Aprile 10, 2021

SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

L’Italia spera che AstraZeneca non soffoca il programma di vaccinazione “pasticcio”

Postato su:

Roma (AFP)

Gran parte dell’Italia è di nuovo rinchiusa, ma il nuovo governo spera che il suo programma di vaccinazione contro il virus corona possa finalmente cambiare la situazione: le preoccupazioni per la sicurezza di Astrogeneka non cambieranno le cose.

Il primo ministro Mario Draghi ha svelato durante il fine settimana una nuova strategia di vaccinazione, che mira ad accelerare in modo massiccio le vaccinazioni per raggiungere l’80% della popolazione entro settembre.

Tuttavia, il problema con il vaccino Astrogenega / Oxford – che è stato sospeso per la maggior parte dell’UE per motivi di sicurezza – è che il progetto è già a rischio.

“Questo è un gran casino e non ha senso negarlo”, ha detto al quotidiano Mesagero il giovane ministro della Difesa Giorgio Mule.

Il piano di Drake è quello di ricevere 16 milioni di colpi di vaccino in Italia entro la fine del mese, dai 52 milioni nel secondo trimestre dell’anno e dagli 85 milioni nel terzo trimestre.

Ma una dose abbondante dovrebbe arrivare da AstraZeneca: 2,9 milioni nelle prossime due settimane, 10 milioni nel secondo trimestre e 25 milioni nel terzo trimestre.

– 500.000 target al giorno –

L’Italia ha un disperato bisogno di sollievo da un’epidemia iniziata 13 mesi fa, che finora ha ucciso più di 102.000 persone e ha innescato una recessione che ha licenziato quasi 500.000 persone.

Una nuova ondata di infezioni da Govt-19 ha rimandato gran parte del paese in uno stato di blocco lunedì, chiudendo scuole, bar, ristoranti e negozi, costringendo i residenti a rimanere a casa per tre settimane.

READ  Coppa degli Stati Uniti 2021: il pericoloso gioco in ritardo della Nuova Zelanda mentre l'Italia chiede il vantaggio della Coppa degli Stati Uniti

Drake, l’ex capo della Banca centrale europea, che ha assunto la guida di un governo di unità nazionale il mese scorso, ha fissato l’obiettivo di aumentare il numero di iniezioni giornaliere a 500.000 al giorno.

Questo, secondo il piano strategico, porterà il 60% delle persone a essere vaccinato completamente entro la fine di luglio, salendo al 70% a fine agosto e all’80% a metà settembre.

Su una popolazione di circa 60 milioni, solo circa due milioni di italiani hanno ricevuto i due vaccini finora necessari.

“Dobbiamo accelerare!” Lo ha detto domenica alla televisione pubblica RAI il nuovo assessore all’epidemiologia del governo, Francesco Pavlo Figliolo.

– Avvocati specializzati in vaccini –

Come altri paesi dell’UE, il programma vaccinale italiano è stato coinvolto in ritardi nella fornitura di jab, ma gli esperti dicono che questo non è interamente il motivo del lento progresso.

Carlo Palermo, presidente del sindacato dei medici Anav Azomde, ha detto che l’Italia ha avuto un buon inizio quando si è concentrata su operatori sanitari e case di cura a gennaio, ma poi ha lottato per aumentarla.

Ciò è stato in parte dovuto alla carenza di personale, ha detto all’AFP, con la motivazione di ottenere solo circa 4.000 domande di vaccinazioni per circa 12.000 infermieri aggiuntivi.

C’è stato anche uno scarso coordinamento tra le regioni nel dare la priorità. La Toscana, ad esempio, si concentra sulla vaccinazione degli avvocati, così tante persone sane tra i 30 ei 40 anni hanno ricevuto iniezioni.

In tutta Italia, solo un terzo dei 6,85 milioni di vaccini somministrati finora ha raggiunto persone di 70 anni o più, nonostante l’alta incidenza del virus corona.

READ  Il ministro degli Esteri parla con il rappresentante italiano

“E ‘molto sorprendente fino a che punto sono stati somministrati vaccini a gruppi relativamente giovani … e questo non può essere spiegato in termini di salute”, ha detto all’AFP Federico Shanti, analista senior presso l’Eurasia Group.

– Utilizzo di aiuto extra –

Il governo sta ora arruolando l’aiuto di farmacisti, professionisti, dentisti e medici di famiglia per gestire i colpi, e porterà le forze armate e la protezione civile per aiutare a combattere aree come la Calabria nel sud.

Sta espandendo le strutture per la vaccinazione, aprendo centri su larga scala e riutilizzando parcheggi, centri commerciali, palestre, fabbriche e persino proprietà della chiesa: un centro alla stazione Termini di Roma ha chiuso martedì nonostante la carenza di posti di lavoro ad Astrogeneca.

Ma sebbene il vaccino astrogenico possa essere distrutto dall’azienda farmaceutica europea e il suo utilizzo riprenda, si teme già che possa scatenare una sensazione di anti-ceretta relativamente forte in Italia.

Potrebbero esserci anche carenze di produzione, con le aziende farmaceutiche alle prese con ritardi nella produzione, tra cui Johnson & Johnson e AstraZeneca, ha detto Shanti.

“Le forniture sono il grande punto interrogativo”, ha detto.