SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Per il suo debutto, Maggie Gyllenhaal adatta Ferrante

Venezia, Italia – Maggie Gyllenhaal potrebbe provenire da una famiglia di registi, ma solo di recente si è lasciata sognare di dirigere. Le cose sono cambiate troppo in fretta e troppo profondamente per Gyllenhaal quando si è trovata a scrivere a Elena Ferrante chiedendo il permesso di adattare il suo romanzo del 2008 The Lost Daughter.

Ferrante ha detto sì, poteva ottenere i diritti, ma c’era una condizione: Gyllenhaal doveva dirigerlo lei stessa, altrimenti il ​​contratto era “nulla”.

“Penso di essere sempre stata una regista e non mi sentivo in diritto di ammetterlo a me stessa”, ha detto Gyllenhaal venerdì al Festival del cinema di Venezia prima che la sua prima mondiale fosse mostrata in concorso. “Penso che sia un lavoro migliore per me in realtà.”

Il romanzo di Ferrante, un precursore del quartetto napoletano, segue una professoressa universitaria di mezza età e madre di due figlie più grandi in vacanza da sola, mentre viene sorpresa da una madre e una figlia più giovani.

Olivia Colman e Jesse Buckley recitano, Lida, in varie fasi della vita. Lida di Coleman è in vacanza in Grecia quando vede Nina (Dakota Johnson) e la sua giovane figlia sulla stessa spiaggia e prende una strana decisione riguardo alla bambola della figlia.

Gyllenhaal ha detto che i romanzi di Ferrante sono presenti, “Fatti segreti su un’esperienza femminile nel mondo di cui mi piaceva molto parlare ad alta voce… Mi sembrava il tipo di cosa eccitante e pericolosa da provare. Ecco perché volevo provare a adattarlo in un film.”

E ho tenuto una corrispondenza con Ferrante che ha fornito feedback sulla sceneggiatura, che si prende molte libertà creative con la sceneggiatura, incluso rendere Leda britannica e Nina americana, piuttosto che italiana. La scrittrice italiana è stata di supporto, poiché voleva che Gyllenhaal la facesse sua. Ma Ferrante ha detto una cosa: era molto importante che Lida non fosse “pazza”. Se lo è, renderà la storia ripugnante.

READ  Naya Rivera e Jessica Walter escluse

“Sono così grato che non sia stata ritratta come una persona pazza”, ha detto Coleman. “Questo è quello che amavo di lui.”

Coleman ha scoperto il potenziale per interpretare qualcuno che fa qualcosa di inimmaginabilmente eccitante.

“Tutte le persone vogliono essere una persona, e si scopre che non sono quella persona e potrebbero essere qualcun altro”, ha detto Coleman. “Era interessante interpretare un personaggio che fa qualcosa che non farei, ma (forse) ci ho pensato.”

Per Johnson era il contrario.

“Olivia l’ha trovato interessante e io l’ho trovato davvero difficile”, ha riso Johnson. “A volte mi sentivo a disagio perché (Nina) era così a disagio. A volte era divertente essere così storto, ma altre volte faceva davvero male”.

Ma Johnson ha trovato in Gyllenhaal “il tipo di relazione e collaborazione artistica e creativa che sogna”.

“Mi sorprende davvero tutto il tempo in un modo che mi fa davvero desiderare di crescere come persona e come attrice”, ha detto Johnson. “Questo è qualcosa che trovo davvero raro nell’industria cinematografica. Era un’esperienza più comune di legame con un regista in cui sentivo che potevi decomprimere ed essere al sicuro”.

Gyllenhaal ha anche scelto suo marito Peter Sarsgaard nel film, come un brillante professore con cui Buckley è attratto da Leda. Ma ha detto che ci ha pensato due volte.

“Francamente, c’è stato un momento in cui ho pensato che forse non era una buona idea fargli interpretare Desire for a (bella) attrice”, ha detto Gyllenhaal. Poi ho pensato: ‘Sei così borghese. Peter e io stiamo insieme da quando avevo 23 anni e so che mi ama. E ho pensato che non ci fosse nessuno che potesse interpretare questo ruolo come lui. E ho pensato: ‘Andiamo.’

READ  Angelina Jolie in piedi ricoperta di api per il National Geographic

Per Sarsgaard, guardare Gyllenhaal in prima persona è stata un’esperienza profonda.

Ha detto: “È stato un vero piacere vedere mia moglie realizzare davvero il suo talento. La gente sa da molto tempo quanto sia un’attrice eccellente, ma stare con lei è davvero stimolante”. “Ha un vero occhio per una verità non convenzionale.”

La 78° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica si svolge fino all’11 settembre.