L’Italia supera la Germania e diventa la potenza economica d’Europa

Mentre l’economia tedesca sta rallentando, l’Italia sta vivendo una crescita sostenuta. Tuttavia, ciò è dovuto in gran parte ai sussidi e all’aumento del debito e non alle strategie economiche del Primo Ministro Giorgia Meloni.

Mentre negli anni precedenti la pandemia i governi di Roma erano abituati ad annunciare previsioni di crescita fosche e rating del debito tristi, il Paese sta ora rapidamente emergendo come motore di crescita dell’Europa.

Nell’ultimo trimestre l’economia italiana è cresciuta dello 0,6%, mentre nello stesso periodo l’economia tedesca si è contratta dello 0,3%. Al di là di questa istantanea di tre mesi, altri indicatori per la terza economia europea sono sorprendenti.

“L’economia italiana è cresciuta del 3,8% dal 2019”, ha affermato Jörg Kramer, capo economista di Commerzbank. Egli ha sottolineato che questa crescita è “equivalente al doppio di quella dell'economia francese e a cinque volte quella dell'economia tedesca”, ha spiegato alla DW.

In Germania le prospettive appaiono fosche. L'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) prevede quest'anno per la Germania una crescita dello 0,3%. I principali esperti tedeschi prevedono una crescita ancora più bassa, pari solo allo 0,1%. Secondo l’OCSE quest’anno, invece, l’Italia dovrebbe crescere dello 0,7%.

Il mercato azionario italiano è attualmente testimone di un'ondata di ottimismo, poiché l'indice standard FTSE MIB, che comprende 40 grandi società, ha registrato lo scorso anno un aumento significativo di circa il 28%. Questa crescita ha superato gli altri indici del mercato azionario europeo, indicando la forte posizione dell’Italia nel mercato. L’Italia appare quindi ben posizionata per un’ulteriore crescita nel prossimo futuro.

Inizialmente, gli economisti hanno reagito con cautela quando Giorgia Meloni è entrata in carica come primo ministro nell’ottobre 2022. Durante la campagna elettorale, Meloni e il suo partito Fratelli d’Italia hanno chiesto un approccio economico nazionalista, “Made in Italy”, hanno espresso preoccupazione per i migranti e non hanno esplicitamente espresso preoccupazione. prendere le distanze da loro. stessi dalla Russia.

READ  La Tunisia arresta migranti e sequestra imbarcazioni nell’ambito di una campagna su vasta scala contro il traffico di esseri umani

Dopo la sua elezione, il settimanale tedesco Stern l'ha definita “la donna più pericolosa d'Europa”. Tuttavia, per quanto riguarda la politica economica, la Meloni è rimasta sostanzialmente fedele allo stesso percorso del suo predecessore, Mario Draghi. Questa strategia sembra dare i suoi frutti per l’Italia, soprattutto nel mercato obbligazionario, con il tasso di interesse al quale il paese prende in prestito denaro tornando ai livelli pre-elettorali.

Durante una conferenza stampa all’inizio di quest’anno, la Meloni ha cercato di attribuire il miglioramento economico alla sua amministrazione. Lei ha sottolineato che l'instabilità politica del passato ha ostacolato la crescita economica, parlando da una posizione di fiducia.

Tuttavia, la portata del contributo della Meloni alla crescita è in discussione. Secondo Kramer di Commerzbank, la forte crescita è dovuta principalmente alla politica fiscale allentata dell'Italia, che ha portato ad un aumento significativo del nuovo debito. Prima del Covid-19, il nuovo debito dell’Italia ammontava all’1,5% del Pil, ma è salito all’8,3% del Pil nella prima metà del 2023.

Inoltre, il peso del debito complessivo del paese è in espansione. A gennaio, la Commissione dell'Unione Europea aveva previsto che il debito italiano avrebbe superato il 140% del Pil quest'anno e avrebbe continuato a crescere fino al 2025. In confronto, il rapporto debito/Pil della Germania è al 66%, mentre il rapporto debito/Pil della Germania è al 66%. Francia Quasi il 100%.

Fonte immagine: DW News

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto