HomesportMotoGP Misano: Marc Marquez: 'Non ha senso' restare per anni in MotoGP...

MotoGP Misano: Marc Marquez: ‘Non ha senso’ restare per anni in MotoGP senza lottare per le prime posizioni | Cicli a motore

Ha aggiunto: “Il suo stile è impressionante. Dopo tutto quello che ha ottenuto, vuole ancora correre ma abbiamo mentalità diverse. Quando non potrò vincere e lottare per la vittoria, mi fermerò. Non sono pronto per competere per il 15° posto”. posto.”

Dato che il Misano Tour di questo fine settimana segna il secondo anno dall’ultima vittoria di Marquez nel Campionato del Mondo MotoGP, all’otto volte campione del mondo è stato chiesto quali parole avesse e quanto ancora avrebbe potuto resistere senza divertirsi.

“È vero, e lo dico sempre, per me non ha senso guidare la moto o stare qui tanti anni senza lottare almeno per le prime cinque o le prime sette posizioni. Perché come pilota non mi diverto, – ha risposto Márquez.

“Ad alcuni ciclisti piace lottare per le ultime posizioni… forse. Ma a tutti gli atleti, a tutti i corridori, piace stare davanti.

“Continuo a dire che è molto difficile per me mantenere la motivazione adesso,” ha aggiunto Marquez, che ancora una volta si è lasciato sfuggire l’occasione per smentire le voci sensazionali su un passaggio dalla Repsol Honda alla Gresini Ducati la prossima stagione. Semplicemente ripetendo la frase “Ha un contratto con la Honda”.

“Ma quando sei lì [difficult] Momenti, devi mantenere la tua routine. E devi mantenere il tuo modo di lavorare. Al momento nessuno in Honda è molto più veloce di me, quindi mi sento competitivo e cerco di mantenermi motivato in questo modo.

“Ma è vero che per il futuro spero di lottare ancora prima o poi per un piazzamento minimo tra i primi cinque. Vuol dire che sei lì al vertice. Magari non per tutta la gara, ma almeno ci sei. ” [fighting]”.

READ  Pronostici e consigli sulle scommesse Melbourne City vs Sydney

Nonostante abbia adottato un approccio privo di rischi fin dai tempi di Silverstone, dopo essersi rotto “tre ossa e un legamento in sole sei gare”, Marquez mostra ancora scorci della sua precedente superiorità rispetto alle altre Honda.

“Proprio come quando vinsi nel ’18 o ’19 e l’altra Honda arrivò settima, ottava, decima, non dico mai mai [I’m making the difference]. “Sto solo cercando di lavorare nel mio garage per trovare il meglio”, ha detto.

“È vero che ad esempio a Portimao ero molto più veloce delle altre Honda. Anche a Le Mans, allo stesso Mugello. Ma poi è vero che ora sto facendo un passo [back] E rischio – come ho fatto nella prima parte della stagione – solo quando sento di poterlo fare.

“Ma a Montmelo ho vissuto alcuni momenti durante il fine settimana di gara in ottime condizioni. Mi sentivo bene. In Austria, ad esempio, non mi sentivo bene in qualifica, ma sulla distanza di gara ero veloce e costante. Quindi vedi qui.

“Sto solo cercando di lavorare sul mio gioco. La mentalità cambia ma non perderò la mentalità che ho, perché sto lottando contro la mia mentalità. Ma il mio lavoro sta cercando di mantenere la stessa routine che avevo nel 2018 , 2019 o l’anno scorso.

“Cerca solo di essere pronto a lottare per il meglio.”

La grande domanda ora è se Marquez punterà ad essere “pronto a lottare per il meglio” a bordo di una Honda o di una Ducati la prossima stagione…

Mariella Lori
Mariella Lori
"Professionista della birra. Comunicatore. Fanatico del bacon estremo. Drogato dilettante di alcol. Pensatore sottilmente affascinante."
Must Read
Related News