SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

L’Italia trova altri due incidenti sul lavoro pericolosi: l’inglese

(ANSA) – ROMA, 18 mag. – Martedì in Italia si sono verificati altri due pericolosi incidenti sul lavoro, che nel recente passato hanno suscitato richieste di aumento della sicurezza sul lavoro.

Nel primo incidente di martedì, il 49enne Armando Rogo Mita è stato subito schiacciato quando il suo trattore si è ribaltato nei campi del Forte San Moro vicino Matera in Basilicata.

La polizia ha detto che l’incidente è avvenuto in una zona collinare.

È stata ordinata un’autopsia.

Nel secondo incidente, un operaio di 51 anni è morto quando il cancello d’acciaio che stava caricando è arrivato senza ostacoli sul pavimento di un edificio.

La polizia ha detto che è stato colpito alla testa.

L’incidente è avvenuto a Korora.

È stata anche ordinata un’autopsia.

L’Italia ha chiesto ulteriori azioni per garantire la sicurezza sul lavoro, l’ultimo di una serie di incidenti mortali sul lavoro in cui un operaio di 53 anni è stato investito e ucciso lunedì da un camion capovolto nel cortile di una fabbrica vicino Bergamo.

Lo schianto di Spirono segue la morte di Maurizo Criti e Marco Oldradi in provincia di Bergamo rispettivamente il 6 e l’8 maggio.

Ma è stata la morte della 22enne madre del figlio di cinque anni Luvana de Oracio in un incidente con una macchina tessile nei pressi di Prato il 5 maggio a porre la questione al centro della politica e del dibattito pubblico italiano. .

Il premier Mario Draghi ha detto la scorsa settimana che occorre fare di più per la sicurezza sul lavoro dopo la morte di almeno cinque persone in D’Orcio e una settimana di distanza.

Oltre alle 4.500 persone attualmente impiegate, verranno assunti più di 2.000 ispettori addizionali per la sicurezza sul lavoro, ha affermato. (ANSA).

READ  PAD | Nuove regole italiane sui siti di confronto in accordo con Hogan Lovells

Tutti i diritti riservati © Copyright ANSA