L’Italia completa l’isolamento dei paesi europei

Il governo afferma che da domenica l’Italia revocherà l’isolamento obbligatorio dei visitatori dell’Unione Europea, del Regno Unito e di Israele, risultando negativi per COVID-19 e incoraggiando il turismo.

Con l’accelerazione della diffusione dei vaccini nell’UE, molti paesi stanno cercando di allentare le restrizioni di viaggio e le restrizioni nel settore dell’ospitalità per aiutare a riprendersi dall’epidemia.

“Abbiamo atteso a lungo questa mossa, che prevede un abbonamento per viaggiare in tutta Europa”, ha detto il ministro del Turismo Massimo Caracavilia.

L’Unione Europea prevede di lanciare un sistema integrato per coordinare i vaccini COVID-19, i test e il recupero a partire da giugno.

Le persone che entrano in Italia da questi paesi sono state finora chieste di essere isolate per cinque giorni e testate prima dell’arrivo e alla fine del periodo di isolamento.

L’isolamento è atteso da tempo per altri paesi, compresi gli Stati Uniti.

Il Ministero della Salute ha affermato che saranno in vigore restrizioni all’ingresso per coloro che provengono dal Brasile.

Il governo ha anche esteso i cosiddetti voli di prova del virus corona per coprire alcune località in Canada, Giappone ed Emirati Arabi Uniti.

Arrivando su queste rotte, non ci sarà isolamento per chi risulterà negativo per alcuni voli per Roma, Milano, Napoli e Venezia.

I passeggeri su questi voli saranno registrati all’arrivo e saranno esentati dalla segregazione se negativi, sebbene gli verrà chiesto di fornire un abbigliamento negativo prima del viaggio.

L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) venerdì ha detto che il tasso di riproduzione “R” del paese è stato di 0,86, in calo rispetto a 0,89 di una settimana prima.

Un tasso “R” superiore a 1 indica che le infezioni stanno crescendo rapidamente.

READ  Sintesi collabora con Zwipe per offrire soluzioni di carte biometriche in Italia

L’Italia ha registrato quasi 124.000 morti a causa del virus corona, il secondo in Europa dopo il Regno Unito.

Da lunedì, 19 delle 20 regioni italiane saranno designate zone “a basso contagio” e solo una zona “a medio rischio”.

Lunedì sera il governo del premier Mario Draghi discuterà anche dell’allentamento o dell’abolizione del coprifuoco di 10 notti in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto