SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

L’attività fisica può ridurre gli effetti dello stress e della fatica tra gli operatori sanitari

Non c’è dubbio che la pandemia sia stata estremamente stressante per gli operatori sanitari, specialmente quelli in prima linea nella cura dei pazienti. Eppure, anche prima della pandemia, gli ordini regolari per molti lavori nel settore sanitario mettevano questi lavoratori a rischio di esaurimento.

Ora, un nuovo studio dell’Università della Georgia suggerisce che investire in una maggiore programmazione dell’attività fisica può mitigare gli effetti dello stress e migliorare la salute mentale ed emotiva dei lavoratori.

Affrontare il burnout nell’assistenza sanitaria è fondamentale per garantire la sicurezza del paziente, ha affermato l’autore principale Marilyn Wolf, laureata alla School of Public Health dell’Università della Georgia.

“Gli studi dimostrano che l’aumento dell’affaticamento e del burnout dei lavoratori sono associati a una scarsa sicurezza dei pazienti. Al fine di mantenere i nostri pazienti al sicuro e fornire assistenza sanitaria di alta qualità, dobbiamo prima prenderci cura dei nostri operatori sanitari fisicamente, mentalmente e socialmente”, ha affermato. .

L’attività fisica è una strategia ben nota per affrontare la fatica, ha detto Wolf, ma il tipo di attività è importante.

Poco si sa sul ruolo dell’attività fisica che le persone possono svolgere sul lavoro rispetto al tempo libero. Ha intrapreso una migliore comprensione delle associazioni separate delle attività lavorative e del tempo libero con la fatica, il burnout e il benessere dei lavoratori”.

Marilyn Wolf, autrice principale

Lo studio ha intervistato 550 dipendenti dell’assistenza sanitaria a tempo pieno, inclusi medici e infermieri, nonché coloro che non hanno lavorato direttamente con pazienti come programmatori, emittenti di fatture e analisti.

Agli intervistati è stato chiesto della loro attività fisica sul lavoro e delle attività fisiche che svolgevano nel tempo libero. I lavoratori hanno anche risposto alle domande sullo stress del loro lavoro, se si sentivano esausti o ritirati, e alle domande sul loro benessere emotivo, tutti segni di esaurimento.

READ  La NASA seleziona SpaceX per la missione sulla luna di Giove Europa

L’analisi delle risposte ha mostrato che i dipendenti che hanno sperimentato livelli più elevati di attività fisica correlata al lavoro hanno riferito di sentirsi più stressati e affaticati. Al contrario, quando i dipendenti sono stati in grado di dedicare più tempo all’attività fisica nel tempo libero, hanno riportato meno stress da lavoro e burnout.

Ciò suggerisce che l’attività fisica nel tempo libero stava aiutando gli operatori sanitari a uscire dal ciclo di stress, ha affermato la co-autrice Jennifer Jay, professoressa di promozione della salute e comportamento presso la School of Public Health.

“Il ciclo dello stress inizia con un fattore di stress, quindi la risposta fisiologica dell’individuo a tale stress e, in modo ottimale, il rilascio dalla risposta fisiologica del corpo”, ha detto Jay. È noto che l’attività del tempo libero aiuta una persona a uscire dal ciclo dello stress.

Tuttavia, quando i livelli riportati di attività fisica correlata al lavoro erano davvero elevati, l’attività del tempo libero non ha avuto lo stesso effetto mitigante sullo stress.

“Un interessante passo successivo in questo tipo di ricerca sarebbe quello di esaminare i tempi dell’attività del tempo libero associata allo stress da lavoro”, ha detto Wolf. “Ad esempio, potremmo vedere meno stress quando i lavoratori si allenano a metà della giornata lavorativa rispetto a prima o dopo il lavoro.

Questo studio è stato condotto prima che la pandemia di COVID-19 travolgesse gli ospedali e i sistemi sanitari negli Stati Uniti, ma Wolf e Jay affermano che il messaggio da portare a casa è ancora vero.

“È importante che gli operatori sanitari siano in grado di trovare questo rilascio per ridurre lo stress e l’affaticamento”, ha detto Jay. “L’attività fisica è una strategia per interrompere il ciclo dello stress, anche quando il fattore di stress è ancora presente, come un’epidemia.”

READ  Come i cani della polizia aeroportuale possono rilevare il Covid-19

Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per decifrare l’associazione tra attività fisica correlata al lavoro e salute mentale, i benefici di un’attività fisica piacevole sono chiari. Una maggiore e migliore programmazione dell’attività fisica o la fornitura di supporto strutturale per adattarsi a diversi orari e preferenze di lavoro andrebbero a beneficio dei lavoratori, ha affermato Wolf.

Fonte:

Riferimento alla rivista:

Lupo, M.B., et al. (2021) Associazione dell’attività fisica professionale e del tempo libero con lo stress dei dipendenti, il burnout e il benessere tra i lavoratori del settore sanitario. Giornale americano di promozione della salute. doi.org/10.1177/08901171211011372.