HomesportPolemiche come atleta olimpico transgender riconosciuto da premio

Polemiche come atleta olimpico transgender riconosciuto da premio

L’Università di Otago ha assegnato al sollevatore di pesi neozelandese Laurel Hubbard il premio di Atleta dell’anno. (Wally Scalig/Los Angeles Times via Getty Images)

Il passo di un’università neozelandese per vincere il premio Sollevamento pesi transgender Laurel Hubbard Il premio per l’atleta femminile dell’anno è stato accolto con critiche sui social media.

Ha compiuto 43 anni La prima donna transgender a competere alle Olimpiadi Quando sono entrato nel sollevamento pesi femminile 87+ kg a Tokyo.

Importante: La NRL Grand Final ha avuto una spinta dopo l’annuncio del virus di Brisbane

‘Molto noioso’: Combatti il ​​mondo sotto shock dopo le scene “inquietanti” di UFC

Sebbene Hubbard non sia stato in grado di portare a termine con successo il dirottamento, l’Università di Otago ha ritenuto opportuno riconoscere i suoi premiati sforzi durante il fine settimana.

Hubbard si ritirò dalle gare di sollevamento pesi poco dopo le Olimpiadi di Tokyo, ammettendo di essere stato un po’ “eclissato” dal palcoscenico olimpico.

Ha anche detto che poiché i suoi concorrenti hanno spesso vent’anni meno di lei, era ora di abbandonare fisicamente lo sport.

nei commenti per Otago Daily Times, Hubbard ha ringraziato l’università per il suo sostegno.

“Gli atleti non possono completare a livello olimpico senza l’incoraggiamento e la dedizione di amici, familiari e sostenitori”, ha detto.

“Questo premio è di proprietà di tutti coloro che hanno fatto parte del mio viaggio olimpico”.

La presidente dell’Associazione studentesca dell’Università di Otago, Michaela Witt-Harvey, ha affermato che Hubbard è il degno vincitore di questo onore.

“Non possiamo pensare a uno degno di Atleta dell’anno di Laurel Hubbard, che ha rappresentato incredibilmente Otago e la Nuova Zelanda alle Olimpiadi di Tokyo di quest’anno”, ha detto.

READ  IPL 2021: Shane Warren attacca Ravichandran Ashwin, Delhi Capitals contro Kolkata Knight Riders, notizie sul cricket

Tuttavia, non tutti sono rimasti soddisfatti di questo passaggio, sebbene il premio provenga da un’istituzione relativamente sconosciuta in onore di un atleta locale.

Molti hanno criticato il premio di Hubbard dopo non essere riuscito a completare un passaggio ai Giochi, sebbene il fatto che lei fosse presente fosse un’industria storica.

Ma molti altri si sono affrettati a difendere Hubbard, notando che gran parte delle critiche erano ingiuste.

Gli attivisti transgender di tutto il mondo hanno elogiato la determinazione di Hubbard a competere alle Olimpiadi.

La partecipazione di Hubbard ai Giochi di Tokyo ha acceso il dibattito sulle regole relative agli atleti transgender, ma si è rivelata una tempesta da tè in quanto il Kiwi non è stato in grado di completare un sollevamento con successo e di qualificarsi oltre il primo round.

L’atleta transgender Laurel Hubbard ringrazia il CIO per il suo supporto

Hubbard ha elogiato il CIO per aver mostrato “leadership morale” nell’adottare politiche globali che gli hanno permesso di partecipare ai Giochi.

“Non sono sicura che un modello di ruolo sia qualcosa a cui posso aspirare, ma spero di esserlo solo essendo in grado di fornire un certo senso di incoraggiamento”, ha detto ai giornalisti.

I critici sostengono che gli atleti come Hubbard, che è nato maschio ed è passato alla femmina sulla trentina, hanno benefici fisici inerenti ai loro corpi durante i loro anni formativi.

Questi includono un aumento della massa muscolare e della capacità polmonare, portando a preoccupazioni che le atlete nate siano costrette a competere su un campo di gioco irregolare.

Laurel Hubbard è stata riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale come la prima atleta transgender a partecipare ai Giochi Olimpici.  (Wally Scalig/Los Angeles Times via Getty Images)

Laurel Hubbard è stata riconosciuta dal Comitato Olimpico Internazionale come la prima atleta transgender a partecipare ai Giochi Olimpici. (Wally Scalig/Los Angeles Times via Getty Images)

Il CIO, in base alle linee guida approvate nel 2003, ha consentito la partecipazione solo agli atleti transgender che hanno subito un intervento chirurgico di riassegnazione del sesso ma hanno abbandonato la condizione nel 2015, piuttosto che concentrarsi su bassi livelli di testosterone.

READ  Le semifinali greca e italiana si svolgono a Lione

Il consiglio è pronto a rilasciare nuove linee guida sulla questione dopo il completamento dei Giochi di Tokyo.

Hubbard ha detto che ha accolto con favore la discussione sui problemi evidenziati dal suo debutto.

“Sono sicura che è necessaria una conversazione”, ha detto.

“Anche se al momento abbiamo delle regole, senza dubbio cambieranno ed evolveranno man mano che si sa di più sugli atleti transgender e su cosa significa partecipare agli sport”.

con AFP

clicca qui Iscriviti alla nostra newsletter per le ultime notizie dall’Australia e da tutto il mondo.

Mariella Lori
Mariella Lori
"Professionista della birra. Comunicatore. Fanatico del bacon estremo. Drogato dilettante di alcol. Pensatore sottilmente affascinante."
Must Read
Related News