SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Panico in Nuova Zelanda come pipistrello nativo incluso nel sondaggio Bird of the Year | Nuova Zelanda

Nuova Zelanda Concorso Uccelli dell’anno E ‘stato oggetto di una raffica di polemiche, dopo che un tipo di pipistrello originale è stato assegnato alle urne.

Tra gli amati candidati alle elezioni annuali rilasciati oggi, lo scioccante nuovo arrivato Pipistrello dalla coda lunga, o pekapeka-tou-roa. Questa è la prima volta che un mammifero di origine neozelandese viene incluso nella competizionee che opera da 16 anni.

Consentire ai pipistrelli di entrare non è un lavoro di riabilitazione di pubbliche relazioni dopo che i mammiferi alati sono stati implicati nel causare una pandemia globale, ha affermato la portavoce di Forest and Bird Laura Keown.

“No, non proprio”, ha detto Keon. “Non faceva parte del conto.”

“I nostri pipistrelli nativi sono completamente innocenti in questo senso. … Sono meravigliosi, speciali e non responsabili di malattie”.

Keon ha detto che permettere ai pipistrelli di entrare è stato un tentativo di evidenziare il loro status di specie in via di estinzione.

“L’idea è in circolazione da un po’, ma forse i nostri unici mammiferi terrestri possono essere inclusi nella competizione perché anche loro hanno un problema serio”, ha detto.

L’annuncio ha causato una certa costernazione tra i neozelandesi online. “Un mammifero che domina la competizione BIRD di quest’anno. Vogliamo essere inclusivi, ma…” ha commentato il NZ Science Learning Hub.

Un utente di Twitter “Amo i pipistrelli, ma i pipistrelli non sono uccelli”. “È così carino”, ha detto un altro.

Altri hanno sostenuto la candidatura. “Chi potrebbe essere arrabbiato per un pipistrello che corre per l’uccello dell’anno della Nuova Zelanda quando si comporta più come un uccello della maggior parte dei nostri uccelli reali? I nostri unici mammiferi pensano di essere uccelli. I nostri uccelli pensano di scavare mammiferi”, ha detto una persona su Twitter.

L’uccello dell’anno della Nuova Zelanda, un’elezione online che raccoglie decine di migliaia di voti ogni anno, non è estranea alle controversie.

Nel 2019 l’arrivo Centinaia di voti dalla Russia Ha sollevato accuse di interferenza elettorale. I suoni sono stati alla fine giudicati legittimi e un portavoce di Forest & Bird ha affermato che l’interesse degli ornitologi russi potrebbe essere responsabile.

“La Nuova Zelanda condivide effettivamente gli uccelli con la Russia”, hanno detto. “Abbiamo l’indovino dalla coda larga che fa un viaggio di andata e ritorno ogni anno.”

Nel 2018, Forest & Bird ha affermato che 300 voti fraudolenti sono stati espressi nei sondaggi online da australiani che hanno tentato di truccare il concorso a favore del nome buffo Shag.

I pipistrelli sono l’unico mammifero terrestre in Nuova Zelanda. I pipistrelli dalla coda lunga sono piccoli come un pollice, che è la lunghezza dell’apertura alare di una mano, e la stessa moneta neozelandese pesa due dollari.

Forest & Bird ha respinto l’idea che consentire ai mammiferi di entrare nell’uccello dell’anno potrebbe rivelarsi un pendio scivoloso, consentendo richieste di idoneità a cascata da rettili o insetti.

“Direi che tutto può succedere in Bird of the Year. Tuttavia, non credo che sfugga di mano.

READ  Il presidente bielorusso Lukashenko rimane ribelle un anno dopo la sua dubbia vittoria elettorale