News

sabato
Giugno, 25

Myrtleford celebra il suo patrimonio italiano con il ritorno del La Fiera Festival

Featured in:

La fredda e montuosa città di Murtelford si trova a circa 300 chilometri a nord-est di Melbourne, sulla Great Alpine Road.

Quando arrivi, potresti notare campi di uva da vino, vecchi forni per tabacco, bevitori di caffè nella piazza e il Monte Bufalo in agguato sullo sfondo.

Mirtelford ospita circa 3.000 persone e una su sette è di origine italiana.

La storia dell’arrivo degli italiani nella regione risale a più di 150 anni fa.

Molti hanno scelto di stabilirsi a Mertelford a causa del terreno fertile, della comunità consolidata e dello scenario che ricorda loro la loro casa dall’altra parte del mondo.

Questo fine settimana, la città celebra il suo patrimonio italiano con l’annuale festival culturale La Fiera.

Tuttavia, la vita non è stata sempre facile per gli italiani del posto. Molti di loro sono arrivati, incapaci di parlare inglese, separati dalle loro famiglie e costretti a svolgere lavori agricoli ardui.

Una donna e un uomo portano un libro in mezzo
Aiuta Chris McCracken e Roy Ward a scrivere per una vita migliore.(

ABC Goulburn Murray: Annie Brown

)

Le storie dei primi immigrati compaiono in un nuovo libro, For a Better Life, che sarà lanciato al festival.

Chris McCracken e Roy Ward sono due dei suoi tre autori che hanno lavorato su interviste tratte da 30 famiglie immigrate nell’area.

“Pensavamo che saremmo finiti con un opuscolo, ma le storie continuavano a venire fuori e siamo finiti con questo libro”, ha detto la signora McCracken.

Alla ricerca di una vita migliore

I primi italiani arrivarono nella Valle dei Forni durante l’era della corsa all’oro.

Nel 1864, la diciottenne Battista de Piazza si recò a Melbourne su una nave in cerca di una vita migliore. Era fuggito dalla sua città natale nel nord Italia, che all’epoca stava uscendo da una guerra civile.

“Si sono già stabiliti a Mudjijunga, ma hanno anche interagito con Mertelford perché abbiamo una fabbrica di burro, quindi venivano a vendere burro e panna”, ha detto la signora McCracken.

Altri immigrati, come Santo Bianco, arrivarono negli anni ’20 dopo la prima guerra mondiale.

Due ragazzi tengono una fila di raccolto di tabacco appeso pronto ad asciugare.
I ragazzi Bianco hanno aiutato nella piantagione di tabacco, hanno persino guidato i barattoli anche se non potevano raggiungere i pedali.(

Fornito: Joe Bianco

)

Bianco è arrivato a Melbourne nel 1925. Sei anni dopo, ha messo da parte abbastanza soldi per portare sua moglie Babbo Natale ei loro due figli in Australia.

La famiglia si è trasferita a Markwood come co-coltivatori in una piantagione di tabacco, lavorando per lunghe ore con l’aiuto dei bambini.

La signora McCracken ha detto che la più grande ondata di immigrati nella regione è avvenuta dopo la seconda guerra mondiale intorno al 1947; Molti sono passati attraverso il Centro di accoglienza e formazione per immigrati Bonegilla.

“Non è stata l’esperienza più rilassante e molti dei loro ricordi sono legati alla cucina australiana e alla ricezione dell’agnello”.

Un uomo che indossa una fisarmonica a piano suona davanti a un pubblico di due uomini e due ragazzi
Joe Bianco era un esperto di fisarmonica al pianoforte e suonava in una compagnia di ballo dentro e fuori la città. (

Fornito: Joe Bianco

)

Man mano che la popolazione cresceva, gli italiani iniziarono a influenzare gli eventi sociali della città.

“Erano più interessati a ballare”, ha detto il signor Ward.

“Avevano anche molti club e gruppi, e alla fine tutti i gruppi separati si sono trasformati nel Savoy Club, che è iniziato come un luogo di incontro per gli italiani ma ora per chiunque a Mertelford”.

Una donna in un cortile tiene in mano un paio di pinze per servire la pasta
Rosa DeFazio è famosa in tutta la città per le sue deliziose varietà di pasta.(

Fornito: Jess Carroll

)

L’autentico festival italiano in Australia

John Costinaro è nato in Italia ma cresciuto a Mertelford.

È alla terza generazione da quando i suoi nonni sono immigrati in città ed è ora uno degli organizzatori del La Fiera Festival, un festival che vanta con orgoglio “il festival italiano più autentico in Australia”.

“Molte persone di Melbourne sono spesso molto sorprese dal nostro festival; perdono il collegamento con il loro patrimonio e si rendono conto che la cultura sta svanendo”.

Biscotto italiano extra grande con nastro adesivo intorno
La Fiera è la celebrazione annuale di Mertelford della cultura italiana della città. (

Fornito: mostra

)

La Fiera è giunta alla sua tredicesima edizione ed è nota per il nutrimento di funghi e per la partita a scacchi dal vivo – una tradizione che risale al 1454 a Marostica, in Italia (città natale di Costinaro).

“A Mertelford abbiamo già una scacchiera di cemento permanente sulla piazza”, ha detto.

“Sono sicuro che siamo l’unico posto fuori Marostica che ha tenuto questo evento”.

Scacchi equi
La storia degli scacchi dal vivo in Italia risale al XV secolo.(

Fornito: mostra

)

Continua la cultura

Entrambi i lati della famiglia Costinaro provengono dalla migrazione del dopoguerra nella zona di Mertelford. La parte di sua madre è arrivata negli anni ’20. Suo padre è negli anni Cinquanta.

Ha detto: “Ci sono alcune storie davvero tristi e le persone hanno davvero lottato”.

“Mio nonno era un poliziotto militare a Venezia, e da allora si è trasformato in un minatore di carbone a Wonthaggi e infine in un coltivatore di tabacco a Mertelford.”

Un uomo con una camicia blu e una cravatta nera si siede a un tavolo di legno
John Costinaro ha lavorato a La Fiera per sette anni. (

Fornito: Giovanni Costinaro

)

Il Sig. Costinaro ha detto che era importante raccontare la storia dell’immigrazione perché la città era ormai alla terza e quarta generazione.

Quest’anno, il festival continua il programma del Giovane Ambasciatore per incoraggiare la partecipazione delle giovani generazioni.

“Abbiamo preso questi ambasciatori per nutrirli e per diventare leader nella nostra comunità e forse un giorno potrebbe richiedere il mio lavoro”, ha detto il Sig. Costinaro.

La Fiera torna dopo essere stata cancellata l’anno scorso a causa della pandemia. Il festival di solito attira più di 4.000 visitatori, ma gli eventi quest’anno sono limitati dai numeri.

Sei adolescenti stanno fianco a fianco
Il programma degli ambasciatori include persone di età compresa tra 16 e 25 anni nella comunità della Valle alpina.(

Fornito: mostra

)

READ  Ashton Kutcher e Mila Kunis hanno risposto in modo esilarante al dramma della doccia

Find us on

Latest articles

- Advertisement - spot_imgspot_img

Related articles

40 La migliore bici da viaggio del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore bici da viaggio? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore garmin vivofit recensioni del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore garmin vivofit recensioni? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore pantaloncini da boxe del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore pantaloncini da boxe? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore lampade frontale led del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore lampade frontale led? I professionisti hanno compilato un...

40 La migliore tappetino fitness del 2022 – Non...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore tappetino fitness? I professionisti hanno compilato un elenco...

40 La migliore smerigliatrice bosch professionale del 2022 –...

Cerchi una guida professionale su come acquistare la migliore smerigliatrice bosch professionale? I professionisti hanno compilato un...