Oprah Winfrey e Dwayne Johnson lanciano un fondo di 10 milioni di dollari per gli sfollati di Maui

Oprah Winfrey e Dwayne Johnson hanno promesso 10 milioni di dollari per fornire pagamenti diretti alle persone di Maui che non possono tornare a casa a causa degli incendi, attraverso un nuovo fondo annunciato giovedì.

Il Maui People’s Fund donerà 1.200 dollari al mese agli adulti che non possono tornare ai loro luoghi di residenza principali a causa dei recenti incendi, comprese le persone che possiedono e affittano le loro case, secondo il sito web del fondo. Il fondo cercherà anche donazioni per estendere il periodo per il quale può fornire sostegno.

“Come possiamo aiutare?” La star di “Young Rock” ha detto che lui e Winfrey si sono scambiati domande durante gli incendi, dicendo in un video pubblicato con l’annuncio che erano alle prese con il modo migliore per indirizzare i loro sforzi. “Vuoi prenderti cura del bisogno più importante delle persone, ovvero dare loro dei soldi.”

Nel video, Winfrey ha detto che non vedevano l’ora di aiutare “tutti quelli che mi hanno chiamato e hanno detto: ‘Cosa posso fare?'” “Questo è quello che puoi fare.”

La coppia è stata ispirata da un fondo simile istituito da Dolly Parton dopo che gli incendi hanno devastato Gatlinburg, nel Tennessee, nel dicembre 2016, uccidendo 14 persone e distruggendo 2.400 strutture.

Jeff Conyers, presidente della Dollywood Foundation, ha detto che lui e il team di Winfrey si sono consultati più volte nelle ultime settimane per condividere le lezioni apprese dalla gestione del fondo, che alla fine ha donato 11 milioni di dollari alle famiglie che hanno perso la casa.

“L’idea di Dolly era: ‘Ehi, guarda, queste sono le mie persone e io voglio prendermi cura di loro e confidiamo che sappiano come sarà la ripresa per loro e le loro famiglie nei giorni e nelle settimane successivi a questo immediato disastro qui'” Conyers ha detto.

READ  La grande avventura del cinema italiano

Conyers ha detto che il fondo di Barton, chiamato My People Fund, ha lavorato con i primi soccorritori e una società di servizi pubblici locale e ha chiesto ai residenti di aiutarli a identificare quali edifici erano stati distrutti e chi viveva in quelle case. Alla fine, secondo una valutazione della Knoxville School of Social Work dell’Università del Tennessee, circa 1.000 famiglie hanno ricevuto assistenza dal fondo. Ciò includeva un trasferimento finale di somma forfettaria di $ 5.000 alla fine dei sei mesi.

Per qualificarsi per il Fondo popolare di Maui, i richiedenti devono mostrare un documento d’identità rilasciato dal governo e una bolletta a loro nome per alloggi smarriti o inabitabili, afferma il sito web del fondo.

Winfrey, che vive part-time a Maui, ha visitato un rifugio di emergenza a Maui nei giorni successivi allo scoppio dell’incendio ed era preoccupato di fornire effettivamente le risorse ai residenti. Almeno 115 persone sono state uccise negli incendi e un numero imprecisato risulta ancora disperso. L’incendio scoppiato nella storica città di Lahaina l’8 agosto è stato il più mortale negli Stati Uniti da più di un secolo.

Mercoledì i meteorologi hanno avvertito che raffiche di vento e bassa umidità aumentano il rischio di incendi che si diffondono rapidamente nelle parti occidentali di ogni isola hawaiana, anche se non sono stati così forti come i venti che hanno contribuito ad alimentare l’incendio mortale tre settimane fa.

Nell’annuncio, Winfrey e Johnson hanno affermato di essersi consultati con “anziani, leader e residenti della comunità tra cui Hokolani Holt Padilla, Kelly Richelle, Archie Calleba, Ikolo Lindsey, Kimo Falconer, Tiare Lawrence, Kaymana Bromell, Caliqua Kayo e Bryan”. Keulana, Kaimi Kanholani, Hinohya Kane, Bayley Kiakuna, Ed Swangendar, Chip Gordon e Jason Momoa.

READ  Agenzia stampa degli Emirati - Rapporto WAM: La Fiera Internazionale del Libro di Abu Dhabi è un ponte che collega le culture del mondo

Il fondo è sponsorizzato dalla Entertainment Industry Foundation, un’organizzazione no-profit con sede a Los Angeles che aiuta le celebrità a gestire le loro donazioni filantropiche, secondo l’annuncio.

Johnson e Winfrey sperano che il fondo continui a effettuare trasferimenti per i residenti aventi diritto per almeno sei mesi, ma Winfrey ha detto che spetta al pubblico americano decidere per quanto tempo verrà esteso il fondo, in base al loro sostegno e alle donazioni.

Quando si imposta un programma di trasferimento diretto di denaro, è importante fissare un obiettivo, ha affermato Holly Welcome Radice, rappresentante regionale per le Americhe della rete CALP, un gruppo di organizzazioni che esamina i programmi di assistenza in denaro. In questo caso, ha detto, 1.200 dollari dovrebbero corrispondere al prezzo di una casa o al costo della vita di un adulto della zona o a qualunque esigenza il fondo cerchi di soddisfare.

“Sarà difficile raggiungere l’obiettivo se il valore delle rimesse non sarà legato alle realtà delle persone”, ha affermato, aggiungendo che il fondo dovrebbe valutare se l’economia locale è in grado di rispondere all’afflusso di denaro e identificare altri servizi che le persone può fornire. Bisogno.

“Se possibile e appropriato, il denaro contante rappresenta un modo molto diretto affinché le persone possano trarre vantaggio e avere la capacità di agire”, ha affermato Radice.

Ha detto che il fondo dovrebbe anche dedicare del tempo a comunicare chiaramente i criteri del programma, “in modo che le persone capiscano chi è idoneo e perché si qualificano e si assicurino che ci sia una sorta di meccanismo di feedback in cui le persone possano presentare reclami”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto