HomeTechLa tecnologia oggi: misurare ronzio, ronzio e crepitio

La tecnologia oggi: misurare ronzio, ronzio e crepitio

Il WirelessArray sviluppato da Interspecial Consulting Corporation (IC2), collocato qui per un volo di prova presso il Langley Research Center, rende i test di volo dei droni rapidi ed economici.

Credito: NASA

Chiunque viva vicino a un aeroporto o abbia esperienza di una covata di cicale può identificare rapidamente la fonte di quel rumore costante. Tuttavia, condurre test per determinare il rumore causato da un nuovo drone o individuare parassiti in un campo coltivato richiede una soluzione high-tech in grado di mappare il suono.

Con l’aiuto della NASA, la società di consulenza interdisciplinare IC2 ha introdotto un nuovo array wireless per fare proprio questo, ovunque e in qualsiasi momento. Gli aeroplani vengono sottoposti a test sul rumore e richiedono la certificazione, in modo che non superino i limiti di rumore stabiliti dalla Federal Aviation Administration. Ogni piccola base a forma di piattino, chiamata nodo, è dotata di un microfono incorporato che misura le variazioni di pressione dell’aria causate dai suoni ambientali. Per i veicoli di grandi dimensioni come un aereo, centinaia di questi sensori, o serie di microfoni, vengono posizionati secondo uno schema sulla pista per monitorare la parte inferiore dell’aereo mentre vola sopra la testa.

Interessato a rendere i test di volo meno costosi, il Langley Research Center della NASA a Hampton, in Virginia, ha supportato l’azienda Ricerca sull’innovazione delle piccole imprese Contratti e consulenze di esperti.

“Ogni nodo contiene un piccolo sistema informatico in grado di acquisire dati e archiviarli in memoria su una scheda SD. Contiene anche un piccolo server web che consente all’utente finale di avviare l’acquisizione, interrompere la registrazione, scaricare file, controllare lo stato della batteria e altro ancora “, ha affermato Chip Patterson, vicepresidente dell’IC2.

READ  Perché i controlli dedicati sono vitali per i conducenti?

Tutto ciò che serve per gestire un singolo nodo o un cluster su larga scala è un punto di accesso wireless pronto all’uso e un laptop standard con l’applicazione software IC2. Questa tecnologia si integra con i sistemi di test del rumore esistenti.

Il microfono può essere facilmente sostituito con vari altri tipi di sensori, come un sensore acustico, consentendo di monitorare i suoni degli animali che indicano salute e benessere. Un sensore a ultrasuoni può misurare il rumore degli aerei supersonici e determinare la direzione e l’arrivo del boom sonico.

Questa piccola tecnologia portatile si sta facendo strada in vari progetti e applicazioni oltre ai test sugli aerei. Lavorando con un entomologo, IC2 utilizzerà i dati acustici per ascoltare i suoni degli insetti ad alta frequenza negli ambienti agricoli. Rilevare dove gli insetti si nutrono dei raccolti consentirà agli agricoltori di intervenire prima che facciano troppi danni, limitando al tempo stesso l’uso di pesticidi in quelle aree. Con l’aiuto della NASA, la tecnologia dell’array wireless di IC2 consente soluzioni basate sulla voce in agricoltura, spazio e altro ancora.

/Liberazione generale. Questo materiale dell’organizzazione/degli autori originali può essere di natura cronologica ed è modificato per motivi di chiarezza, stile e lunghezza. Mirage.News non assume posizioni aziendali o partiti e tutte le opinioni, posizioni e conclusioni qui espresse sono esclusivamente quelle degli autori. Visualizzale integralmente qui.

Riccardo Auriemma
Riccardo Auriemma
"Esperto di Internet. Fan della TV. Analista esasperatamente umile. Pioniere di Twitter impenitente. Fanatico del caffè freelance."
Must Read
Related News