SanSeveroTV

Più notizie quotidiane di qualsiasi altra fonte di notizie italiana sull'italiano.

L’ardente difesa di Peter V’landys della campagna NRL

La star della tempesta Ryan Pappenhosen è stata buttata fuori dal campo dopo un tiro alto contro il Drago.

Il presidente della commissione Australian Rugby League Peter Flandis ha lanciato un’ardente difesa della campagna NRL che ha visto Addio multiplo al peccato E un numero record di cartoni animati sul Magic Round.

Nel corso dei tre giorni di lavoro, il Comitato di Revisione della Partita ha messo 24 giocatori sul rapporto, con tre di loro espulsi e 14 inviati al Sin Box dove è stata emanata una repressione sul gioco pericoloso.

Conosce i pezzi giusti: L’incredibile ritorno alla tempesta di Cam Smith

crudele: Greed Heine viene preso di mira dai compagni di prigione

L’attacco spietato – volto a scoraggiare il contatto con la testa dei giocatori e proteggere il benessere delle stelle dello sport – è stato accolto con risposte contrastanti da parte dei tifosi.

Mentre molti sarebbero d’accordo sul fatto che la sicurezza del giocatore è fondamentale, altri hanno sostenuto che le spiegazioni rigorose lasciano poco spazio agli errori e minacciano il tessuto del gioco.

Parlando su NRL 360 lunedì sera, V’landys non si è scusato per la repressione, insistendo sul fatto che la commozione cerebrale è il problema più grande che il gioco deve affrontare al momento.

Il presidente della lega afferma che i legislatori nel gioco hanno l’obbligo di proteggere il benessere a lungo termine dei giocatori, dato tutto ciò che la scienza ci ha insegnato sulle commozioni cerebrali.

“Abbiamo un obbligo nei confronti dei nostri giocatori e del loro benessere. Vogliamo che i nostri giocatori abbandonino il gioco con tutto il loro potenziale”, ha detto Flandes al comitato.

READ  Il laureato di Warren de la Salle si reca in Italia per giocare a football americano

“Gli allenatori hanno questa situazione in cui vogliono vincere a tutti i costi, e lo apprezzo. Ma il mio lavoro è assicurarmi che i giocatori siano al sicuro, e se non facciamo qualcosa per le commozioni cerebrali, allora abbiamo un lungo- problema in piedi. “

Dobbiamo affrontarlo e dobbiamo affrontarlo ora. Non domani, non la prossima settimana, ma adesso.

“Non mi scuso per il fatto che faremo tutto quanto in nostro potere per mantenere i nostri giocatori al sicuro.

“Questo è per il futuro del gioco. Qualsiasi sport di contatto che non gestisce le commozioni cerebrali, sta facendo la cosa sbagliata”.

“Lo prendo molto sul serio e non dovrei occupare la mia posizione di presidente della commissione ARL se mi indebolissi su questo argomento.

“È il problema singolo più grande. Abbiamo affrontato la sfida COVID lo scorso anno … Ora dobbiamo unirci e sconfiggere il problema della commozione cerebrale, perché se non lo facciamo ora tra 10 o 15 anni non ci sarà una partita. “

V’landys sta anche rispondendo a un suggerimento dell’ospite di NRL 360 Ben Aiken secondo cui le squadre non erano state sufficientemente avvertite della nuova direttiva o c’era una mancanza di consultazione con i vari soggetti interessati nello sport.

Il boss dell’ARLC ha anche insistito sul fatto che non si trattava di nuove regole monitorate dagli arbitri, ma semplicemente di un’applicazione più rigorosa delle regole preesistenti per proteggere i giocatori.

V’landys dice che spetta principalmente ai giocatori stare molto attenti con la connessione pericolosa e che i buoni allenatori hanno già fatto ricerche su questo.

“I buoni allenatori cambieranno immediatamente lo stile e il comportamento dei giocatori e avranno un vantaggio competitivo”, ha detto.

READ  Notizie Open di Francia 2021: Roger Federer, tennis, risultati

“Questi allenatori stanno già iniziando a farlo, hanno cambiato lo stile e le tecniche di intervento dei giocatori. Non manderanno nessun giocatore nella casella del peccato e nessun giocatore verrà espulso, avranno un vantaggio competitivo”.

Mostrato qui, l'attaccante dei Draghi Josh McGuire viene mandato nella scatola dei peccati.

Il round magico ha visto un gruppo di giocatori inviati nella scatola dei peccati. Pic: Getty

L’onere per allenatori e giocatori di adattarsi

A partire da lunedì pomeriggio, MRC ha consegnato 20 settimane di sospensioni, con cinque giocatori che non hanno effettuato un ordine, due dei quali affrontano un totale di sei partite bandite.

Secondo il capo della squadra di calcio dell’NRL Graham Anisley, queste accuse avrebbero potuto essere consegnate in qualsiasi settimana, indipendentemente dalla nuova posizione dell’NRL sulle punizioni più severe sul campo per il contatto con la testa o il collo.

Anesley ha detto che il record di accuse di 14 anni, che è quasi raddoppiato la scorsa settimana, è dovuto al fatto che i contatti pericolosi si verificano più spesso.

“La gente ha detto che il Magic Round è stato distrutto a causa di ciò che hanno fatto i governanti”, ha detto.

“Il Magic Ride è stato influenzato da ciò che hanno fatto i giocatori.

I governanti hanno risposto a questo.

“Se questi incidenti non accadono, nessuno si lamenta che gli arbitri agiscano perché non c’è nulla da fare. È deludente”.

Tuttavia, non è riuscito a spiegare perché gli incidenti di gioco dannoso e contatto pericoloso si siano verificati nel round 10 più di qualsiasi altro fine settimana nella storia dell’NRL.

Anisley ha detto che non c’erano ancora dati sufficienti per giudicare se le modifiche alle regole introdotte all’inizio della stagione avessero messo i giocatori in difficoltà.

READ  Sharma sconfigge Jaber a Charleston per rivendicare il suo primo titolo WTA in singolo

“Spero che questo sia solo uno di quei massimi straordinari che abbiamo visto in qualsiasi stagione … Ma questo è un numero importante, ovviamente”, ha detto.

“Si spera che sia un picco inspiegabile, e poi ritirarsi di nuovo la prossima settimana.

“Purtroppo, questo è accaduto al Magic Round, e purtroppo è accaduto durante il fine settimana in quanto la Commissione ha detto che daremo uno sguardo più duro a queste cose sul campo, ma nulla è cambiato fuori dal campo.

“Fuori dal campo sono stati rivisti come se fossero stati una qualsiasi altra settimana”.

Per quanto riguarda l’ordinanza per gli arbitri di essere più duri sul contatto della testa e del collo, Anesley ha detto che l’NRL aveva semplicemente dovuto recuperare il ritardo con ogni altro sport di contatto al mondo che prendesse sul serio le commozioni cerebrali.

Con AAP

Guarda “Mind Games”, una nuova serie di Yahoo Sport Australia che esplora il brutale lavoro mentale degli atleti d’élite alla ricerca della grandezza:

clicca qui Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere le ultime ultime notizie dall’Australia e da tutto il mondo.