SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Primo giorno senza morti dal 30 luglio

La Gran Bretagna ha raggiunto una pietra miliare nel Covid-19 registrando zero decessi correlati all’epidemia in un solo giorno per la prima volta dal luglio dello scorso anno.

Più di 152.000 persone sono morte nel Regno Unito con Covid-19 elencato come causa di morte sui certificati di morte da quando il virus si è diffuso nel 2020.

Ma ieri il numero ufficiale era zero. Negli ultimi sette giorni, 43 persone sono morte di Covid-19 nel Regno Unito.

L’ultima volta che non sono stati registrati decessi per Covid in tutto il Regno Unito è stato il 30 luglio.

Ci sono stati poco più di 3.100 casi positivi nelle ultime 24 ore e più di 24.000 negli ultimi sette giorni, ma il bilancio delle vittime in diminuzione racconta una storia sul successo del lancio del vaccino.

Relazionato: La Cina ha rilevato il primo caso umano di influenza aviaria

Solo ieri, 93.103 persone hanno ricevuto la prima dose del vaccino Covid e 195.546 persone hanno ricevuto la seconda.

Ciò significa che 39477.158 britannici hanno ricevuto un’iniezione e 25.734.719 sono stati completamente vaccinati.

Il Regno Unito ha avuto 4,49 milioni di casi in totale, ma si prevede che uscirà dalle restrizioni del coronavirus il 21 giugno, ma l’aumento dei casi legati al tipo di virus indiano ha preoccupato alcuni esperti per l’aumento dei casi.

Il segretario alla salute Matt Hancock ha accolto il risultato di martedì come “indubbiamente una buona notizia”, ​​affermando che il lancio del vaccino in Gran Bretagna, iniziato a dicembre, stava “chiaramente funzionando”.

Tuttavia, ha anche lanciato un avvertimento sul fatto che i casi di coronavirus sono in aumento.

READ  Video che mostra il crollo di un'emozionante gru a Taiwan

“Sappiamo di non aver ancora sconfitto questo virus”.

Negli ultimi mesi, la Gran Bretagna ha portato avanti il ​​suo piano per liberare la sua economia. Il governo ha imposto un rigoroso blocco a gennaio durante una seconda ondata di casi e decessi che ha seguito l’emergere di un tipo più trasmissibile.

Il Regno Unito è stato uno dei primi paesi al mondo ad avviare una campagna di genocidio.

Dall’inizio della domanda, ha somministrato due dosi del vaccino a più di 25 milioni di persone, quasi la metà della popolazione adulta.

Tuttavia, gli esperti hanno avvertito che la Gran Bretagna potrebbe affrontare una terza ondata di casi guidati dal preoccupante tipo di delta identificato per la prima volta in India.

“Continueremo a valutare e monitorare i dati quotidianamente”, ha affermato un portavoce del governo britannico, aggiungendo che la tabella di marcia per la rimozione delle misure contro il Covid era “basata sui dati, non sulle date”.

La scorsa settimana, Johnson ha affermato che non c’era nulla nei dati attuali che suggerisse che la roadmap dell’Inghilterra avrebbe dovuto essere ritardata.

Ma Rapporti del sole L’ex leader del Partito conservatore Sir Ian Duncan Smith ha affermato che il primo ministro dovrebbe resistere a una “campagna organizzata da un gruppo di studiosi per fermare il 21 giugno”.

Il deputato ha affermato che il basso numero di morti e ricoveri significa che aspettare più a lungo non è giustificato.

con AFP