per un Gran Premio per la prima volta in questa stagione, anche se non è riuscito a convertirlo nel suo primo risultato domenicale del 2024.

Ma è stato battuto ancora una volta dal suo compagno di squadra Yuki Tsunoda, che non solo ha ripreso il suo gioco, ma ancora una volta si è assicurato punti per rafforzare la posizione del terzino destro in testa alle squadre di backfield sul tavolo del torneo.

L’eccellente decimo posto di Tsunoda è arrivato grazie alla sua impressionante velocità sul giro singolo che ha diviso i piloti Mercedes al settimo posto in griglia, dove una guida forte nonostante abbia trascorso 50 giri con un treno di gomme gli ha assicurato un punto prezioso.

Questo porta il punteggio del terzino destro a 20 punti. Il team ha ora un vantaggio di 13 punti sul secondo miglior team Haas nella classifica costruttori. È interessante notare che è a soli 24 punti dall’Aston Martin.

Ma Ricciardo ha segnato solo cinque di quei punti, e un 13° posto senza reti a Imola ha fatto ben poco per correggere quel rapporto.

“Da parte mia sono sicuro che ci siano ancora alcune cose da trovare, ma quando l’aria era limpida il ritmo era buono,” ha detto.

Sia Ricciardo che Tsunoda sono stati compromessi da una partenza lenta che è costata loro due posizioni nel primo giro. Questa non è l’unica volta in cui il RB ha faticato a scappare, qualcosa che Ricciardo ha identificato come un grosso ostacolo alla sua costanza di punti, in particolare perché lo ha costretto ad una strategia che lo ha visto bloccato dietro vetture più lente su una pista attorno alla quale effettuare sorpassi. è essenziale. duro.

Ha detto: “A centrocampo, ora ci occupiamo dei piccoli dettagli”. “Ovviamente tutto inizia da me, ma poi ci sono piccole cose, come l’inizio: stiamo lavorando duramente per una posizione in qualifica e ovviamente dobbiamo rafforzarla.

“So che ci sono sempre delle possibilità, ma se io e Yuki ci spostiamo dalle nostre posizioni e rimaniamo in testa [Nico] Hulkenberg – è il miglior esempio – sento che avremmo potuto rimanere davanti per tutta la gara e forse essere un po’ migliori con il gruppo.

“Non sto dicendo che abbiamo il ritmo delle prime otto vetture, ma la nostra gara sembra completamente diversa. Penso che i piccoli dettagli facciano grandi differenze, ma abbiamo un buon pacchetto, quindi ora è quella percentuale.”

Ci sono sicuramente segnali di vita nella stagione di Ricciardo dopo il cambio di telaio in Cina, ma resta così

Con Tsunoda ancora una volta all’altezza della sfida, l’australiano dovrà scavare più a fondo per restare nella conversazione del 2025.

Mariella Lori
Mariella Lori
"Professionista della birra. Comunicatore. Fanatico del bacon estremo. Drogato dilettante di alcol. Pensatore sottilmente affascinante."
Must Read
Related News