ATTUALITA' Notizie 

Città Civile, i suggerimenti di Ciro Carmine Pistillo per un parco inclusivo

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

“Settimane fa, il Parco Baden-Powell ha visto sorgere un’area destinata ad accogliere i bambini diversamente abili con giochi fruibili per la loro situazione di handicap. Una iniziativa tanto lodevole da aver ricevuto un finanziamento pari ad euro 10.000,00 così come dichiarato dal Sindaco avv. Francesco Miglio e dall’Assessore alle Politiche Sociali avv. Simona Venditti. Da una più attenta analisi dello stato dei luoghi, tuttavia, è possibile notare la presenza di alcuni punti critici che di fatto rendono difficoltoso l’ingresso e l’utilizzo di quest’area”. È quanto afferma l’esponente di Città Civile, Ciro Carmine Pistillo che continua: “A titolo esemplificativo basti pensare alla scarsa presenza di rampe d’accesso di cui è costellato il Parco, all’assenza di una adeguata pavimentazione e di servizi igienici. “Si seguono volentieri dei suggerimenti quando se ne comprende lo scopo” così disse Robert Baden-Powell in una sua celebre frase. Ed allora perché non seguire quanto suggerito dal D.P.R. n. 503/96? – Eliminazione degli ostacoli che impediscono la comoda e sicura utilizzazione di spazi, attrezzature e componenti; presenza di accorgimenti e segnalazioni che permettono l’orientamento e la riconoscibilità dei luoghi e delle fonti di pericolo per chiunque; congruo numero di posti riservati al parcheggio delle auto dei portatori di handicap; pavimentazione con fondo compatto e non sdrucciolevole (no a ghiaia, sabbia e sconnessioni) presenza di spazi di manovra lungo i percorsi. Si potrebbe, inoltre, pensare anche ad un progetto per bambini diversamente abili, ad esempio l’animazione sociale. Di fondamentale importanza è la figura di un team di educatori professionisti, specializzati in servizi per l’infanzia e l’adolescenza, in grado di migliorare la qualità della vita delle persone attraverso laboratori creativi, attività motorie, educative, spettacoli, favorire la vita di relazione, l’integrazione sociale, la mobilità individuale dei ragazzi che si trovano in condizione di grave limitazione dell’autonomia personale. Eliminare e ridurre le barriere architettoniche che di fatto limitano il libero, autonomo e sicuro accesso ad un luogo pubblico è un atto di civiltà oltre che di completezza ed efficienza di un progetto dalle grandi potenzialità quale è il Parco Baden-Powell”.


There is no ads to display, Please add some
Like
Like Love Haha Wow Sad Angry

Articoli sullo stesso argomento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: