HomeEconomyNon vuoi vaccinarti? Non aspettarti di viaggiare di nuovo

Non vuoi vaccinarti? Non aspettarti di viaggiare di nuovo

Dimentica la prima classe. Dimentica il lavoro. Dimentica il premio. Dimentica l’economia (sì, proviamo sicuramente a dimenticare l’economia).

Solo due categorie di viaggi contano ora e per il prossimo futuro: la macchia e la codardia.

Possiamo discutere i pro ei contro delle vaccinazioni obbligatorie finché non diventiamo blu nelle nostre facce nascoste. Ma lo slancio che si crea intorno alle vaccinazioni di quasi tutte le forme di viaggio, una delle più vere espressioni di libertà, è come un treno proiettile in corsa.

La salute è dominante e continuerà ad essere la caratteristica più stressante nella nuova era del turismo. L’epidemiologo Everywhere è una sorta di nuova agente di viaggio.

I passaporti sanitari digitali per i viaggiatori stanno già diventando non solo una questione di “quando” o “se” ma “perché mai no?” Coloro che non sono disposti a conformarsi si troveranno quasi certamente nel loro tipo di regime senza fine di stare a casa.

In una rara vittoria per l’industria crocieristica, un tribunale degli Stati Uniti ha stabilito questa settimana che ai passeggeri che si imbarcano sulle navi Norwegian Cruise Line in Florida può essere richiesto di mostrare prove della vaccinazione COVID-19 prima di salire a bordo di una qualsiasi delle sue navi nel loro stato nativo del Sunshine. .

La decisione è arrivata nonostante una legge locale approvata in Florida progettata per placare la legione statale di negazionisti pro-Trump COVID-19, che impone multe a qualsiasi azienda che richieda la prova di tali vaccini.

Che tu arrivi via mare o in aereo, una volta che sei a terra nella tua destinazione internazionale, come luoghi turistici come l’Italia e la Francia, è improbabile che tu possa dedicarti ad attività di viaggio di base come visitare musei e ristoranti a meno che tu non sia in grado di fornire prova di vaccinazione.

Con più clienti da vaccinare rispetto ad altri, quale parte del settore dei viaggi, che si tratti di un remoto hotel australiano o di un hotel parigino a cinque stelle, alla fine non vorrebbe proteggere la propria attività, i propri dipendenti e i propri ospiti nel modo più completo possibile?

Inoltre, l’esausta industria del turismo globale non vorrà alienarsi la maggioranza dei suoi potenziali clienti per soddisfare le esigenze di una minoranza scettica e non collaborativa.

Le compagnie aeree stanno abbandonando la pretesa che i viaggi aerei siano in qualche modo immuni alle infezioni (ricordate tutti i filtri dell’aria miracolosi dell’anno scorso?) e sottolineano che per volare avrete bisogno di una prova di vaccinazione.

Ma non fermiamoci alla prova delle istantanee di COVID-19 nei passaporti sanitari digitali, ma richiediamo anche ai viaggiatori di dimostrare di essere al passo con altre vaccinazioni come quelle per l’influenza, in particolare per le variazioni dell’emisfero settentrionale. Perché non sfruttare questo momento per metterci alle spalle il più possibile l’inevitabilità degli errori di viaggio?

Personalmente, essendo completamente pronto a ricevere una spinta quando sarà il momento, sarei disposto a estendere i passaporti sanitari digitali per includere i viaggi nazionali, nonché per i viaggi da e verso la Nuova Zelanda quando la bolla tornerà. Inflazione – se significa movimento più sicuro e un’industria del turismo più stabile e prospera.

LEGGI ANCHE: Sono tornato dall’Australia a Roma, dove la gente del posto non crede ai nostri limiti

Vedi anche: Qantas conferma il lancio della “carta sanitaria” digitale per i voli internazionali

READ  Netflix Australia sta aumentando i prezzi su tutti i livelli di abbonamento
Orsina Fiorentini
Orsina Fiorentini
"Fan zombi sottilmente affascinante. Fanatico della TV. Creatore devoto. Amico degli animali ovunque. Praticante del caffè."
Must Read
Related News