SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Novak Djokovic ha difeso Jenson Brosby, risultati, aggiornamenti, highlights, Matteo Berrettini, Raducano, Krejicova

Il campione olimpico di Tokyo Alexander Zverev e Belinda Bencic si sono qualificati per i quarti di finale degli US Open, così come la diciottenne qualificata britannica Emma Raducano, mentre Novak Djokovic continua oggi la sua ricerca nella storia del tennis.

Questo e altro nella nostra diretta degli US Open.

Guarda la copertura in diretta degli US Open 2021 dal Round 1 alle finali con ESPN su Cayo. Nuovo per Kayo? Prova subito 14 giorni gratis>

Se temeva di non avere il supporto del pubblico nei quarti di finale degli US Open di giovedì contro Novak Djokovic, Matteo Berrettini lo ha adattato martedì.

La sesta testa di serie, classificata 8 nel mondo, ha conquistato il pubblico durante la sua vittoria per 6-4, 3-6, 6-3, 6-2 sul tedesco Oscar Otti.

Berrettini era in vantaggio per 2-1 nel quarto set quando il suo avversario si è infortunato al polso dopo essere inciampato in modo imbarazzante dopo uno scontro frontale.

Otti ha chiesto una tregua medica e ha ricevuto cure per i rischi a cui era esposto.

È tornato e ha finito per vincere la partita, ma non è riuscito a vincere di nuovo perché ha perso 6-2 nel quarto set per uscire agli ottavi.

Nonostante l’inevitabile sconfitta dopo il suo infortunio, Ooty ha lottato con il dolore e si è rifiutato di ritirarsi.

È stato un atto notevole che non è passato inosservato al suo avversario.

Alla fine della partita, Berrettini ha applaudito ampiamente con i tifosi in bilico in attesa del punto finale, ma l’italiano ha reindirizzato gli applausi all’avversario.

I fan hanno rapidamente elogiato l’italiano.

READ  Roma ospita le World Series of Skateboarding in the Street

Il duo si è incontrato al Grid e si è abbracciato calorosamente.

È stato un gesto dolce dopo il controverso slam, scoppiato presto dopo le accuse di imbroglio di Andy Murray allo scienziato greco Stefanos Tsitsipas per aver abusato delle pause per il bagno.

Le guerre di Otti sono iniziate all’inizio della partita con il 28enne che ha avuto un altro incidente imbarazzante, colpendo la rete mentre correva per recuperare un tiro di Perrettini prima di cadere dall’altra parte del campo.

Il tedesco Oscar Otti cade in rete mentre giocava contro l'italiano Matteo Berrettini nel primo set.  Foto: AFP
Il tedesco Oscar Otti cade in rete mentre giocava contro l’italiano Matteo Berrettini nel primo set. Foto: AFPFonte: Agence France-Presse

Berrettini torna ai quarti di finale a Flushing Meadows per la seconda volta in tre anni.

Il mondo affronterà Djokovic, che ha perso contro di lui in quattro set nella finale di Wimbledon, per un posto in semifinale.

È giusto dire che Djokovic non affronterà solo Britney, ma anche i fan. Questo non è il primo.

Dejoker sopravvive all’orrore del mondo numero 0.99

Novak Djokovic ha subito un enorme test di realtà nel primo set contro il numero 99 del mondo Jenson Broxby, che ha schiacciato la testa di serie per 6-1 nel primo set.

L’americano, spronato dal pubblico di casa, ha lasciato Djokovic scioccato mentre il formidabile perdente si proponeva di provare a scioccare il mondo.

Il serbo ha vinto 2-0 nel secondo mentre cercava di correggere ciò che era appena successo, ma ancora una volta Broxby ha reagito, e dopo una quinta partita durata 19 minuti in totale, il 20enne ha rotto il punteggio . Reimpostare la trasmissione.

Djokovic ha afferrato il secondo set alla fine, rompendo subito prima di afferrare il 6-3.

Il numero 1 al mondo lo ha reso il più fisico possibile per il suo giovane rivale ed è stato chiaro che ha avuto un impatto sulla nazionale americana poiché Djokovic ha portato ancora una volta in vantaggio per 2-0 al terzo posto.

Tuttavia, questa volta, non si è guardato indietro e ha continuato a punire Broxby, la cui energia era visibilmente ridotta da dove si trovava nel primo set e mezzo, lasciando Djokovic a prendere il terzo 6-2 prima di finire la partita 6. 2 sul quarto

Djokovic sarebbe diventato il primo uomo dopo Rod Laver nel 1969 a vincere tutti e quattro i titoli maggiori nello stesso anno, aggiudicandosi il suo quarto titolo agli US Open.

Conquisterà anche il suo 21° titolo del singolare maschile del Grande Slam, che lo aumenterebbe di uno rispetto ai suoi “tre grandi” rivali Roger Federer e Rafael Nadal, entrambi assenti a causa di infortuni.

Djokovic in una striscia di 20 vittorie consecutive contro gli americani che entrano nel suo primo incontro con Broxby sarebbe il giocatore con il punteggio più basso a sopravvivere al suo avversario con il punteggio più alto agli US Open dall’inizio della classifica nel 1973. È l’ultimo uomo o donna americano rimasto in piedi in single con Djokovic – che ha un rapporto teso con la folla americana – si prepara ora a eliminare l’unità locale.

Djokovic ha tenuto una rivincita per la finale di Wimbledon, dove ha sconfitto l’italiano Matteo Berrettini.

“Sarà emozionante”, ha detto Djokovic. “Ama il grande palcoscenico. Grande invio, grande gioco in generale. So cosa aspettarmi. Cercherò di fare un buon piano per il gioco e spero per il meglio. “

‘Troppo poco professionale’: un brutto errore per una vera polemica

Barbora Krejkova e Garbine Muguruza hanno avuto uno scambio teso in rete dopo l’incontro degli US Open di lunedì, con il ceco che in seguito lo ha definito “estremamente poco professionale”.

La Krijikova ha chiamato la dottoressa sul 5-6 del secondo set dopo aver vinto il primo, ed è stato il tempismo della sua pausa – che l’ha vista fuori dal campo di nove minuti – che ha irritato la sua avversaria spagnola.

Quando finalmente torna a giocare, Krejcikova è lenta tra i punti e continua a cercare il suo asciugamano, il che non fa che aumentare la frustrazione di Muguruza.

Muguruza scosse la testa incredula dopo aver perso il confronto 6-3, 7-6 (4).

Sebbene Krijikova si sia scusata in rete, lo spagnolo l’ha definita “estremamente poco professionale”.

“Ascolta, non voglio davvero parlare di questo… vi lascerò giudicare la vostra opinione su questo”, ha detto in una breve conferenza stampa dopo.

Barty fuori dagli US Open | 00:36

“Beh, immagino, tra i ragazzi, sappiate un po’ come comportarvi in ​​certi momenti, sì, non ero molto contento a fine partita”.

Krejcikova ha saltato la conferenza stampa perché era ancora in difficoltà ed era con lei fuori dal campo.

“Alla fine stavo davvero lottando e mi sentivo davvero male ora”, ha detto Krijikova nei commenti fatti tramite il WTA.

“Non so davvero cosa sia successo, ma non riuscivo a respirare. Ho iniziato ad avere le vertigini e il mondo intero tremava. Non mi era mai successo prima”.

La Krejcikova ha raggiunto i quarti di finale dove incontrerà Aryna Sabalenka, ma resta da vedere quanto sarà in forma dopo aver ricevuto il suo aiuto dal campo dopo la sua vittoria. Per saperne di più

Campioni olimpici, attacco di panico adolescenziale

La quarta testa di serie tedesca Zverev ha esteso la sua striscia vincente a 15 partite battendo l’italiana 13esima testa di serie Yannick Sener 6-4 6-4 7-6 (9/7) e l’undicesima testa di serie svizzera Bencic ha eliminato la settima testa di serie Iga Swiatek della Polonia agli Open di Francia lo scorso anno . Campione, 7-6 (14/12), 6-3.

Virginia Wade, l’ultima donna britannica a vincere gli US Open nel 1968, ha visto Radocano, testa di serie 150, superare la 43esima testa di serie americana Shelby Rogers 6-2 6-1 in 66 minuti.

“Grazie mille”, ha detto Radokano al settimo cielo. “Sei una leggenda assoluta, quindi sono davvero onorato di averti qui per guardare la mia partita”. Zverev, secondo classificato agli US Open lo scorso anno, ha raggiunto i quarti di finale nella sua settima carriera a quattro Slam e quarto negli ultimi cinque tornei.

“È stata una partita di alto livello dall’inizio alla fine, e ci sono stati molti grandi successi”, ha detto Zverev.

Alexander Zverev (in alto) della Germania si incontra a rete dopo aver sconfitto Yannick Sener (in basso) dell’Italia durante il suo round di 16 single match l’ottavo giorno degli US Open 2021 a Usta. Billie Jean King National Tennis Center il 6 settembre 2021 nel quartiere di Flushing nel Queens, a New York City. (Foto di Matthew Stockman/Getty Images)Fonte: Getty Images

“Sono felice di qualificarmi per i quarti di finale e vedremo dove andrà”. Sener ha mancato le sue occasioni con i due punti di servizio di Zverev nel 12° game del terzo set e ha vanificato altre tre occasioni nel tiebreak prima che Zverev vincesse quando Sener segnò un dritto dopo due ore e 25 minuti.

“Questi sono gli ultimi mesi per me”, ha detto Zverev. “I giocatori sanno con sicurezza cosa fare in queste situazioni. Sono felice di ottenere due set”. Zverev ha detto che la sua medaglia d’oro olimpica è stata un’ispirazione per lui. “È qui con me, un piccolo promemoria di quello che è successo il mese scorso per darmi un po’ di energia qui”. Zverev incontrerà prossimamente la 46a testa di serie sudafricana Lloyd Harris, che ha eliminato la 22esima classificata americana Riley Opelka 6-7 (6/8), 6-4, 6-1, 6-3.

Swiatek ha battuto Bencic nel loro unico precedente incontro nella finale di Adelaide a febbraio, ma lo svizzero non ha perso un set questa settimana ed è stato rotto solo tre volte.

“Ho migliorato molto il mio gioco”, ha detto Bencic. “Sono contento che l’abbia superata.” La chiave era ottenere gli ultimi tre punti in 23 minuti del tiebreak. “Nel tiebreak, è una questione di fortuna”, ha detto. “Il secondo set è iniziato in modo più rilassato”.

La britannica Emma Raducano torna dal giocatore americano Shelby Rogers.Fonte: Agence France-Presse

Successivamente, Bencic interpreta Radocano, un’esordiente agli US Open che non ha perso un set in quattro partite ed ha eliminato facilmente la donna che ha spodestato la campionessa mondiale di Wimbledon Ashleigh Barty.

“Belinda è una grande giocatrice e in buona forma”, ha detto Radocano. “Dovrò solo portarlo.” Raducano è solo la terza qualificata a raggiungere i quarti di finale degli US Open femminili dopo l’estone Kaia Kanepi nel 2017 e l’americana Barbara Jerkin nel 1981.

“Sono molto felice di essere stato in grado di entrare e di superare alcuni nervi all’inizio”, ha detto Radocano.