SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

L’Argentina vieta le esportazioni di carne bovina per 30 giorni nel tentativo di abbassare i prezzi interni

L’Argentina ha annunciato un improvviso divieto di 30 giorni su tutte le esportazioni di carne bovina e la decisione è stata identificata con implicazioni per il commercio globale.

L’Argentina è uno dei maggiori esportatori di carne bovina al mondo e nel 2020 ha spedito prodotti per un valore di 3 miliardi di dollari, la maggior parte in Cina.

L’analista indipendente Simon Quilty ha affermato che il divieto sembra essere stato guidato dalle imminenti elezioni nazionali e dal desiderio di abbassare i prezzi interni della carne.

“[Argentina has] I prezzi della carne bovina erano alti, insieme all’inflazione … quindi il governo sente la pressione e c’è bisogno di cercare di riconquistare l’elettore “.

Secondo quanto riferito, il presidente Alberto Fernandez ha detto alla Beef Export Association che saranno sviluppate “misure di emergenza” per il settore.

“Il presidente ha espresso preoccupazione per la continua crescita dei prezzi interni della carne bovina negli ultimi mesi”, ha detto una dichiarazione riportata da Bloomberg.

Un frigorifero da supermercato rivestito con vassoi di carne rossa.
In Argentina, i prezzi della carne bovina sono aumentati, così come l’inflazione.(

ABC Rural: Neroli Rocky

)

Chi riempie il vuoto?

Lo scorso anno l’Argentina ha esportato circa 750.000 tonnellate di carne bovina, il 68% delle quali è andato in Cina.

“[China] È il loro più grande mercato individuale: a marzo rappresentavano il 22% di quella quota di mercato “, ha affermato Quilty.

“Senza la partecipazione dell’Argentina alle esportazioni verso la Cina, possiamo aspettarci una risposta rapida dalla Cina – che avrà davvero bisogno in particolare di carne e manzo – e di conseguenza mi aspetto richieste e prezzi più elevati in Cina”.

Alla domanda su quali paesi sono più in grado di colmare il divario, Quilty ha affermato che la Cina dovrà affrontare una “vera sfida”.

Le esportazioni del Brasile sono diminuite drasticamenteLe esportazioni di carne bovina australiana sono in calo e guarderanno al Nord America, ma non saranno in grado di acquistare carne magra a buon mercato. [from the US],” Egli ha detto.

Quilty ha detto che l’Argentina ha assorbito annunci come questo, incluso un divieto di 15 giorni nel 2014, che ha detto non ha ottenuto molto.

Ma ha detto che le forniture globali di carne bovina erano già scarse e l’annuncio avrebbe importanti ramificazioni.

“Mi aspetto che ci sarà una reale carenza di carne magra a livello globale nei prossimi 12-24 mesi”, ha detto.

READ  La Cina è caduta con un'incredibile ascesa