SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

Lo Sri Lanka deve affrontare il peggior inquinamento costiero della storia causato dall’incendio di una nave

Lo Sri Lanka sta affrontando una crisi di inquinamento senza precedenti quando ondate di rifiuti di plastica provenienti da una nave portacontainer in fiamme hanno colpito la costa e minacciano di distruggere l’ambiente locale, ha avvertito un alto funzionario ambientale.

Migliaia di marinai marini utilizzano piattaforme meccaniche sulle spiagge per raccogliere tonnellate di particelle di plastica fini da cui provengono MV X-Press Pearl registrata a Singapore che è all’orizzonte da 10 giorni.

L’Autorità per la protezione marittima dello Sri Lanka (MEPA) ha affermato che l’inquinamento da microplastica potrebbe causare anni di danni ambientali all’isola dell’Oceano Indiano.

Il fumo sale dalla nave portacontainer MV X-Press Pearl, che ha preso fuoco
La X-Press Pearl, che ha preso fuoco in attesa di entrare nel porto di Colombo, è rimasta ancorata appena fuori dal porto.(

AP: Sri Lanka Air Force

)

Piccole palline di polietilene minacciano spiagge popolari e acque poco profonde che i pesci utilizzano per la riproduzione.

E ‘stata vietata la pesca lungo gli 80 km di costa nei pressi della nave, che brucia da 10 giorni nonostante l’operazione antincendio internazionale.

“C’è fumo e fiamme sporadiche viste dalla nave”, ha detto il portavoce della Marina Indica de Silva.

I boom di plastica arancioni vengono creati nel caso in cui una fuoriuscita di petrolio dalla nave interrotta raggiunga il lago Negombo, famoso per i suoi granchi e gamberi jumbo.

Migliaia di piccole imbarcazioni hanno preso d’assalto Negombo sabato a causa del divieto di pesca.

Marines dello Sri Lanka in tute protettive che puliscono la spiaggia
Si ritiene che gran parte del carico della nave sia stato distrutto dall’incendio.(

AP: Iranga Jayawardena

)

“Non c’è fine in vista” al disastro

Il marinaio Mangula Dolangala ha detto che la sua squadra ha quasi ripulito la spiaggia venerdì sera, ma è rimasto scioccato nel trovarla di nuovo coperta la mattina successiva.

“Questo è come un Coronavirus. Non c’è fine in vista. Abbiamo rimosso tutta la plastica ieri, solo per vederne altra scaricata dalle onde durante la notte”, ha detto.

I pellet e i rifiuti sono stati imballati in sacchi di polietilene verdi e bianchi e trasportati su camion.

Caricamento in corso

Un ufficiale a capo di un’altra squadra era microplastica e detriti carbonizzati in alcune parti della spiaggia era profonda 60 cm.

Il pescatore locale Peter Fernando, 68 anni, ha detto di non aver mai visto una tale devastazione prima.

Lo tsunami asiatico del dicembre 2004 ha devastato gran parte della costa dell’isola e ucciso circa 31.000 persone, ma ha distrutto solo le infrastrutture costiere.

Un marine in equipaggiamento protettivo personale spinge a riva un grosso pezzo di detriti
Un marinaio della Marina dello Sri Lanka ispeziona un grosso pezzo di detriti dalla X-Press Pearl.(

Reuters: Dinuka Liyanawatte

)

Il prete cattolico romano Sugiwa Athocoral ha detto che la maggior parte dei suoi parrocchiani erano pescatori che rischiavano di diventare indigenti.

“Il loro bisogno urgente è consentire loro di tornare in mare”, ha detto.

Le foreste di mangrovie nello Sri Lanka sono minacciate

Lakshan Fernando, 30 anni, pescatore, ha detto che le persone temono che i rifiuti di plastica possano distruggere le foreste di mangrovie e le barriere coralline poiché i pesci prosperano in acque poco profonde.

    Il fumo sale dalla nave portacontainer MV X-Press Pearl che ha preso fuoco al largo del porto di Colombo.
La fuoriuscita di olio dalla nave può aumentare il rischio di danni.(

AP: Sri Lanka Air Force

)

“Nessuno può dire per quanto tempo dovremo affrontare gli effetti negativi di questo inquinamento”, ha detto all’AFP.

Una fuoriuscita di petrolio dalla nave, che si dice trasportasse 278 tonnellate di olio combustibile e 50 tonnellate di diesel, aumenta il rischio di danni.

I funzionari hanno detto che gran parte del carico della nave, comprese 25 tonnellate di acido nitrico, idrossido di sodio, lubrificanti e altri prodotti chimici, è stato distrutto dall’incendio.

La X-Press Pearl ha preso fuoco mentre aspettava di entrare nel porto di Colombo. È ancora ancorato fuori dal porto.

Gli srilankesi spingono il barile al largo, spazzato via dall'acqua dell'incendio di una nave
Lo Sri Lanka deve affrontare una crisi di inquinamento senza precedenti a causa dell’incendio della nave.(

AP: Iranga Jayawardena

)

La società olandese SMIT sta conducendo un’operazione di salvataggio internazionale, che ha inviato autopompe specializzate. L’India ha inviato navi della Guardia Costiera per assistere la Marina dello Sri Lanka.

SMIT è stata anche coinvolta nell’affondamento di una petroliera bruciata al largo della costa orientale dello Sri Lanka lo scorso settembre, dopo che un’esplosione nella sala macchine aveva ucciso un membro dell’equipaggio.

L’incendio di New Diamond ha impiegato più di una settimana per estinguersi e ha lasciato una fuoriuscita di petrolio di 40 chilometri.

Lo Sri Lanka ha chiesto ai proprietari di pagare 17 milioni di dollari (22 milioni di dollari) per le pulizie.

Francia Agenzia di stampa

READ  Video che mostra il crollo di un'emozionante gru a Taiwan