SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

L’Italia rilascia un nuovo programma vaccinale, inasprisce le restrizioni

Roma

L’Italia afferma che vaccinerà almeno l’80% della sua popolazione entro la fine di settembre, tra le critiche al ritmo lento della sua campagna di vaccinazione nazionale e una recrudescenza delle infezioni da COVID-19.

Francisco Pavlo Figliolo, il nuovo commissario straordinario per le emergenze, ha svelato sabato sera il suo nuovo piano nazionale, secondo i documenti del governo, per erogare mezzo milione di dosi al giorno a pieno regime.

L’Italia prevede che le consegne totali aumenteranno da 15,7 milioni di dosi nel primo trimestre a 52,5 milioni tra aprile e giugno e 84,9 milioni nel terzo trimestre.

Il paese ha registrato 101.881 morti dall’eruzione del febbraio 2020, la seconda più alta in Europa dopo il Regno Unito e la settima più alta al mondo. Ad oggi ha registrato 3,2 milioni di casi di virus.

Meno di 2 milioni di persone – o quasi il 3% della popolazione – sono state completamente vaccinate sabato, sollevando preoccupazioni per il rilascio del Programma nazionale di vaccinazione.

Gran parte dell’Italia dovrebbe essere chiusa quasi completamente da lunedì – nelle zone “rossa” o “arancione”, il Ministero della Salute ha annunciato restrizioni più severe per gran parte del paese, poiché il paese annuncia restrizioni più severe sui nuovi casi.

Molte regioni, compresa la Lombardia intorno a Milano e il Lazio intorno a Roma, saranno designate come “zone rosse” ad alto rischio.

Nei fine settimana del 3-5 aprile, le nuove restrizioni saranno in vigore almeno fino a Pasqua, quando tutta l’Italia sarà completamente bloccata. L’unica eccezione è la Sardegna, l’unica “zona bianca” italiana a basso rischio.

Venerdì il premier Mario Draghi ha ringraziato gli italiani per la loro “pazienza senza limiti” e ha detto che le nuove misure saranno legate a nuovi aiuti finanziari a famiglie e imprese.

READ  Perché l'Italia vincerà Euro 2020 | UEFA EURO 2020

Ma ha riconosciuto che ci sono state conseguenze per “l’educazione dei bambini, l’economia e lo stato psicologico di tutti noi”.

“A più di un anno dall’inizio dell’emergenza sanitaria, purtroppo stiamo affrontando una nuova epidemia”, ha detto Draghi durante una visita a un nuovo centro di immunizzazione all’aeroporto Rocky’s Fyamicino.

Il sito web dell’Agenzia anatolica contiene solo una parte delle notizie fornite agli abbonati da AA News Broadcasting System (HAS) e in forma abbreviata. Contattaci per le opzioni di abbonamento.