SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Meryl Streep: le riprese de Il diavolo veste Prada sono state “spaventose”

La leggendaria attrice Meryl Streep ha avuto difficoltà a girare uno dei suoi film più iconici.

Nel 2006, il vincitore dell’Oscar ha recitato in Il diavolo indossa una felpa con cappuccio Come Miranda Priestley, la direttrice di una rivista di alta moda che ha trattato male i dipendenti per affrontare la sua fatiscente vita personale.

Celebrando il 15° anniversario del film, Streep e i suoi co-protagonisti Parla con Entertainment Weekly per il loro tempo lavorando al film.

Conosciuta per il suo stile di recitazione durante le riprese, Streep, 71 anni, conserva spesso elementi della sua personalità glaciale mentre non è davanti alla telecamera, ignorando anche le celebrità co-protagoniste Emily Blunt e Anne Hathaway.

Relazionato: La scena cancellata Il diavolo veste Prada ha cambiato tutto

Relazionato: Quanto conosci Il diavolo veste Prada?

“Meryl è così socievole e divertente da morire, in un certo senso non è stato il massimo per lei quando deve rimuoversi”, ha detto Blunt alla pubblicazione. “Non era come se fosse inavvicinabile; potresti andare da lei e dire: ‘Oh mio Dio, è appena successa la cosa divertente’ e lei ti ascolterà, ma non so se è più divertente per lei per essere così.”

“È stato terribile!” Streep ammesso. “Ero [miserable] nella mia roulotte. Li sentivo tutti ondeggiare e ridere. Ero così depresso! Ho detto: “Beh, questo è il prezzo che paghi per essere un capo!”

Ha aggiunto: “Questa è l’ultima volta che ho provato un metodo!”

La performance di Streep è stata acclamata dalla critica e gli è valsa una serie di premi di alto profilo tra cui un Golden Globe e una nomination all’Oscar. Da allora, è stata nominata per le più alte onorificenze del settore altre sette volte.

READ  Sonia Yuncheva, Adriana Gonzalez e Jacob Joseph Orlinski Led Festival Radio France 2021 stagione Occitan Montpellier

Relazionato: La vera storia dietro l’iconica scena Il diavolo veste Prada

Non solo Blunt ha notato che Streep erigeva un muro innaturale durante le riprese, ha anche riferito Hathaway, ma ha detto che era effettivamente utile.

“Ero intimidita, ma mi sono sempre sentita coccolata”, ha spiegato. “Sapevo che tutto quello che hai fatto per creare questa paura, l’ho apprezzato [because] Sapevo anche che mi stava guardando”.

Il personaggio di Streep ha fatto paragoni con rivista Vogue L’editore Anna Wintour, che ha dovuto affrontare voci di essere un datore di lavoro crudele.

“Non ero interessato a fare un film sulla biografia di Anna; ero interessato alla sua posizione nella sua compagnia. Volevo assumermi i fardelli che doveva portare, oltre a dover avere un bell’aspetto ogni giorno, ha spiegato Streep.

Relazionato: Quello che non sapevi prima su Il diavolo veste Prada

La leggenda dello schermo ha anche parlato dell’ampio appeal del film, anche se originariamente era stato commercializzato nei confronti delle donne come programmazione antisemita. Il ritorno di Superman.

“Poiché ci hanno dato condizioni così difficili per realizzare il film con un budget ridotto, si è aperto e ha detto che ‘Chick’ potrebbe essere un grande successo con un vasto pubblico”, ha detto.

Questo è il primo film [where] Dei ragazzi sono venuti da me e hanno detto: “So come mi sentivo, ho compagnia e nessuno mi capisce. È davvero difficile. È la cosa più difficile del mondo per un uomo farsi strada in un eroe del cinema se è una donna. “

Questo articolo è apparso originariamente Fox News È stato riprodotto con il permesso

READ  Escavatori "Dune" a Venezia, la stagione dei premi